Come scrivere un buon report in inglese

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Che sia per lavoro, per la scuola o per ottenere una certificazione della lingua, scrivere un buon report in inglese è importante. Un report è un testo, una recensione di un evento comprensiva, se necessario, di un'analisi dei dati con i relativi dagrammi. Naturalmente le difficoltà maggiori si riscontrano, per chi non conosce perfettamente la lingua, nella stesura in inglese, e se si frequentano dei corsi come il "First Certificate of English" (FCE) dovete imparare a scrivere un report non solo corretto dal punto di vista grammaticale, ma anche nella struttura. Vediamo dunque come fare per realizzare un buon report in inglese. Purtroppo la lingua inglese ha strutture che possono confondere chi non la conosce a fondo e spesso ci si trova ingannati dai false friends anche nelle modalità di redazione di un testo complesso.

28

Occorrente

  • Conoscenza della lingua inglese
38

Proprietà di linguaggio

Il linguaggio è la prima cosa su cui soffermarci. Ormai le strutture dell'inglese sono in parte entrate anche nella lingua italiana, e spesso mutuiamo costrutti linguistici che non ci sono propri. Nella redazione di un report si prevede un linguaggio specifico e formale, ed in alcuni casi strettamente tecnico. Il principale errore che facciamo noi italiani quando ci approcciamo alla lingua inglese è la nostra tendenza ad utilizzare frasi complesse o periodi troppo lunghi. In inglese viene premiata la brevità delle frasi, e la presenza di termini ridondanti in frasi vicine non è considerata strettamente sconveniente. Cercate quindi di esprimervi chiaramente e di delineare accuratamente l'argomento che intendete trattare con poche parole. Potete usare i cosiddetti "linking words", ovvero parole chiave che collegano due periodi o due concetti, che vi permetteranno di organizzare in modo più sistematico il testo. Se dovete approfondire un concetto appena citato, non usate le subordinate come in italiano, ma una frase successiva che sia chiarificatrice e che funga da ponte per proseguire. Il lettore dovrà potersi fermare a riflettere molto spesso, e sentirsi libero di saltare le frasi se non i paragrafi che non gli interessano, quindi è importante adottar un formato adatto allo scopo.

48

Struttura del report

Per quanto riguarda la struttura del report, ci sono delle regole da seguire. L'inizio del testo deve essere un "abstract", cioè una sorta di introduzione. Poche parole chiave che diano una carrellata rapida per il lettore che deve capire sin da subito se l'argomento gli interessa o no. Quattro o cinque righe, non di più. Nell'abstract non si deve assolutamente scendere nel minimo dettaglio. Assolutamente da evitare i giri di parole come "this report details on bla bla bla..." perché è ovvio che il report parla di qualcosa. Successivamente si deve aggiungere il corpo del report ed infine le conclusioni. Anche le conclusioni devono essere brevi e concise, ma fornire i dati chiave per il lettore che non sempre sarà interessato a tutto il contenuto ma vorrà arrivare al sodo. Il corpo del testo è deputato a tutto il resto.

Continua la lettura
58

Corpo del testo

Dopo l'abstract si redigono i paragrafi, distanziati di almeno un rigo l'uno dall'altro e tutti con un titolo specifico, che deve chiarire in poche parole il tema affrontato. Procedete quindi nella definizione delle varie categorie e nella suddivisione delle sezioni di cui sarà composto il report; uno schema può aiutarvi ad avere un quadro chiaro di come sarà il report a lavoro ultimato. Essendo una recensione, ci si aspetta di trovare sia gli aspetti positivi che negativi dell'evento preso in esame e, se viene richiesto, dei suggerimenti e consigli per migliorarlo in futuro; a questo scopo è possibile adoperare frasi della forma "I/we suggest/recomend/propose that we (o un qualsivoglia soggetto) should" (consiglio/propongo/raccomando che noi dovremmo). Nel corpo del testo si seguono le stesse regole che valgono per il resto. Frasi corte, niente subordinate a meno che non sia indispensabile. Parole corte tranne ovviamente quelle che pertengono al gergo tecnico. Non è un romanzo o una lettura di piacere, deve essere quindi accessibile anche a persone che non parlano inglese come prima lingua e che di conseguenza conosceranno moto bene tutti i termini chiave e tecnici, ma si perdono facilmente nelle frasi sottili ed allusive, anche perché vige la regola del "lost in translation", per la quale solo le frasi dirette con un significato incontrovertibile sono traducibili.

68

Revisione del report

La revisione o proofreading è d'obbligo per un testo redatto non in madrelingua. Tutte le frasi che suonano italiane e tradotte all'impronta sono da decurtare e sostituire con le versioni inglesi lineari. Se si deve scegliere fra un punto e virgola e una ripetizione di un soggetto dopo un punto la seconda opzione vince sempre. Scorciare le locuzioni approfittando delle strutture della lingua inglese e dalla possibilità di utilizzare il trattino per unire le parole. Evitare le parentesi non necessarie e preferire le note in calce. Se necessario riportare sempre la bibliografia e le fonti in una nota dopo le conclusioni in modo tale che quanto scritto nel report possa essere integrato da un futuro utente.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Usate un dizionario per i termini che non conoscete
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Come scrivere un'e-mail commerciale in inglese

Aggiornarsi sulle operazioni più semplici di informazioni internazionale è ormai all'ordine del giorno. Per richiedere informazioni o per acquisti vari, a livello internazionale, serve individuare un metodo di layout per le e-mail commerciali, che vanno...
Lingue

Come scrivere un tema in inglese

In ambito scolastico la redazione del tema d'italiano è una prassi consolidata: il professore o la professoressa stabiliscono una serie di tracce di tipo letterario, storico o sociale per poi lasciare libera scelta agli studenti di affrontare la stesura...
Lingue

Come scrivere un tema argomentativo in inglese

La lingua inglese presenta una struttura delle frasi leggermente differente dall'italiano. Basti pensare alle coniugazioni dei verbi, che vogliono la "s" alla terza persona, la struttura delle domande oppure l'utilizzo degli aggettivi. Questi sono solo...
Lingue

Come scrivere una buona review in inglese

Saper scrivere è un'arte che molte persone sanno sfruttare al meglio per riuscire a trasmettere ai lettori emozioni, attraverso storie, romanzi, o anche articoli di giornale. Una delle fonti più diffuse per far conoscere opinioni e pareri su un determinato...
Lingue

Come scrivere le ore in inglese

Di questi tempi non è da sottovalutare la possibilità di trasferirsi all'estero ed iniziare una nuova vita in un nuovo Paese. La meta preferita dagli italiani è ovviamente l'Inghilterra. Ma per potersi trasferire in un posto che non conosciamo e che...
Lingue

L’inglese britannico e l’inglese americano

L'inglese e l'americano sono due accezioni come sinonimi, inerenti a un codice linguistico univoco, con regole uguali sia a livello di pronuncia che a livello morfo-sintattico. In realtà sussistono numerose differenze tra l’inglese che viene parlato...
Lingue

Come fare la composition di un testo in inglese

Per coloro che studiano le lingue straniere all'università, molti esami si basano su una produzione scritta in inglese, francese, tedesco, spagnolo o altro. Nella maggior parte dei casi, la prima lingua studiata è inglese. Quando ci prepariamo ad affrontare...
Lingue

5 trucchi per imparare l'inglese

Imparare l'inglese è diventato assolutamente fondamentale poiché rappresenta il miglior modo per parlare con altri interlocutori esteri. Oltre a questo aspetto bisogna considerare tutti i software che molto spesso presentano testi in inglese che è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.