Come Scrivere Le Tavole Di Verità

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Nella logica classica, ciascuna proposizione che abbia un significato compiuto (ovvero con il soggetto ed uno specifico verbo) può essere scritta in forma tale da predirne la verità oppure la non autenticità. Tutto ciò è reso possibile grazie a delle particolari tabelle che riassumono le proposizioni utilizzando semplicemente delle lettere minuscole e dei connettivi che consentono di collegarle tra loro. Attraverso i passaggi successivi, a tale proposito, ci occuperemo di spiegarvi come bisogna procedere per scrivere efficacemente le cosiddette tavole della verità.

25

Conoscere i connettivi

Innanzitutto, dovete sapere che, nella logica classica, per la costruzione di tabelle della verità, qualora abbiate una frase, potrete utilizzare le lettere dell'alfabeto (scrivendole in minuscolo) per indicare le proposizioni che la compongono, le quali si possono legare tra loro grazie a dei semplici connettivi. Specificatamente è importante sapere che quest'ultimi sono: la "E", che viene indicata nella tavola con una "V" rovesciata; la "O", che si indica con una "V"; la negazione, che viene rappresentata mediante una linea sopra la lettera, che esprime la proposizione; l'implicazione, specificata mediante una freccia; il "se e solo se", che si esplica tramite una doppia freccia. Ricordatevi che ciascuna tipologia di frase può essere scritta con questi connettivi appena descritti: mediante essi le frasi vengono collegate in modo corretto e assumono un senso compiuto.

35

Comprendere un esempio

Per comprendere meglio questo concetto, facciamo immediatamente un esempio di una frase caratterizzata dalla presenza di due proposizioni e, precisamente, prendiamo questa: "Io scrivo le guide ed ascolto la musica". Il procedimento che dovrete applicare è il seguente: innanzitutto dovrete indicare "Io scrivo le guide" con la lettera "P" ed "Io ascolto la musica" con la "Q". Per fare in modo che la vostra frase risulti vera, entrambe le proposizioni devono essere altrettanto reali: pertanto, avrete quattro casi a seconda dei valori di verità delle proposizioni e li scriverete cosi.

Continua la lettura
45

Applicare la regola

Questo che abbiamo appena vista nel passaggio precedente rappresenta soltanto un esempio per dire che, prima di costruire le seguenti tavole, bisogna imparare a memoria i valori di verità che saltano fuori, se si utilizzano i vari connettivi descritti precedentemente. Solamente in questo modo, infatti, sarà possibile realizzare delle tavole perfettamente corrette. Come avrete capito, quando si utilizza la coniugazione, affinché risulti vera la frase, tutte le proposizioni che ne fanno parte devono essere reali. Per l'esclusione (indicata con la "O"), invece, la frase è sempre autentica, tranne nel caso in cui tutte le proposizioni presenti sono false. Nel caso dell'implicazione "se e solo se", le cose diventano un po' complicate e, quindi, nella seguente guida non le vediamo, tuttavia si rimanda lo studio e l'approfondimento di quanto abbiamo visto a un libro specifico. Nel caso in cui, invece, abbiate quale difficoltà non esitate a chiedere consiglio al vostro insegnante.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come Costruire La Tabella Di Verità Della Doppia Implicazione

La doppia implicazione prevede di fatto che la frase che intendo analizzare sia vera solo e soltanto nell'ipotesi in cui tutti gli enunciati, cioè le proposizioni che compongono la mia frase, sono veri oppure tutti falsi. Infatti la frase è vera...
Università e Master

Come scrivere una tesi di dottorato

Scrivere una tesi di dottorato sancisce il termine del proprio studio e la possibilità di affacciarsi nel mondo lavorativo. Ovviamente, dato il passo tanto importante, nessuno tiene a fare una brutta figura davanti alla commissione d'esame ma tutti ambiscono...
Università e Master

Come scrivere una relazione scientifica

Scrivere una relazione scientifica vuol dire creare un testo avente l'obiettivo di informare sui risultati di studi ed esperimenti, mediante una struttura fissa ed un metodo definito appunto scientifico. I destinatari di questa informazione sono gli addetti...
Università e Master

Come scrivere un testo giuridico

Scrivere un testo giuridico potrebbe essere spesso necessario per superare l'esame scritto di un concorso pubblico od una prova orale. Ciò presuppone la conoscenza dei rudimenti della materia, essendo complicato scrivere un testo giuridico senza conoscere...
Università e Master

Consigli per scrivere bene una tesi di laurea

La tesi è l'ultima tappa per il conseguimento della laurea, meta così ambita e faticosa. Una volta superato tutto il percorso del piano di studi, comprensivo degli esami, bisogna dedicarsi a scrivere bene una tesi di laurea. Spesso il solo pensiero...
Università e Master

Come scrivere un email ad un prof

Contattare un professore per delle informazioni può sembrare un'azione pratica, semplice e veloce ma non per uno studente al primo anno o comunque non abituato a scrivere direttamente ad un docente. Nel momento in cui dobbiamo scrivere un'email ad un...
Università e Master

Come scrivere un articolo sportivo

Scrivere un articolo non è una cosa così semplice. Infatti richiede proprietà di linguaggio, competenze tecniche di scrittura e conoscenza dell'argomento. Ad ogni modo, a seconda del tipo di articolo che si deve scrivere, il metodo di scrittura sarà...
Università e Master

Come scrivere una tesina universitaria

Durante la carriera accademica ci si può trovare a scrivere una tesina per una materia in particolare. Praticamente si tratta di un testo di qualche pagina in cui si espone un argomento specifico e lo si arricchisce di approfondimenti, mappe, tabelle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.