Come scrivere le conclusioni di una tesi di Laurea

Tramite: O2O 17/10/2018
Difficoltà: media
18

Introduzione

Per coronare un percorso universitario, fatto di approfondimenti e studio "matto e disperatissimo", non può mancare la stesura della tesi di laurea. Al di là di quale sia l'argomento, il tipo di tesi e tutte le altre caratteristiche, non si può sfuggire al redigerne le conclusioni. Un ultimo e piccolo pezzo che ad inizio stesura ci sempre il più semplice e banale, ma che in realtà cela molte insidie. Quest'ultimo capitolo spesso porta via tanto tempo e risulta difficile da articolare. Ma questo accade solo se non siamo preparati! In questa guida parleremo di come scrivere le conclusioni di una tesi di laurea e di quali importanti dettagli non tralasciare.

28

Tesi sperimentale

Prima di iniziare bisogna chiedersi qual è la natura della vostra tesi. Infatti, al fine di impostare correttamente le conclusioni, dobbiamo considerare il tipo di tesi che stiamo svolgendo. Nello specifico, se è di natura 'sperimentale', e quindi ha previsto una ricerca empirica, nelle conclusioni si riporterà un quadro sintetico dei risultati cui si è pervenuti. Non servirà ripeterli tutti, poiché sono già stati ampiamente discussi nel corpo della tesi, ma è bene selezionare quelli più significativi e argomentarli, mettendo ad esempio in evidenza i collegamenti tra gli stessi. Inoltre occorre fornire anche una interpretazione complessiva degli esiti emersi (ci possiamo aiutare raccordando le conclusioni parziali cui si è giunti al termine di ogni capitolo), nonché brevi confronti con altri studi analoghi o loro citazioni. Nelle conclusioni emergerà il vostro punto di vista, o meglio, il punto di vista che avete scelto per guardare al vostro argomento di studio. Vi consigliamo quindi di organizzare le conclusioni, a loro volta, in premesse (ovvero la parte in cui riassumente brevemente la ricerca ed i dati emersi) e conclusioni, ovvero la vostra tesi riassunta in poche righe.

38

Tesi compilativa

Invece, nel caso in cui la tesi sia di natura 'compilativa' o descrittiva, in cui quindi ci si è concentrati a raccogliere studi, idee e materiali di altri studiosi, è invece il caso di inserire in chiusura un riepilogo schematico dell'elaborato che comprenda il bilancio complessivo del lavoro e che metta bene in risalto i punti salienti e gli eventuali problemi emersi mediante il suo svolgimento. In sostanza la vostra conclusione sarà un riassunto del fenomeno studiato nella sua complessita. Sebbene occorra quindi riepilogare i passaggi più significativi dello studio condotto, è opportuno accompagnarli da una personale interpretazione critica, seppur impercettibile, ed illustrare nella sezione conclusiva le proprie conclusioni, intese come una lettura del fenomeno/argomento studiato. Tener presente i punti essenziali, evitare refusi inutili, in modo di essere precisi e di non uscire dal contenuto principale.

Continua la lettura
48

Contenuto

Per aiutarvi a focalizzare le vostre conclusioni vogliamo proporvi un'immagine. Pensate di dover scrivere l'episodio conclusivo di una serie televisiva. Le conclusioni della vostra tesi hanno la stessa funzione: ovvero chiudere tutti gli argomenti discussi durante la tesi, esattamente come in una serie quando ci aspettiamo, nell'ultima puntata, di veder risolte - o comunque portate a termine - tutte le dinamiche fra i personaggi, le situazioni in ballo e le storie aperte durante le altre puntate. Vi consigliamo quindi di appuntarvi su un foglio schematicamente i punti focali del vostro racconto di tesi (ad esempio gli studi più rilevanti, le scoperte, le teorie in proposito) e di cercare di ordinarle per importanza, chiedendovi quali di questi punti potranno aiutarvi a redigere delle conclusioni che racchiudano a pieno il percorso del vostro studio. Le conclusioni ripercorrono la tesi e la portano al suo compimento.

58

Sviluppi

Sia che si tratti di tesi sperimentale o compilativa, è comunque fondamentale illustrare nella conclusione gli sviluppi possibili e/o auspicabili della ricerca stessa. Focalizzare le conclusioni su nuove ipotesi di indagine, su problemi irrisolti verso cui concentrare gli studi, su spunti per analizzare ulteriori elementi connessi, è un vero "fiore all'occhiello" per la vostra tesi. Un metodo per individuarli consiste nel chiedersi "Se avessi altro tempo per proseguire la tesi, che cosa approfondirei ulteriormente?".

