Come Scrivere Un Breve Racconto Dell'Orrore

Tramite: O2O 13/10/2018
Difficoltà: facile
19

Introduzione

Impegnarsi nella scrittura di un racconto dell'orrore non è semplice come si pensa, sia che lo faccia un appassionato che un professionista. Scrittori non si nasce, ma si diventa. Sebbene una attitudine personale sia indubbia, gli scrittori sanno che occorre tempo, pazienza e tecnica per la redazione di testi corretti nella forma e entusiasmanti nel contenuto.
Per realizzare una storia che sia avvincente ed in grado di coinvolgere i lettori, non può venir meno una immaginazione fervida e uno schema mentale fermo da seguire, la cosiddetta "sinossi della storia". L'ispirazione può venire da un quadro, un parco, una strada, una persona incontrata in qualche occasione... Tutto può essere utile per scrivere una storia coinvolgente e spaventosa. Ecco qualche indicazione per imparare come scrivere un breve racconto dell'orrore.

29

Occorrente

  • Dizionario della lingua italiana
  • Dizionario dei sinonimi e dei contrari
  • Tanta fantasia e buona volontà
39

Conosci la grammatica italiana

Per scrivere un breve racconto dell'orrore è fondamentale avere una padronanza buona della lingua italiana. Conoscere la grammatica è il punto di partenza per scrivere un testo che induca il lettore a continuare a scorrere le pagine. Non c'è niente di peggio che uno scritto con orrori di ortografia o senza la punteggiatura consona. Ripassare l'utilizzo del punto e virgola, dei punti di sospensione, gli apostrofi, gli accenti, le differenze verbali e le eccezioni grammaticali eviterà di incorrere in errori di distrazione. Non è importante nella fase iniziale preoccuparsi dei dettagli, poiché si tratta della prima bozza. Tuttavia, scrivere correttamente sin dall'inizio ti risparmierà la fatica successivamente quando occorrerà revisionare il racconto.

49

Pensa ad una trama

Ideare la trama del racconto è la parte più divertente. Una buona sinossi, ossia una semplice linea guida del racconto facilita poi la scrittura dell'elaborato. Può essere una buona idea Iniziare il racconto nel vivo della vicenda, con la scena di un delitto, oppure con gli antefatti della storia che si vuole raccontare in modo da far incuriosire chi legge. La narrazione è importante per spiegare cosa accade, ma per tenere il lettore incollato alle pagine è necessario non svelare tutto immediatamente. Realizzando il livello giusto di suspense e di interesse ai lettori, la trama del racconto si amalgamerà bene e otterrai un risultato perfetto.

Continua la lettura
59

Definisci i personaggi

La caratterizzazione dei personaggi è il segreto di un racconto ben scritto. Puoi aiutarti con uno schema a frecce o dei semplici diagrammi in cui si intreccia la storia. Più collegamenti ci sono, maggiormente la storia sarà sviluppata. Attenzione a non esagerare, altrimenti si può rimanere incastrati nella scrittura! Sarà importante definire bene il "cattivo" che può essere rappresentato da fenomeni paranormali, oppure da individui in carne ed ossa. Come dei registi, occorre assegnare a ciascun personaggio un carattere capace di contraddistinguerlo. Usare delle schede o delle tabelle per le caratteristiche fisiche e caratteriali dei vari personaggi faciliterà il lavoro. Questa fase è forse la più delicata perché un buon racconto è dato spesso dalle sfumature dei suoi personaggi.

69

Scegli l'ambientazione

A questo punto, è bene inquadrare la scena. Inserite luoghi che siano diversi dal solito, dove non ci si aspetta che accada qualcosa di terrificante. Luoghi dove contrariamente i tuoi personaggi si potranno sentire al sicuro, però che si rivelano invece teatro di morte e orrore. Per le descrizioni, provate a far riferimento a luoghi a te conosciuti, in modo da adattarli alle necessità del testo aggiungendo, oppure togliendo uno o più particolari. Cercate di dosare le parole per bene, non perdendovi nelle descrizioni che risultano spesso noiose, spezzando la storia.

79

Prepara un finale a sorpresa

Per una conclusione perfetta i personaggi devono essere stati costruiti ad arte nelle precedenti fasi. Se ciò è avvenuto, sarà facile trovare una conclusione accattivante. Molti scrittori dicono che il finale non è mai opera dell'autore, ma i personaggi delle storie lo scelgono da sé! Tieni presente che un punto essenziale per sorprendere il lettore è l'originalità di un racconto. In un racconto horror non dovranno mai mancare i colpi di scena, oppure i finali "inaspettati". Quel personaggio confinato in poche frasi del tuo racconto potrebbe essere il mandante dell'omicidio, oppure la tenera vecchietta descritta per caso potrebbe essere una spietata serial killer. Non date mai nulla per scontato, anzi mescolate le carte in tavola.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Terminata la scrittura rileggete più volte il testo in cerca di errore e parti da migliorare.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come scrivere un buon racconto di fantascienza

La fantascienza ha da sempre affascinato grandi e piccoli e questo è dimostrato dal grande numero di libri scritti e pubblicati e dai film girati e visti in ogni epoca. Scrivere un racconto fantascientifico non è un'attività riservata soltanto a grandi...
Superiori

Come scrivere un racconto o un romanzo in terza persona

È probabile che ti venga richiesto di scrivere un racconto, o un breve romanzo, in terza persona. Questo artificio narrativo viene infatti usato dalla maggior parte degli autori: l'esposizione delle vicende riportate nell'opera dà vita ad una narrazione...
Superiori

Come scrivere un riassunto breve

Scrivere un riassunto breve, dovrebbe rappresentare un impresa molto semplice da realizzare, ma spesso anche in età adulta non si è in grado di realizzarlo. Infatti se non si conoscono le basi e non si sa da dove iniziare, l'impresa potrebbe sembrare...
Superiori

Come scrivere un saggio breve in inglese

Chi a scuola non ha mai dovuto scrivere un saggio breve? Si tratta di una tipologia di scrittura argomentativa, utilizzata sia nella letteratura italiana che in quella inglese. In entrambe le circostanze, le regole di base per la composizione del saggio...
Superiori

Come scrivere un saggio breve in 5 passi

Un saggio breve è un tipo di testo argomentativo che presenta informazioni precise con il compito di esporre una tesi tramite diverse fonti citate. Questo tipo di saggio è anche una delle scelte possibili all'esame di Stato, risulta quindi fondamentale...
Superiori

Antologia: la novella e il racconto

La novella e il racconto costituiscono due generi letterari di origine molto antica, nonostante che le caratteristiche con le quali si conoscono attualmente si affermarono soltanto durante l'Ottocento. Nel presente articolo sull'antologia, cercherò di...
Superiori

Come scrivere un tema di fantascienza

La fantascienza appartiene alla sezione narrativa. Di recente sviluppo, i suoi precursori sono proprio i fumetti. Dalla fantasia degli autori, nascono personaggi straordinari, protagonisti di rocambolesche storie. La prima rivista del genere risale al...
Superiori

Differenze tra saggio breve e tema

Il saggio breve ed il tema sono due tipologie di testo. Il tema è uno dei compiti in classe che gli alunni devono svolgere in quasi tutte le scuole, elementari, medie e superiori. Invece si scrive il saggio breve soprattutto alle scuole superiori durante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.