Come scrivere un email ad un prof

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Contattare un professore per delle informazioni può sembrare un'azione pratica, semplice e veloce, ma per uno studente al primo anno, o per chi non è abituato a farlo, potrebbe risultare complicato. Nel momento in cui dobbiamo scrivere una email ad un prof sorgono mille dubbi e preoccupazioni, legati alla paura di commettere errori. Per questo è importante non farsi prendere dal panico e cercare di capire quali sono le regole fondamentali per inviare correttamente una mail formale. Vediamo insieme come evitare, semplicemente, gli errori più comuni ed evitare così, di conseguenza, di dare un'impressione negativa o fuorviante ai nostri insegnanti.

28

Occorrente

  • Collegamento ad Internet
38

Per cominciare

Per cominciare è fondamentale scegliere il tono giusto da dare alla mail. Partendo dal presupposto che, sì, quando ci si rivolge ad un docente è fondamentale mantenere un tono formale e composto, d'altro canto però non bisogna dimenticare che un tono eccessivamente serioso rischia di annoiare e risultare fuori luogo.
Ricordate, dunque, in prima istanza, di dare sempre del lei al docente e di non usare smiles, espressioni gergali, abbreviazioni. Assicuratevi, inoltre di cominciare la mail con una formula rispettosa, come:
- egregio- gentile- Spettabile
Ognuno di questi termini dovrà essere seguito dalla parola corretta che designa il titolo del vostro docente (Signore/Dottore/Professore/Ingegnere/Architetto ecc.), naturalmente nella sua forma, correttamente abbreviata. Infine potrete mettere il cognome del destinatario, una virgola e andare a capo.

48

Il motivo della mail

Assicurati di avere ben chiare le motivazioni per cui hai deciso di inviare la mail. Ricorda che ogni professore ha decine e decine di studenti e che sarebbe oltremodo complicato, per lui, dover rispondere a tutti dopo aver sprecato molto tempo a decifrare il tuo messaggio. Scrivi tutto quello che riguarda te, la materia d'esame e il motivo della tua mail. Non tralasciare nessun dettaglio, ma nella stesura mantieniti sempre fresco, sintetico, prediligendo uno stile paratattico.

Continua la lettura
58

Il corpo della mail

Risolto il problema dell'intestazione, è importante cominciare la mail con una frase introduttiva che non vada direttamente al nocciolo della vostra esigenza, ma che vi presenti. In alcuni casi (ad esempio, quando scrivete una mail di notte o durante giorni festivi) sarebbe opportuno cominciare scusandosi per il disturbo in un momento non adibito al lavoro. In seguito, ricordate di specificare immediatamente:- Chi siete- come vi chiamate- qual è il vostro corso di laurea- qual è il vostro curriculum- che materia (e in che anno) seguite con il docente destinatario
Fatto questo, procedete chiarendo il motivo della vostra missiva. Siate chiari, concisi, sintetici e soprattutto ricordate di specificare tutto ciò che riguarda l'argomento del vostro messaggio.

68

In conclusione

Quando hai terminato, ricordati di salutare il docente utilizzando espressioni formali, come ad esempio: - Cordiali saluti - Distinti saluti- In attesa di una sua risposta, cordialmente
il tutto, naturalmente, seguito dalla tua firma.
Non elargire ringraziamenti troppo formali, è sufficiente una formula come: la ringrazio anticipatamente per la sua risposta.
Terminata la stesura della mail, ricordati di inserire un oggetto breve ma identificativo per il tuo messaggio. Invia tutto e attendi pazientemente: la risposta arriverà.

78

Note a margine

Ricordati di non intasare la casella postale del docente: inviare più mail con lo stesso contenuto, non ti aiuterà a ricevere più velocemente una risposta: piuttosto farà indispettire il professore che, a quel punto, si sentirà legittimato a non risponderti affatto. Sii sempre cortese, anche quando le informazioni ricevute non sono di tuo gradimento. Per quanto possa non piacerti, l'educazione è alla base della nostra società e nei confronti di un superiore (quale senza ombra di dubbio è un professore, è necessario mantenere un adeguato rispetto. Non dare nulla per scontato: se qualcosa non ti è chiara, chiedi. Sciocco è rimanere inconsapevoli non fare una domanda. Non superare i limiti di confidenza imposti dai ruoli. Assicurati di non aver commesso errori, ortografici, sintattici o di battitura che siano: in questo caso, la mail che il professore riceverà, sarà il tuo bigliettino da visita. Se scriverai un testo sciatto ti presenterai come una persona sciatta e questa, sicuramente, non è l'impressione che dovresti dare ad un tuo professore.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • In ogni caso non preoccuparti: per un'e-mail non è mai morto nessuno! I professori ne ricevono decine al giorno.
  • Se devi chiedere il risultato di un esame evita di farlo per mail, parlane col docente di persona durante il ricevimento
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come scrivere una tesi di dottorato

Scrivere una tesi di dottorato sancisce il termine del proprio studio e la possibilità di affacciarsi nel mondo lavorativo. Ovviamente, dato il passo tanto importante, nessuno tiene a fare una brutta figura davanti alla commissione d'esame ma tutti ambiscono...
Università e Master

Come scrivere un testo giuridico

Scrivere un testo giuridico potrebbe essere spesso necessario per superare l'esame scritto di un concorso pubblico od una prova orale. Ciò presuppone la conoscenza dei rudimenti della materia, essendo complicato scrivere un testo giuridico senza conoscere...
Università e Master

Consigli per scrivere bene una tesi di laurea

La tesi è l'ultima tappa per il conseguimento della laurea, meta così ambita e faticosa. Una volta superato tutto il percorso del piano di studi, comprensivo degli esami, bisogna dedicarsi a scrivere bene una tesi di laurea. Spesso il solo pensiero...
Università e Master

Come scrivere un abstract di una tesi

Dopo aver superato l'ultimo esame all'Università, è necessario presentare una tesi di laurea da esporre nel giorno di una sessione di laurea.. Per redigere una tesi di laurea, è preferibile chiedere suggerimenti al docente prescelto (anche per quanto...
Università e Master

Come scrivere una tesina universitaria

Durante la carriera accademica ci si può trovare a scrivere una tesina per una materia in particolare. Praticamente si tratta di un testo di qualche pagina in cui si espone un argomento specifico e lo si arricchisce di approfondimenti, mappe, tabelle...
Università e Master

Come scrivere una relazione tecnica

Dopo lo sviluppo di un progetto è fondamentale produrre una relazione. Con questo termine si intende un testo, scritto o multimediale, che definisce l'opera in maniera completa e dettagliata, corredata di tutte le specifiche tecniche e di definizione...
Università e Master

Come scrivere una relazione scientifica

La scienza è un settore che ci consente di scoprire ogni giorno qualcosa di nuovo sul mondo in cui viviamo. Grazie a ricerche ed esperimenti, abbiamo modo di capire quali sono i vari meccanismi che regolano la vita quotidiana. Per riportare i risultati...
Università e Master

Come scrivere il proprio nome in Arabo

La scrittura araba è sicuramente fra le più affascinanti ed eleganti al mondo, purtroppo però è anche molto difficile da imparare o almeno, questa è ciò che pensa il 90% della popolazione occidentale, oggi vi dimostrerò quanto vi sbagliate! Infatti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.