Come Risolvere Una Sottrazione Tra Monomi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

In matematica un monomio è un'espressione letterale che è caratterizzata (contrariamente a quanto avviene per i polinomi) dal fatto che non contiene al suo interno nessuna tipologia di operazione. Questa situazione cambia quando si hanno 2 o più monomi; in questo caso è possibile eseguire le classiche operazioni che sono previste in matematica. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette informazioni su come è possibile risolvere una sottrazione tra due monomi.

27

Occorrente

  • Alcune nozioni di matematica sulle operazioni con i monomi
37

All'inizio è consigliabile studiare la regola generale. È preferibile però non impararla a memoria senza che sia stata compresa. Infatti, in matematica se non si riescono a comprendere bene le nozioni basilari risulta abbastanza difficile risolvere i quesiti che vengono posti. La regola matematica enuncia: dati due monomi per poter procedere con la sottrazione bisogna addizionare al primo monomio l'opposto del secondo.

47

Da ciò si può intuire come in realtà una sottrazione di monomi si trasforma alla fine in una semplice addizione, come avviene nel caso dei numeri relativi. Un risultato unico è possibile averlo soltanto nella sottrazione di monomi simili. Nel caso che i monomi "non sono simili" (cioè si differiscono nella parte letterale) si ottiene sempre un "polinomio" come risultato finale. Ecco un esempio; nella sottrazione: "-5ab-(-52xy)" cambiando il segno al secondo monomio si ha: "-5ab 52xy".

Continua la lettura
57

Quando i monomi sono simili (cioè hanno gli stessi coefficienti letterali) si ha "5ab-(-2ab)" che diventa "5ab 2ab" ovvero "7ab". Così facendo viene risolta, in modo corretto e semplice, la sottrazioni tra due monomi. È opportuno tener presente che quando davanti ad un numero non viene visualizzato alcun segno significa che è positivo, cioè il segno dell'addizione.

67

Approfondimenti e curiosità:

La somma algebrica di due o più monomi simili dà come risultato un monomio simile il cui coefficiente è la somma algebrica dei singoli monomi. Se i monomi non sono simili la somma non può essere applicata e l'espressione resta inalterata. Quando si ha un'espressione con più monomi bisogna sommare i termini simili fino a quando si ottiene una forma non modificabile. Il
minimo comune multiplo tra due monomi è quel monomio di grado minimo che è possibile dividere per i due dati. Per determinare la parte letterale dell'm. C. M. Tra due monomi si devono prendere tutte le lettere, comuni e non comuni, che hanno il massimo esponente.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Effettuare un corso completo di matematica

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Calcolo letterale tra polinomi

Il polinomio viene definito come un'espressione algebrica rappresentata dalla somma di uno o di più monomi denominati termini. In base al numero di questi ultimi, il polimonio cambia nome: se sono due sarà un binomio, se non tre trinomio e via dicendo....
Superiori

Come risolvere un'addizione tra monomi

Un'espressione algebrica è formata da somme e sottrazioni, ossia un insieme di operazioni che formano un monomio. Generalmente devono risolvere queste operazioni algebriche gli studenti che frequentano le scuole medie ed i primi anni di quelle superiori,...
Superiori

Matematica: esercizi sulle proprietà generali dei monomi

Qualsiasi sia la scuola che si frequenta, qualsiasi sia il suo orientamento, gli allievi, prima o poi, avranno a che fare con la matematica. Gli argomenti, lo sappiamo benissimo, sono davvero tantissimi, e tra questi ricordiamo l'argomento che si occupa...
Superiori

Come risolvere una moltiplicazione tra monomi

L'argomento che andremo a sviluppare lungo i tre passi che comporranno questa guida, sarà consono agli studenti delle medie e delle superiori. Infatti, andremo a spiegarvi come riuscire a risolvere una moltiplicazione tra monomi. Quest'argomento non...
Superiori

Come risolvere le espressioni algebriche letterali

Le espressioni algebriche letterali sono uno schema di calcolo in cui i simboli delle operazioni combinano numeri e lettere (definite variabili). È proprio grazie a queste variabili che i problemi matematici possono essere generalizzabili. Il campo di...
Superiori

Come calcolare il quadrato della somma di due monomi

Il quadrato della somma di due monomi è, in matematica, un cosiddetto prodotto notevole, ovvero un'operazione che, sebbene simile alle più classiche, ha un procedimento più semplice nella ricerca del risultato. Esiste una regola generale che va imparata...
Elementari e Medie

Come calcolare il massimo comune divisore tra monomi

Il massimo comune divisore (che normalmente viene abbreviato con l'acronimo di M. C. D.) di più numeri non è altro che il numero più grande per il quale possono essere divisi tutti i numeri dati in una operazione. In altre parole, possiamo dire che...
Superiori

Come calcolare il prodotto tra un monomio e un polinomio

Nel presente esplicativo tutorial funzionale andiamo a spiegare come calcolare facilmente il prodotto tra un monomio ed un polinomio. Questa moltiplicazione viene adoperata quando bisogna risolvere le equazioni e le disequazioni algebriche, che rientrano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.