Come risolvere un problema di fisica con la conservazione dell'energia

Tramite: O2O 26/01/2015
Difficoltà: media
16
Introduzione

Va detto prima di tutto che, nell'analisi classica della fisica meccanica la maggior parte delle grandezze analizzate sono di natura vettoriale e ciò a volte può risultare non molto comodo da un punto di vista computazionale. Per tale motivo si predilige quando possibile utilizzare nelle applicazioni grandezze scalari quale lavoro ed energia. Di seguito dunque spiegherò come risolvere nel migliore dei modi un problema di fisica con la conservazione dell'energia attraverso l'ausilio di tali grandezze. La procedura risulta un po' complessa da imparare, almeno agli inizi, ma con un po' di impegno ed applicazione è possibile impararla, considerando che è un argomento molto spiegato a scuola. Servono parecchi esercizi per poter avere la padronanza di questo problema, considerando che spesso sono anche oggetto di verifiche assegnate da parte dell'insegnante di fisica. Solo seguendo tutte le informazioni della guida, sarà possibile ottenere dei buoni risultati risolvendo il problema in questione.

26
Occorrente
  • Nozioni su forze conservative e non conservative
  • Lavoro di una forza
  • Legge di conservazione dell'energia meccanica
36

Innanzitutto va preso in esame il sistema mostrato in figura. Esso è costituito da una molla carica su cui è posizionato un corpo di massa M su un piano scabro di coefficiente di attrito dinamico %u1DAF, e successivamente una guida circolare di raggio R posta a distanza l dalla molla. L'obiettivo dunque è quello di conoscere la velocità (espressa come Va), raggiunta alla base della guida circolare se la molla è compressa di una quantità x ed inoltre qual è la minima velocità affinché la massa compia un giro completo.

46

Ogni qual volta si dovesse avere l'esigenza trovare una velocità, bisogna cercare di applicare, se possibile, quella che è la legge di conservazione dell'energia in quanto con le leggi della dinamica si potrà trovare sempre un'accelerazione e mai una velocità. Scrivere dunque la legge di conservazione dell'energia %u0394U %u0394k=Lnc, dove %u0394U è la variazione di energia potenziale, %u0394K la variazione di energia cinetica e Lnc il lavoro delle forze non conservative. La variazione di energia potenziale lungo il tragitto è 0 in quanto M resta sempre alla stessa altezza, la variazione di energia potenziale della molla è -1/2k (x^2), la variazione di energia cinetica è (1/2m (Va)^2)-0 (lo 0 è giustificato in quanto il corpo parte da fermo) mentre Lnc=-%u1DAFMgl in quanto l'unica forza non conservativa in gioco è la forza di attrito col piano. Risolvendo l'equazione, si andrà ottienenendo di conseguenza il valore della velocità in A, ossia Va=sqrt (2/M)(1/2k (x^2)-%u1DAFMgl).

Continua la lettura
56

Per quanto riguarda la minima velocità affinché il corpo compia un giro completo, sarà sufficiente considerare che nel movimento circolare lungo la guida le forze agenti sul corpo M sono la forza peso Mg e la reazione della guida N secondo la seguente relazione N Mg=Ma dove la a in considerazione non è altro che un'accelerazione centripeta. Infatti, M si muove di moto circolare e quindi si avrà a =(V^2)/R. Siccome si sta cercando quello che è il valore minimo della velocità, sarà assolutamente necessario trovare il valore minimo dell'equazione N Mg il che si avrà quando N=0 (Mg deve essere fissa in quanto sia M che g sono costanti). Da qui si otterrà che la minima velocità nel punto di massima altezza sarà V=sqrt (gR). Sarà sufficiente ora imporre la legge di conservazione dell'energia %u0394U %u0394k=0 che esplicitata sarà 1/2M (V^2-Va^2) 2MgR=0 e trovare il valore dell'unica incognita Va.

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come risolvere un problema di fisica sul moto di un proiettile

La fisica è una delle materie più ostiche, ma anche più importanti, per tutti quegli studenti che intraprendono gli studi scientifici e che quindi decidono di frequentare l'istituto tecnico industriale oppure il liceo scientifico. La fisica comprende...
Università e Master

come risolvere un problema di fisica sul piano inclinato

La fisica abbraccia un ramo scientifico abbastanza ampio, in cui è possibile eseguire diversi calcoli ed eseguire vari esperimenti, che consentono di dimostrare determinate teorie, in maniera pratica. Lo studio della fisica può avvenire anche attraverso...
Università e Master

5 buoni consigli per iniziare lo studio della fisica quantistica

La fisica quantistica, detta più precisamente meccanica quantistica, è la branca della fisica che studia il comportamento della materia, dell'energia e delle interazioni tra loro. Questa teoria è stata il punto di svolta principale dalla fisica classica....
Università e Master

Appunti di fisica tecnica ambientale

Quando si frequenta un istituto tecnico, le materie più apprezzate dagli studenti risultano sicuramente l'informatica e la fisica. Quest'ultima si diversifica in numerose tipologie (come matematica, nucleare, medica o atomica) e tratta principalmente...
Università e Master

Come risolvere un circuito con le leggi di kirchhoff

Nel 1845, un fisico tedesco, Gustav Kirchhoff, sviluppò una coppia o un insieme di regole o leggi che si occupano della conservazione della corrente e dell'energia all'interno dei circuiti elettrici. Le leggi di Kirchhoff delle correnti e delle tensioni,...
Università e Master

Come preparare l'esame di fisica tecnica

Ci sarà sicuramente capitato, durante il nostro percorso scolastico, di dovere preparare alcuni particolari esami ma di non sapere da dove incominciare. Su internet potremo trovare tantissime guide che ci mostreranno alcuni semplici tecniche per riuscire...
Università e Master

Fisica tecnica: l'effetto serra

Il fenomeno dell'effetto serra è ormai entrato a far parte della conoscenza comune grazie ai telegiornali e ad altri mezzi di comunicazione che, sempre più, sottolineano il problema riguardante un suo incremento. Questo è dovuto principalmente ad un...
Università e Master

Come preparare l'esame di fisica generale

Gli esami, sono degli ostacoli a volte difficili e complessi da superare. L'ansia, lo stress e la paura di non riuscire a superare una materia specifica, rende ancora meno sicuri e preparati. Se avete il timore di non superare l'esame di fisica generale...