Come risolvere una trasformazione isoterma per un gas ideale

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In termodinamica, molto spesso ci si imbatte nelle trasformazioni a cui i gas sono soggetti. La trasformazione isoterma o semplicemente isoterma è una trasformazione termodinamica a temperatura costante che provoca una variazione di stato del sistema fisico, mantenendo invariata la temperatura. La trasformazione isoterma di un gas, avente un comportamento ideale, può essere ridotta ad una semplice equazione, cioè pv=RT, nota come legge di Boyle. Tale equazione è rappresentata in un diagramma pressione-volume, detto piano di Clapeyron, da un ramo di iperbole equilatera. Vediamo quindi, attraverso questa guida, articolata in pochi e semplici passaggi, come risolvere una trasformazione isoterma per un gas ideale o gas perfetto, che viene descritto attraverso l'equazione di stato dei gas perfetti.

25

Le nozioni presenti in questa guida riguardano il comportamento ideale di un gas. Prima di tutto, quindi, dobbiamo misurare la pressione ridotta e la temperatura ridotta del gas, vale a dire il rapporto tra la pressione del gas e la sua pressione critica e il rapporto tra la temperatura del gas e la temperatura critica. I valori critici di ogni sostanza sono inseriti in una tabella facilmente reperibile anche su internet. In questo caso la pressione ridotta dovrà essere inferiore a 1 e la temperatura ridotta dovrà essere superiore a 2.

35

Fatta questa verifica, se il gas presenta le caratteristiche di un gas ideale, si può procedere all'applicazione della legge di Boyle. Nel caso di trasformazione isoterma, il gas subirà una trasformazione senza che vi sia alcuna variazione di temperatura dallo stadio iniziale allo stadio finale. Sfruttando la legge dei gas ideali (pv=RT dove "p" sta per pressione assoluta, "v" per volume specifico, "R" per costante del gas in questione e "T" per temperatura del gas) possiamo ottenere l'equazione che regola la trasformazione. L'equazione ottenuta sarà: pv= costante e quindi p1v1=p2v2. Con i numeri 1 e 2 si indicano rispettivamente la pressione e il volume specifico alla stato iniziale e finale.

Continua la lettura
45

Per risolvere la nostra trasformazione dobbiamo ricavare le incognite del problema che ovviamente saranno pressione o volume specifico iniziali o finali. A seconda dell'incognita dell'equazione, dovremo applicare le formule inverse per risolvere l'equazione. Ad esempio possiamo ricavare: v2=p1v1/p2 se l'incognita è il volume specifico finale oppure p2=p1v1/v2 se l'incognita è la pressione finale.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se non siete troppo sicuri di quello che fate, chiedete aiuto a qualcuno più esperto di voi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come Risolvere Una Trasformazione Isocora Per Un Gas Ideale

La fisica ci insegna che i c. D. "gas ideali" (quelli che rispettano, contemporaneamente, la legge di Boyle-Mariotte e la prima e la seconda legge di Gay-Lussac) nella realtà non esistono. Tuttavia sappiamo che vi sono sostanze gassose che, in particolari...
Superiori

Matematica: appunti sugli integrali definiti

C'è chi è del parere che la matematica è una materia scientifica che supporta le altre scienze e offre strumenti per comprenderle al meglio. Sostenitore di questa tesi, Galileo Galilei afferma che il libro della natura è scritto nel linguaggio della...
Università e Master

Come verificare la legge di Boyle

Ecco una bella ed anche molto interessante guida, mediante il cui aiuto, poter essere in grado di imparare ed anche capire per bene, come e cosa occorre far per poter verificare, nel modo corretto ed anche del tutto efficace, la famosa legge di Boyle....
Superiori

Le equazioni delle trasformazioni geometriche nel piano cartesiano

Le trasformazioni geometriche rappresentano una corrispondenza che collega ad ogni punto del piano uno o più punti del piano stesso. È quindi una corrispondenza biunivoca di tutti i punti. Per comprendere le equazioni delle trasformazioni geometriche...
Superiori

Come calcolare l'equazione di stato del gas perfetto nel caso della legge di Avogadro

Il concetto di mole permette di stabilire che una sostanza solida o liquida ha un proprio volume che cambia da sostanza a sostanza, ma quando si parla di gas nelle condizioni di stessa temperatura e pressione, questa in realtà non si modifica ma resta...
Università e Master

Teorema di Buckingham: dimostrazione

Il Teorema di Buckingham, detto anche teorema pi greco, è uno dei capitoli centrali della fisica. Il problema centrale della questione è trovare una relazione che leghi una grandezza fisica di una determinata equazione di un processo fisico alle altre...
Università e Master

Meccanica dei fluidi: le equazioni di Hugoniot

Lo studio più importante nell'ambito della meccanica dei flussi è quello relativo agli efflussi dei condotti all'interno delle turbomacchine. Per fare ciò ci si serve delle equazioni di Hugoniot che vengono realizzate in base a tre ipotesi, ovvero...
Superiori

Come calcolare la costante di equilibrio di una reazione

In questa guida vi illustrerò come calcolare la costante di equilibrio di una reazione, cioè il rapporto presente tra le concentrazioni dei reagenti e dei prodotti.Infatti nel campo chimico, si definsce una reazione quel evento in cui uno o più reagenti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.