Come Scrivere Il Proprio Nome In Arabo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La scrittura araba è sicuramente fra le più affascinanti ed eleganti al mondo, purtroppo però è anche molto difficile da imparare o almeno, questa è ciò che pensa il 90% della popolazione occidentale, oggi vi dimostrerò quanto vi sbagliate! Infatti, una volta assimilati alcuni concetti basilari della pronuncia e della scrittura, preso confidenza con i caratteri dell'alfabeto Arabo, scoprirete che scrivere il vostro nome utilizzando questi simboli, in realtà, è più semplice di quanto possiate immaginare! Vediamo quindi come scrivere il proprio nome in arabo attraverso pochi e semplici passaggi, in cui daremo utili consigli in merito per poter iniziare. Mettiamoci all'opera.

26

Per prima cosa munitevi di una tabella che riporti tutte le lettere arabe e tutte le loro rappresentazioni grafiche. Noterete, infatti, che a differenza dell'italiano, nella scrittura araba ogni lettera ha quattro rappresentazioni grafiche diverse: isolata, iniziale, finale, centrale (in mezzo alla parola). Come in tutte le lingue vi sono delle eccezioni, in quanto alcune lettere, si dice "non leghino" a destra o a sinistra, ovvero con la lettera che le precede o con quella che segue. È proprio questo il motivo per cui talvolta un'unica parola araba, appare agli occhi di chi non conosce la lingua e l'alfabeto come più parole distinte l'una dall'altra.

36

La scrittura araba, a differenza di quella occidentale va letta da destra verso sinistra. La prima lettera dell'alfabeto arabo è la " Alif ", corrispondente al nostro suono "a", l'ultima è la cosiddetta "hamza", corrispondente ad un "glottal stop", ovvero un simbolo che sta ad indicare una consonante tronca, priva di vocale, che nel parlato si traduce con un blocco dell'emissione di aria brevissimo, prima di pronunciare la lettera successiva. In italiano questo avviene quando, per esempio diciamo "Ha avuto", in cui l'apostrofo indica appunto la presenza del blocco sopracitato

Continua la lettura
46

Da questo punto di vista è importante ricordare che in arabo esistono vocali brevi e vocali lunghe, le quali possono stravolgere completamente il significato di una parola, fenomeno che nell'italiano non si verifica, in quanto la pronuncia della singole lettere non ha valore semantico. Di seguito troverete gli esempi più comuni di queste diversità e consigli su come tradurle :
"c" presente in Alice, calcio-->suono "t" seguito da suono " sc "---->تش;
"g" presente in Giulia, Foggia --> suono "j", tipico del francese, es: "Jean"----> ي;
"v" in arabo non esiste ---> suono "f", diverso ma simile--->و
"z" sorda presente in Lorenzo-->suono "t" seguito da suono "z" dolce-->ر ض ;
"e" inesistente in arabo-->suono "i"---> che verrà trascritto come un trattino obliquo al di sotto della consonante che la precede se la vocale è corta, oppure con la lettera " Ya " se ci troviamo di fronte ad una vocale lunga --->ذ ;
"o" inesistente in arabo--->suono "u"-> che si tradurrà con un simbolo identico alla F araba sopracitata solo posto in piccolo, al di sopra della consonante che la precede, oppure, nel caso di "u" lunga con la lettera "waw"--->ث;
"p" inesistente in arabo------> suono "b" ------>ب ;
"qu" presente in Acquaviva---->suono "K" seguito da "u"--->كو .

56

Ora puoi iniziare a scrivere i suoni del tuo nome da tradurre! E ricorda: fai attenzione a trascrivere i suoni del tuo nome, non le lettere, in "Giulia" abbiamo sei lettere, ma solo cinque suoni, in quanto la prima "i" non viene pronunciata, dunque non va trascritta. Una volta individuati i suoni scrivili sul foglio separatamente, per esempio, nel trasporre il nome G-U-L-I-A A-Q-U-A-V-I-V-A non terremo conto né della prima "i" né della "c" di Acquaviva, in quanto esse non vengono pronunciate ma solo scritte.

66

Scrivere il proprio nome in arabo non è poi così difficile, seguendo i suggerimenti di questa guida e avendo un po' di pazienza potrai esercitarti più e più volte e provare a scrivere il tuo nome. In men che non si dica riuscirai a farlo senza grosse difficoltà e inizierai a padroneggiare la scrittura araba. Non mi resta quindi che augurarvi buona lavoro, ma soprattutto buon divertimento!
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Appunti di linguistica araba

La conoscenza di più lingue, oggi riveste un ruolo fondamentale nell'ambito sociale e specialmente in campo lavorativo, dove sarà più facile trovare un impiego di notevole importanza. L'acquisizione dalla parte grammaticale dei diversi linguaggi, rappresenta...
Lingue

Lingua araba: appunti di grammatica

Studiare le lingue è il modo migliore per avvicinarsi ad una cultura e approfondire le proprie conoscenze di una determinata civiltà. Per farlo però è necessaria molta pratica e pazienza per poterla apprendere al meglio. Chi è alle prime armi trova...
Lingue

Come memorizzare l'alfabeto arabo

Quando si sceglie di intraprendere l'esperienza di imparare una nuova lingua la prima cosa che si fa, generalmente, è quella di imparare quello che comunemente prende il nome di alfabeto, elemento base per l'apprendimento. Così come per le altre lingue...
Lingue

Appunti di arabo

In questo articolo/guida, viene affrontato un argomento particolare, cioè, la lingua araba; una lingua con una lunga storia alle spalle, la storia di un popolo che ha dato tanto dal punto di vista scientifico con degli appunti basilari. La lingua araba...
Lingue

Arabo: i verbi ausiliari

La lingua araba fa parte alle lingue semitiche. L'arabo è parlato da circa duecentocinquanta milioni di persone in tutto il mondo. Esso crea però non pochi grattacapi alle persone che si vogliono approcciare ad essa, soprattutto per coloro che si affacciano...
Lingue

Scuole di arabo a Milano

Per noi italiani la lingua araba non è molto facile da apprendere. Ciononostante, troviamo numerose scuole ben organizzate e in grado di insegnarci la lingua in modo professionale. Ad esempio, a Milano troviamo diverse scuole che ci consentono di raggiungere...
Lingue

Consigli per imparare l'arabo

Studiare lingue è uno dei metodi migliori per conoscere nuove persone, nuove culture, studiarne la storia e avvicinarsi di più alla conoscenza di società ed individui diversi da noi. Molte sono le lingue che si possono studiare, ma quelle orientali...
Lingue

La forma interrogativa in arabo

La scelta di studiare in modo approfondito una lingua straniera, oggi è più che mai un'esigenza. Le lingue orientali affascinano sempre di più, ed impazzano sul web numerosi tutorial e suggerimenti su come formulare frasi specifiche. Se state iniziando...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.