68

Errori comuni

Passiamo ora alle cose da evitare. È sconsigliato, ad esempio, ripetere nelle conclusioni i titoli dei capitoli o l'elenco degli argomenti di cui tratta, che in genere costituiscono parte della introduzione. Pur dovendosi raccordare a questa, infatti, la conclusione non deve costituire una ripetizione di quanto già trattato. Non bisogna dimenticare che chi la legge ha già letto il contenuto e quindi ripetere titoli, ma anche concetti e definizioni già trattati darebbe soltanto l'idea di voler allungare il testo e sfuggirebbe il valore aggiunto che il vostro contributo personale conferisce allo studio condotto. In generale è saggio evitare i refusi. Nelle conclusioni vi sconsigliamo di usare più di una citazione, infatti in questa parte di testo i vostri esaminatori cercheranno le vostre conoscenze e competenze critiche, non è il caso di lasciare il nostro lavoro nelle parole di qualcun altro. Questo non significa che voi dobbiate usare la prima persona, piuttosto significa far emergere il vostro punto di vista in maniera critica, da studioso.

78

Lunghezza

Per quanto riguarda la lunghezza, non c'è una regola assoluta. Il numero delle pagine che compongono la conclusione dipende dall'argomento trattato nell'intera tesi, dalla quantità di risultati emersi e che si ritiene opportuno riportare in chiusura, e, soprattutto, dal numero delle riflessioni e delle domande che è possibile porre per suggerire ipotesi future di approfondimento e analisi delle tematiche affrontate. Inoltre la mole del lavoro cambia a seconda del livello della tesi (se triennale, magistrale, di conseguimento master) per i dettagli strutturali vi consigliamo di chiedere direttamente ai vostri relatori. In linea teorica, però, per una tesi triennale una o due pagine possono bastare.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Le vostre conclusioni dovranno in qualche modo connettersi con il titolo della tesi, confutando o affermando.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come scrivere l'introduzione della tesi di laurea

Questa guida fornisce utili consigli su come scrivere l'introduzione della tesi di laurea.Durante la carriera universitaria il momento di maggiore impegno è la stesura della tesi di laurea, il cui lavoro di redazione deve essere individuale ed originale....
Università e Master

Come scrivere l'Indice della tesi di Laurea

Se siete finalmente giunti alla fine del percorso accademico e state terminando la stesura della tesi di laurea, dovrete pensare anche alla schematizzazione dell'indice di tutti i capitoli di tale tesi. Alla fine di un lungo ed impegnativo lavoro come...
Università e Master

Come scrivere le note in una tesi di laurea

Preparare la tesi è un lavoro di grande impegno. La tesi di laurea infatti è il risultato di anni di sacrifici ed impegno e deve essere un lavoro dettagliato e preciso non solo per ottenere una soddisfazione personale maggiore ma anche per soddisfare...
Università e Master

Come Scrivere una tesi di laurea

Se siamo arrivati al compimento dei nostri studi universitari e non ci rimane che scrivere la tesi di laurea, siamo sicuramente in un momento critico e difficoltoso da affrontare. La tesi è determinante per la chiusura del nostro percorso universitario,...
Università e Master

Come scrivere la tesi di laurea

La fine del percorso di studi è segnato solitamente dalla discussione della propria tesi di laurea, un esame finale che prevede di raccontare e spiegare il proprio lavoro che raccoglie in se tutto ciò che si è studiato durante il percorso di studi....
Università e Master

Come scrivere i ringraziamenti della tesi di laurea

I ringraziamenti della tesi di laurea sono la pagina personale del proprio lavoro. Questo spazio è dedicato alle persone che ci hanno accompagnato durante il percorso didattico. A volte, però, presi dall'ansia per la discussione si manca di ispirazione...
Università e Master

I 10 errori da evitare nella stesura di una tesi di laurea

La stesura di una tesi di laurea non è affatto semplice in quanto è importante eseguirla nel modo più corretto. In questa utilissima guida dedicata a tutti gli studenti universitari vi indico con parole molto semplici quali sono i 10 errori da evitare...
Università e Master

Come impostare Word per la tesi di laurea

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire ed imparare come poter impostare Word del nostro Office, per poter scrivere la nostra tesi di laurea, nella maniera più semplice e veloce possibile, senza rischiare di incorrere in errori...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.