Come risolvere un'equazione di primo grado

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La matematica è una delle materie cardini del sistema scolastico soprattutto se si è scelto un orientamento di tipo scientifico, tuttavia può costituire un ostacolo anche per gli studenti più volenterosi. Se non spiegata bene è difficile capirla, quindi con questa guida proverò a spiegarvi, in modo semplice come poter risolvere una equazione di primo grado.

27

Uguaglianza

Innanzitutto dobbiamo sapere che un'equazione è un'uguaglianza. L'equazione si chiama di primo grado perché appunto contiene una sola incognita. In questo caso l'incognita è la x.
Per risolvere l' equazione di primo grado bisogna portare i monomi che contengono l'incognita al primo membro e tutti gli altri al secondo membro. Un'equazione si risolve secondo il principio di equivalenza.

37

Equazione letterale

Prendiamo ad esempio un'equazione letterale:

36 - 12x - 18 = 6x - 4- 20x + 30

Quindi tutti i numeri contenenti la x andranno a destra del segno uguale, mentre gli altri saranno a sinistra fino ad avere questo schema:
- 12x - 6x + 20x = -36 +18 + 30 - 4
Ricordate sempre che quando si cambiano di posto i monomi il segno aritmetico si inverte al contrario resta invariato quando i monomi mantengono il loro posto nell'equazione.

Continua la lettura
47

Termini simili

Infine bisogna sommare tutti i termini simili, (ricordate che quando i segni sono discordanti tra loro si sottrae, al contrario si somma) fino ad avere:
2x = 8
Ora bisogna isolare la x per trovare il suo valore, e per farlo dividiamo il termine noto per il numero che si trova accanto alla x:
X= 8/2
Il risultato quindi sarà:
x = 4.

57

Frazioni

Le equazioni di primo grado possono presentarsi anche in forma di frazioni e qui il procedimento risulta un po' più complicato. Per prima cosa si devono individuare le condizioni di accettabilità, ovvero quei valori che sostituiti all'incognita annullano il denominatore e che verranno esclusi dalla soluzione.
Prima di procedere all'applicazione del principio di equivalenza, bisogna calcolare il denominatore comune, facendo il minimo comune multiplo (m. C. M) tra denominatori al fine di trasformare l'equazione da frazionaria ad intera dopo si procede con il calcolo che abbiamo illustrato prima con le equazioni numeriche. Una volta trovata la soluzione bisogna verificare se sono soddisfatte con le condizioni di accettabilità. Se la soluzione consiste in uno dei valori che annullano il denominatore, essa deve essere scartata perché non soddisfa le condizioni di accettabilità dell'equazione.
Eccoci giunti alla fine di questa guida. Per ogni dubbio, consultate i link utili o il video.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di matematica: le equazioni e le disequazioni

Equazioni e disequazioni sono un argomento spesso ostico ma con i giusti appunti di matematica può essere davvero facile comprenderle. Le equazioni sono una uguaglianza numerica tra due espressioni contenenti una o più incognite. Queste possono essere...
Superiori

Come studiare un'equazione fratta

Tra gli argomenti basilari dell'analisi matematica, ovvero quella branca della matematica fondata sul calcolo infinitesimale e sullo studio di funzioni, vi è lo studio delle equazioni. Un particolare tipo di equazione è la "fratta", anche detta "frazionaria"....
Superiori

Come risolvere le equazioni con il secondo principio di equivalenza

Nelle scuole non sempre viene preso in considerazione il fatto che i ragazzi di oggi sono sempre più difficili da gestire. Ci sono alcuni alunni che non sono in grado di studiare e capire tutti gli argomenti matematici che un programma scolastico ha...
Superiori

Come risolvere un sistema di primo grado col metodo di addizione e sottrazione

Gli alunni delle scuole superiori, si troveranno ben presto a dover fare i conti con le tanto odiate equazioni. In questa guida vedremo come risolvere un sistema di primo grado col cosiddetto metodo di addizione e sottrazione. Tramite questo procedimento,...
Superiori

Tipologie di equazioni e risoluzione

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di matematica. Per essere più precisi, l'argomento fondamentale saranno le equazioni. Come avrete compreso attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi le tipologie...
Superiori

Come risolvere i sistemi lineari di due equazioni a due incognite

La matematica rappresenta indubbiamente una materia molto complessa che non tutti riescono a capire. Tuttavia ciò non è impossibile: basta infatti seguire solamente alcuni fondamentali accorgimenti per poterci riuscire. Nella seguente guida pertanto...
Superiori

Come svolgere un'equazione con il valore assoluto

In matematica una equazione rappresenta specificatamente una perfetta uguaglianza tra due espressioni, le quali possono racchiudere due oppure più variabili, che assumono la denominazione di incognite. In tal modo, ogni elemento sostituito alla relativa...
Superiori

Come risolvere le equazioni di 1 grado

La matematica è una materia importantissima che va studiata con molta attenzione. Non bisogna tralasciare nessun argomento e occorre imparare le formule necessarie a svolgere l'argomento trattato. Tra gli argomenti più importanti in assoluto vi sono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.