Come scrivere la configurazione elettronica di un elemento

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Ecco una bella ed anche molto interessante guida, pratica e veloce, mediante il cui aiuto poter essere in grado e capaci, finalmente di imparare come e cosa fare per scrivere la configurazione elettronica di un elemento. In questo modo potremo essere capaci anche noi di mettere in pratica tutto ciò che conosciamo e tutto quello che potremo acquisire tramite questo articolo.
Iniziamao subito con il dire che fare il chimico o comunque avere a che fare con la chimica, è qualcosa di molto impegnativo. In questa recensione vedremo come scrivere la configurazione elettronica di un elemento. La configurazione elettronica consiste nella rappresentazione numerica degli orbitali. Con precisione essa, si occupa di scoprire quanti orbitali possiede un atomo e la quantità di elettroni presenti nell'orbitale. Non resta che dire, a questo punto, ed augurare una buona lettura ed anche una buona realizzazione di questo che andremo a leggere ed anche memorizzare nella nostra mente.

27

Occorrente

  • Tanta buona volontà, tavola periodica.
37

Come capire cosa sono gli orbitali

Prima di iniziare la schematizzazione vera e propria degli orbitali è bene ricordare cosa sono e che ruolo svolgono. Gli orbitali sono una proiezione della funzione onda (stato di un sistema fisico) e si occupa di descrivere il comportamento di un elettrone all'interno di un atomo. Inoltre, è importante sapere che esistono diversi tipi di orbitali:-Gli orbitali s, sono sferici;-Gli orbitali p, sono bilobati;-Gli orbitali d e f, hanno diverse forme. Ciò che è importante ricordare è che ogni orbitale può contenere al massimo due elettroni.
Il primo passo per iniziare la configurazione elettronica, è trovare il numero atomico che possiede l'elemento da noi scelto a cui è associato un atomo. Il numero atomico, rappresenta il numero di protoni presenti nell'atomo. Bisogna ricordare che il numero di protoni, in un atomo neutro, equivale al numero degli elettroni. È bene eseguire alla lettera tutto ciò che c'è scritto in questa guida, per evitare di incorrere in degli errori e finire con il compromettere tutto il lavoretto fai da te, che stiamo cercando di risolvere!

47

Come determinare la carica degli atomi

Il secondo passo è quello di determinare la carica degli atomi. Come abbiamo già detto, gli atomi neutri hanno un numero di elettroni che equivale al numero atomico. A seconda della carica bisogna aggiungere un elettrone per ogni carica negativa e togliere un elettrone per ogni carica positiva. Anche in questo caso è bene cercare di eseguire il tutto con molta attenzione e rispettando precise indicazioni e regole per non finire con il sbagliare il tutto!

Continua la lettura
57

Come utilizzare una tavola periodica

Per facilitare il nostro lavoro, sarebbe utile utilizzare una tavola periodica. Essa è necessaria, in quanto ci mostra l'ordine degli orbitali in una configurazione elettronica. Quindi, il terzo passo per scrivere la configurazione elettronica è utilizzare la tavola periodica come guida alla configurazione.
Quando si scrive una configurazione elettronica, è necessario che vengano scritti chiaramente sia il numero degli elettroni dell'atomo, sia il numero di atomi all'interno dell'orbitale. Facciamo un esempio: Il carbonio ha numero atomico 6, quindi avrà sei elettroni. Nel primo livello si riempirà l'orbitale s prima con un elettrone e poi aggiungendo l'altro nello stesso orbitale ma con verso opposto. Poi si passa al secondo livello dove incontriamo un nuovo orbitale s, il 2s, da riempire nuovamente prima di passare al 2p riempito solo da due elettroni. Ed ecco completata la configurazione elettronica del Carbonio! Come si può vedere eseguire tutto ciò che questo articolo contiene in sè, è veramente molto bello, utile ed anche interessante, non solo per tutti coloro i quali amano questo genere di argomento, ma anche per coloro i quali non tanto sono pratici in questo genere di mondo! Buon divertimento nella sua realizzazione, solo ed esclusivamente con la propria intelligenza e con la propria voglia di fare!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fare pratica
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare i livelli energetici dell'atomo di cromo

Ci sono alcune materie che proprio non riescono ad entrare nella testa degli studenti, soprattutto in quella di chi proviene da studi classici. Una tra queste è la fisica quantistica, che riversa poi nella meccanica quantistica e che è strettamente...
Università e Master

Chimica: la teoria degli orbitali molecolari

Ciascun elettrone perciò si muoverà non più attorno al proprio orbitale atomico, ma intorno ad uno molecolare che coinvolge anche l’altro atomo dove si verifica il legame. Se si considera che l’orbitale (che indicheremo con il simbolo "Ψ"), è...
Superiori

Come calcolare i livelli energetici dell'atomo di piombo

Nella seguente breve guida che troverete enunciata ottimamente nei passaggi successivi, proverò a spiegarvi come bisogna calcolare i livelli energetici dell'atomo di piombo: quello che si occupa dell'effettuazione di queste determinazioni si chiama meccanica...
Superiori

Come calcolare la carica di uno ione

Gli ioni sono entità molecolari elettricamente cariche che si formano a partire da un atomo che perde o acquista uno o più elettroni. Tale fenomeno viene definito "ionizzazione". Gli atomi che perdono uno o più elettroni presentano una o piu cariche...
Università e Master

Chimica: la teoria delle bande

La teoria delle bande riguarda il legame chimico presente nei metalli, elaborata in seguito alla teoria degli orbitali molecolari. Il legame metallico presenta un particolare interesse in quanto il reticolo cristallino di tali aggregati è tale da avere...
Superiori

Come calcolare i livelli energetici dell'atomo di argento

La chimica, insieme alla matematica, è sicuramente una di quelle materie più ostiche e quindi di conseguenza meno amate dagli studenti. Essa viene insegnata presso gli istituti tecnici industriali e i licei scientifici e le sue difficoltà sono dovute...
Superiori

Chimica: i numeri quantici

L'argomento di chimica frequentemente collegato ai numeri quantici è piuttosto astioso per gli studenti. Particolarmente lo è per le persone che si approcciano per la prima volta a tale materia interessante. Non è particolarmente difficile, in realtà....
Superiori

Come calcolare i livelli energetici dell'atomo di carbonio

La meccanica quantistica è una materia strettamente legata alla chimica, alla fisica ed all'astronomia ed è una disciplina che può andare a creare non pochi problemi e dubbi agli studenti. Nonostante sia molto ostica e non semplice da affrontare può...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.