Come scrivere il discorso per la discussione della tesi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La discussione della tesi di laurea è, per quasi tutti gli studenti, il culmine della carriera scolastica: un punto di arrivo che permette di mettere le mani sulla tanto agognata laurea, per potersi così lanciare nel mondo del lavoro. Per discutere la tesi, però, bisogna prima averla redatta: molti universitari, almeno inizialmente, credono di non essere all'altezza di un tale compito. In effetti, anche se a determinare il voto di laurea è soprattutto la carriera universitaria, piuttosto che la tesi stessa, la posta in ballo è alta: per questo motivo vedremo come scrivere il discorso da tenere il giorno della discussione, un discorso che, se ben impostato, può permettere alla commissione di comprendere meglio il lavoro svolto dal laureando, apprezzando a pieno il contenuto della tesi.

25

Occorrente

  • buona dialettica
35

Calcola i tempi necessari all'esposizione

Se devi discutere per la laurea triennale, la presentazione del tuo elaborato sarà più breve di quella della magistrale. La commissione esaminatrice per la qualificazione del tuo voto finale si baserà su tre parametri importanti per valutare ovvero: il tempo, il contenuto e l'esposizione. Il tempo in cui tu dovrai spiegare a tutti le tue ricerche e il tuo lavoro può variare enormemente: in genere si parla di 10 o 15 minuti, durante i quali il tuo relatore e i membri della commissione potranno porti delle domande o curiosità.

45

Spiega perchè hai deciso di trattare quell'argomento

Scrivendo il tuo discorso di presentazione, quindi, tieni sempre a mente che non potrai sforare questi minuti e che la commissione valuta molto anche la capacità di riassumere del candidato. Quando inizi a scrivere il contenuto della tua presentazione, puoi prendere spunto anche dalla tua introduzione, miscelando aspetti importanti e risultati oggettivi della tua ricerca. Infatti è fondamentale che spieghi perché hai scelto quel determinato argomento o caso aziendale, inserendo anche tutti i risultati analizzati.

Continua la lettura
55

Non farti prendere dall'emozione

Una volta scritto il discorso, regolati con il tempo stabilito, imparando bene la presentazione ma non a memoria, perché così potrai dare l'impressione di aver studiato bene le cose, ma in modo molto superficiale. Invece l'esposizione dovrà essere molto chiara e devi utilizzare sempre parole semplici e mai troppo tecniche in modo da poter far comprendere a tutti il tuo elaborato. Non farti prendere dell'emozione e guarda sempre negli occhi il tuo interlocutore, e parla sempre con voce alta e chiara, così potrai attirare l'attenzione dei presenti in sala e dei tuoi professori, evitando che la discussione risulti noiosa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

10 errori da evitare durante la discussione della tesi

Il momento della discussione della tesi è agognato e temuto allo stesso tempo da parte di tutti gli studenti universitari. Agognato perché pone fine a diversi anni di studio, ma temuto perché si tratta dell'esame più importante, fino a quel momento,...
Università e Master

Come scrivere la tesi di laurea

La fine del percorso di studi è segnato solitamente dalla discussione della propria tesi di laurea, un esame finale che prevede di raccontare e spiegare il proprio lavoro che raccoglie in se tutto ciò che si è studiato durante il percorso di studi....
Università e Master

Come sviluppare una tesi di laurea sperimentale

Dopo esservi sacrificati e rimboccati le maniche per tutto il vostro percorso di studi universitari, siete finalmente giunti al punto di stesura della tesi di laurea? Il passo conclusivo del vostro percorso universitario non è meno arduo e impegnativo...
Università e Master

Come prepararsi all'esame di dottorato

Eccoci qui, bellie pronti, per leggere con voi una nuova ed interessante guida, mediante cui poter capire ed immagazzinare, come prepararsi all'esame di dottorato, nel migliore dei modi e nella maniera più semplice possibile.Molti studenti, una volta...
Università e Master

Come scrivere i ringraziamenti della tesi di laurea

I ringraziamenti della tesi di laurea sono la pagina personale del proprio lavoro. Questo spazio è dedicato alle persone che ci hanno accompagnato durante il percorso didattico. A volte, però, presi dall'ansia per la discussione si manca di ispirazione...
Università e Master

Come realizzare la copertina della tesi

La discussione di una tesi di laurea rappresenta quel passo che corona l'intero percorso di studi, dall'inizio alla fine. Per questo motivo è importante che ogni cosa sia curata fin nei minimi dettagli e per fare ciò è indispensabile, innanzitutto,...
Università e Master

5 consigli per prepararsi alla seduta di laurea

Il fatidico momento della laurea si avvicina: l'ansia s'impadronisce delle giornate ed il cuore sembra battere all'impazzata. Nonostante l'iter scolastico, la maturità conseguita, e gli esami sostenuti, l'emozione la fa da padrona. La consapevolezza...
Università e Master

Come scegliere l'argomento della tesi di laurea

La tesi di laurea è per molti il coronamento di un sogno e, soprattutto, di un lungo periodo di studi e di sacrifici. Tuttavia, questo ultimo passo non è da sottovalutare, anzi deve essere ben curato per permettere di avere punti aggiuntivi sul voto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.