Come risolvere le prove logiche di classificazione

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Sicuramente sarà capitato a tutti quanti, almeno una volta nella propria vita di dover affrontare un test di ammissione, per un corso, una scuola, una facoltà universitaria oppure un concorso pubblico. Generalmente in questi casi vengono sottoposti agli esaminandi dei test con domande riguardanti la cultura generale e dei quesiti di logica. Quando ci si trova di fronte a delle domande di tipo logico-attitudinali, i quesiti da risolvere sono abbastanza svariati e differenti tra di loro. Tuttavia esistono delle famiglie di test che vengono proposte con una certa regolarità nel tempo. In questa semplice ed esauriente guida andremo a vedere come si può risolvere una delle tipologie di test più ricorrenti, ossia le classificazioni. In questa maniera, pertanto, potrete comprendere come poter risolvere le prove logiche di classificazione nel miglior modo possibile.

24

I quesiti appartenenti al perimetro classificatorio sono in realtà conosciuti con denominazioni assai meno altisonanti. Vi stiamo, infatti, parlando di problemi relativamente simili ai classici giochi "trova l'intruso" o altri correlati. Tendenzialmente vengono sottoposti degli elenchi di parole (in ogni caso mai meno di tre) ed è richiesto di segnalare l'elemento estraneo al resto del gruppo. Si tratta di un problema che assume un profilo prettamente classificatorio, dal momento che è possibile riuscire ad identificare l'intruso solamente dopo aver classificato il gruppo a cui esso non può appartenere.

34

A questo punto, vi facciamo considerare un altro elenco di parole: rosso, rosa, giallo. Per determinare l'intruso, in questo piccolo esempio, innanzitutto è possibile constatare che tutte le parole denotano colori, senza particolari eccezioni. Ad eccezione del campo semantico. Pertanto, in questo caso ci si dovrà spostare dal campo semantico a quello lessicale. Così facendo si potrà riscontrare che due parole su tre iniziano con la lettera r, mentre una inizia con una lettera differente (ovvero la g). Il vocabolo giallo, quindi, rappresenta l'elemento estraneo al gruppo nel suo complesso. I casi in cui la classificazione semantica è possibile sono mediamente di più semplice risoluzione.

Continua la lettura
44

A questo punto, vi invitiamo a ragionare sul seguente test di logica verbale, in cui è richiesto di trovare l'elemento che non si armonizza con gli altri: Amsterdam, Berlino, Milano e Cardiff. Qui la classificazione semantica che si riesce immediatamente a rilevare presenta una denotazione chiaramente geografica. Si trattano, infatti, di importanti città europee. In questo caso è necessario lavorare ad un sotto-livello semantico, per poi chiedersi nuovamente che cosa collega la maggioranza di questi elementi tra di loro. Un'ipotesi che si può subito avanzare, è che il gruppo vero ricomprenda delle capitali europee e non semplicemente delle città. Pertanto, anche in questo caso la soluzione non è affatto proibitiva, e porta a rispondere che l'elemento da scartare è la parola Cardiff, importante città del Galles ma non capitale di uno Stato europeo. Con dei buoni libri di test, in ogni caso, si riuscirà ad arrivare all'appuntamento adeguatamente preparati.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come risolvere i limiti delle successioni irrazionali

Molti studenti avranno di certo sentito parlare di "limite di una successione". Tale limite altro non è che il valore al quale tendono i termini di una successione. Con questo concetto si vuole evidenziare l'idea che esiste sempre un punto mobile che...
Università e Master

Come Risolvere L'Esercizio Di Reazione Tra Etanolo Ed H2so4

Siete degli appassionati della chimica, sempre in cerca di qualche reazione da sperimentare nel vostro laboratorio o a casa vostra? Se la risposta a questa domanda è si, allora questa guida farà sicuramente al caso vostro. In questa guida, come avrete...
Università e Master

Come risolvere un'equazione differenziale

Questo articolo è rivolto a tutti gli studenti dell'università di matematica, ingegneria e fisica. Un'equazione differenziale è un'equazione della forma y^(n (x))=f (y^{(n-1)},.., y'', y', y, x) dove f (y^{(n-1)},..., y'', y', x) è una funzione...
Università e Master

Come risolvere un integrale triplo

La matematica è una materia affascinante ma anche molto complessa da imparare, infatti sono molte le persone che riescono, con molte difficoltà, ad impararla in breve tempo. Molti ragazzi che vanno a scuola hanno problemi con la matematica, ma una volta...
Università e Master

Come risolvere una disequazione parametrica

La matematica rappresenta una delle materie scolastiche più temute dagli studenti, per la sua difficoltà di comprensione e la costanza da mettere nel studiarla. Fra i numerosi argomenti difficili che si possono incontrare durante il percorso di studio...
Università e Master

Come risolvere un'equazione monomia in C

La matematica fa parte delle scienze in cui vengono studiate determinate materie, come ad esempio l'algebra (operazioni, espressioni ecc.) e la geometria (studio delle figure geometriche piane e solide, delle rette, dei segmenti, elle linee aperte, chiuse...
Università e Master

Come risolvere una equazione alle derivate parziali

La matematica non è un'opinione, diceva qualcuno! In effetti, se c'è qualcosa di preciso, rigoroso e non opinabile, questa è proprio la matematica, scienza univoca ed esatta. Se siete degli studenti di matematica, di fisica o di una delle numerose...
Università e Master

Come risolvere una equazione diofantea

Un'equazione diofantea è un'equazione algebrica in una o più incognite di cui si cercano le soluzioni intere. Prende il nome dal matematico Diofanto, vissuto nel III secolo d. C., noto per l'epitaffio che permette di calcolare l'età della sua morte...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.