Come risolvere un circuito elettrico

Tramite: O2O 10/06/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

Un circuito elettrico è un generico percorso chiuso in cui le cariche elettriche possono muoversi con continuità, All'interno del circuito elettrico troviamo diversi componenti collegati tra loro mediante fili conduttori; quest'ultimi possono essere soltanto due, come la pila e la lampadina, oppure anche milioni come quelli microscopici presenti all'interno di un computer. In questa guida vedremo più nello specifico quali sono i componenti fondamentali e come risolvere un circuito elettrico in base alle leggi di Kirchhoff. Risolvere un circuito significa calcolare la tensione e la corrente per ogni bi-polo: la legge di Ohm per i resistori, la legge di Kirchhoff per le tensioni alle maglie e per le correnti ai nodi.

27

Occorrente

  • Circuito elettrico
  • Generatore di corrente
  • Interruttore
  • Fili conduttori
  • Utilizzatore
37

I componenti

Il componente più importante del circuito è il cosiddetto generatore, questo elemento serve per mantenere una differenza di potenziale tra i due punti del circuito a cui è collegato. Un esempio di generatore sono le pile e le batterie. Dai generatori deriva la forza elettromotrice o fem. Molto spesso il generatore si trova nella parte del circuito che non possiamo vedere; per esempio, nelle nostre case è situato nella centrale elettrica. Altre caratteristiche del generatore sono l'intensità di corrente massima che può erogare e la potenza. Oltre al generatore di corrente, nel circuito elettrico troviamo anche un utilizzatore, ossia la lampadina, un filo conduttore che unisce i due poli a differente potenziale e l'interruttore che serve per aprire e chiudere il circuito interrompendo o azionando il passaggio della corrente.

47

La prima legge di Kirchhoff

La prima legge di Kirchhoff viene utilizzata per risolvere circuiti più complicati, costituiti da più maglie. Considerato un circuito elettrico chiuso, identifichiamo i nodi, ossia i punti nei quali convergono tre o più tratti di conduttore e i rami, ossia tratti di collegamento tra nodi). La prima legge di Kirchhoff dice che la somma delle correnti che entrano in un nodo è uguale alla somma delle correnti che escono dal nodo. Essa afferma che la somma algebrica delle intensità di corrente di tutte le correnti confluenti in un nodo è nulla. Considerate le varie correnti che confluiscono nel nodo considerato, i segni delle correnti sono stabiliti arbitrariamente: solitamente, dopo aver scelto il segno di una delle correnti, il segno delle restanti viene determinato di conseguenza. Se nel risultato delle equazioni si ottiene un valore negativo, significherà che la corrente andrà nel verso opposto rispetto a quello arbitrario.

Continua la lettura
57

La seconda legge di Kirchhoff

La seconda legge di Kirchhoff invece riguarda le maglie che costituiscono il circuito. In base a questa legge sappiamo che la somma algebrica delle forze elettromotrici presenti nei rami della maglia è uguale alla somma algebrica delle differenze di potenziale ai capi dei restori situati nei rami della maglia. A questo proposito possiamo richiamare un'altra legge molto importante: la legge di Ohm: la differenza di potenziale ai capi di un resistore di resistenza R percorso da corrente di intensità i vale proprio Ri. Per quanto riguarda i segni, anche in questo caso, per ciascuna maglia, si può scegliere arbitrariamente un verso di percorrenza, orario o antiorario.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • È molto importante stare attenti ai segni per capire il verso della corrente
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come risolvere un circuito con le leggi di kirchhoff

Nel 1845, un fisico tedesco, Gustav Kirchhoff, sviluppò una coppia o un insieme di regole o leggi che si occupano della conservazione della corrente e dell'energia all'interno dei circuiti elettrici. Le leggi di Kirchhoff delle correnti e delle tensioni,...
Università e Master

Come risolvere un circuito col metodo potenziali nodali

Per risolvere un circuito col metodo potenziali nodali, è necessario utilizzare la legge di Ohm, in moda da rilevare le correnti sconosciute dai potenziali nodi e dalle fonti di tensioni quando è necessario. Per tutte le correnti sconosciute, bisogna...
Università e Master

Come risolvere un circuito magnetico

Un circuito magnetico è un nucleo ferromagnetico nel quale si induce un campo magnetico per mezzo di avvolgimenti percorsi da corrente elettrica alternata o per mezzo di magneti permanenti. Tali circuiti vengono impiegati per trasferire potenza attiva...
Università e Master

Come analizzare un circuito sequenziale

Come analizzare una macchina sequenziale? Per prima cosa è necessario sapere che il sistema sequenziale è un circuito nel quale in ogni istante, le uscite, dipendono oltre ai valori degli ingressi anche dalla "storia" pregressa dell'intero sistema,...
Università e Master

Confronto tra campo elettrico e campo magnetico

In questa guida vedremo il confronto tra campo elettrico e campo magnetico, anche riguardo al nostro sistema Terra. Come ben sappiamo, una corrente elettrica genera un campo magnetico e, viceversa come scoperto da Faraday, un campo magnetico può generare...
Università e Master

Come minimizzare un circuito con le mappe di karnaugh

Ormai siamo nell'era del digitale e molte delle moderne tecnologie sono basate su componenti che lavorano in modo digitale. Il digitale si differenzia dall'analogico perché qualsiasi grandezza può assumere solamente due valori, HIGH e LOW, 1 e 0. Ciò...
Università e Master

Come Calcolare L'Assorbimento Di Un Apparecchio Elettrico

In tema di risparmio energetico, argomento molto in voga in questo periodo, diventa molto importante stimare l'assorbimento di potenza dei propri dispositivi elettrici, allo scopo di monitorare i consumi e tenere sotto controllo la spesa relativa alla...
Università e Master

Come risolvere un'equazione differenziale

Questo articolo è rivolto a tutti gli studenti dell'università di matematica, ingegneria e fisica. Un'equazione differenziale è un'equazione della forma y^(n (x))=f (y^{(n-1)},.., y'', y', y, x) dove f (y^{(n-1)},..., y'', y', x) è una funzione...