Come Risolvere Un'Addizione Tra Numeri Decimali Periodici

Tramite: O2O 20/09/2018
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Quanti di voi hanno problemi con la matematica? Non preoccupatevi, c'è la nostra piattaforma e, in questo caso, questa nostra guida ad aiutarvi. Nello specifico, come avrete già notato attraverso la lettura del titolo della guida, ci occuperemo d'addizione, nella particolare forma tra numeri decimali periodici. Per poter risolvere un'addizione tra due numeri decimali periodici, occorre innanzitutto conoscere due nozioni di base su questi ultimi: la loro definizione e la loro trasformazione in frazione. Un decimale periodico è un numero costituito da una parte intera, e una parte decimale contenente un gruppo di cifre che si ripete indefinitamente. Tale gruppo viene rappresentato tracciando un trattino all'apice dell'elemento che si ripete. Un numero periodico può essere "semplice", se la parte decimale è costituita esclusivamente dal gruppo (periodo) di cifre che si ripete indefinitamente, oppure "misto", se tale parte contiene anche un gruppo di cifre (antiperiodo) che precedono il periodo.
Andiamo a vedere come poter risolvere un'addizione tra numeri decimali periodici.

28

Occorrente

  • Conoscenze di base dell'aritmetica
  • Calcolatrice
38

Esempio

Partiamo dal pensiero di dover andare a risolvere l'espressione 4,3+0,23, presente nella figura allegata a questo passo numero uno. In questa operazione, troviamo un'addizione con gli elementi che abbiamo descritto nel passo d'introduzione. Questo è solo uno degli esempi possibili, nei link in basso ne troverete altri. L'operazione che ci accingiamo a svolgere è la somma tra un periodico semplice ed uno misto. Il primo passo da compiere è quello di semplificare l'espressione, trasformando i due termini in frazioni. La regola per trasformare i due numeri periodici in frazioni finite non è molto complicata, ma, essendo laboriosa, necessita di tutta la vostra attenzione nel paragrafo successivo. Andiamo allora a descrivere questa regola di trasformazione.

48

Trasformazione in frazione

Per poter riuscire a ricavarne delle frazioni che vadano a generale i numeri decimali, serve la conoscenza della regola fondamentale per questa specifica trasformazione. Vediamola insieme. Andiamo a prendere un numero, che denomineremo come "d", che è composto da un numero di cifre di antiperiodo denominate "m", e un numero di cifre di periodo denominate "n". Esso può essere espresso nella forma rappresentata in figura; il numeratore "a" è ottenuto sottraendo a "d", privato della virgola e del trattino, l'intero formato da tutte le cifre di "d", escluse quelle di periodo. Il denominatore invece è ottenuto moltiplicando la potenza di 10 con esponente m e il numero precedente la potenza di 10 con esponente n; in definitiva sarà formato da tanti 9 quante sono le cifre di periodo di "d" e tanti 0 quante sono quelle dell'antiperiodo. Lo stratagemma adottato per la spiegazione prevede l'uso di lettere per semplificare la trattazione. Questo potrà, inizialmente, rendervi le cose un po' più confuse. Tuttavia, confrontando questa descrizione con degli esempi pratici, la schematizzazione proposta vi agevolerà molto nel crearvi un metodo mnemonico produttivo ed efficiente.

Continua la lettura
58

Sottrazione dei termini

Il procedimento che c'è dietro al ragionamento è molto facile, semplicistico, e al quale si riesce ad arrivare in modo assolutamente intuitivo. Per farlo, dovrete andare a esplicitare tutti i termini presenti all'interno dell'espressione, per sostituirli nella formula descritta. Conseguentemente, avremo: Il primo fattore "(43-4)/9"; 43 è il numero preso senza virgola e 4 è quello che precede la virgola. Il 9 infine, indica che prima della virgola è presente solo un numero. Il secondo fattore è un periodico misto e, mediante lo stesso procedimento assumerà la forma: "(23-2)/90". Qui si tratta semplicemente di svolgere la sottrazione al numeratore, senza svolgere la divisione. La frazione, infatti, va lasciata così perché, banalmente, dividendo i due termini torneremmo al punto di partenza e non avremmo risolto assolutamente nulla.

68

Addizione fra i termini

A questo punto non resta che risolvere l'addizione tra "39/9" e "21/90". Calcoliamo il minimo comune multiplo tra i denominatori. Dividiamo lo stesso per il denominatore di ogni frazione, moltiplicandolo poi al rispettivo numeratore. Otterremo (390+21)/90. Il risultato finale sarà "4,56" con il 6 periodico.È interessante notare che il minimo comune multiplo sarà sempre il numero maggiore poiché, essendo entrambi sicuramente multipli di 9, non avranno termini non in comune tra di loro.
In ultima analisi, vorrei consigliarvi la lettura di quest'ulteriore articolo, che vi fornirà informazioni in aggiunta rispetto a quelle che abbiamo sviluppato all'interno di questi brevi quattro passi. Potrete, in questo modo, confrontare tra loro gli articoli, e trovare dei punti di connessione. Eccovi un link utile: https://it.answers.yahoo.com/
Spero che questa guida su come risolvere un'addizione tra numeri decimali periodici possa esservi utile. Non resta che augurarvi buono studio!

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come risolvere una divisione tra numeri decimali finiti

I numeri decimali fanno parte della matematica a tutti gli effetti, proprio come accade con i numeri naturali. In particolare, i decimali finiti (per esempio 3.1, 4.2) sono quei numeri che, dopo la virgola, presentano un "determinato" numero di cifre....
Superiori

Come risolvere una moltiplicazione tra 2 O più numeri decimali finiti

In questo articolo, che vuole fungere da guida, pratica e veloce, vogliamo aiutare tutti gli studenti a capire ed imparare, come poter risolvere una moltiplicazione tra 2 o più numeri decimali che siano finiti. Cerchiamo di procedere passo passo e di...
Superiori

Appunti sui numeri periodici e le frazioni generatrici

Cosa intendiamo, in matematica, per numeri periodici? Nulla di più semplice comprensione: i numeri periodici sono quei numeri che presentano una cifra (o un gruppo di cifre) che si ripete all'infinito dopo la virgola. Stiamo dunque parlando di numeri...
Superiori

Come rappresentare graficamente i numeri decimali

La matematica è una materia piuttosto fasta e complessa da studiare, che comprende moltissimi argomenti di non facile apprendimento. Tra le cose da sapere e padroneggiare possiamo trovare i numeri decimali. Ma cerchiamo di fare un po' di chiarezza nelle...
Superiori

Come trasformare i numeri radicali in decimali

Abituati ormai all'uso delle calcolatrici, spesso si rischia di dimenticare anche lo svolgimento di semplici calcoli. Per quanto riguarda i numeri radicali, esiste un procedimento per poterle trasformare in decimali senza l'ausilio di calcolatori. Vediamo...
Superiori

Come convertire percentuali, frazioni e numeri decimali

La matematica è spesso una delle materie più ostiche e di difficile comprensione. Ogni argomento è collegato all'altro per cui se non riuscimo a comprenderne uno rischiamo di non riuscire a capire neanche quelli successivi. Per questo motivo avere...
Superiori

Come risolvere un'addizione tra monomi

Un'espressione algebrica è formata da somme e sottrazioni, ossia un insieme di operazioni che formano un monomio. Generalmente devono risolvere queste operazioni algebriche gli studenti che frequentano le scuole medie ed i primi anni di quelle superiori,...
Superiori

Come Risolvere Una Sottrazione Tra Due Numeri Relativi

La matematica ed in particolare l'algebra per molti studenti rappresentano dei metodi che non si riescono a concepire in modo ottimale e quindi diventano una sorta di incubo. Tuttavia con qualche accorgimento è possibile invece cavarsela senza problemi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.