Come risolvere le espressioni con le potenze

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La matematica, è risaputo, è la bestia nera di molti studenti, ma in questo articolo, passo dopo passo, ti darò tutte le indicazioni necessarie su come risolvere le espressioni con le potenze. Sebbene molti ragazzi abbiano un po' di problemi a risolvere questi esercizi, ti posso assicurare che non sono affatto difficili. È necessario seguire i prossimi passaggi in modo ordinato, né più né meno. Vediamo come procedere.

25

In primo luogo devi tenere assolutamente presente che le espressioni con le potenze, come tutte le altre, hanno delle regole ben precise da seguire per essere risolte. Se sono presenti delle parentesi è necessario risolvere per prime le operazioni che sono all'interno delle tonde, o in generale, le parentesi più interne, dopodiché prenderai in esame le parentesi quadre ed infine le graffe. Le potenze hanno la precedenza su tutti gli altri "operatori". Attenzione, se è possibile utilizzare le ormai note proprietà delle potenze allora è obbligatorio farlo, ti permetterà di semplificare notevolmente i calcoli.

35

Nel risolvere le espressioni con le potenze, comincia quindi ad eliminare le parentesi tonde, quindi le quadre e poi le graffe. In merito alle parentesi tonde, c'è da dire che all'interno di queste ultime, sono contenute delle potenze. Per poter calcolare una singola potenza, non devi fare altro che moltiplicare il numero per se stesso, il numero di volte indicato dall'esponente della potenza medesima. Quindi, se il numero per l'esempio è il 2 e l'esponente della potenza è il 2, non devi fare altro che eseguire la moltiplicazione 2 x 2, dalla quale otterrai 4 come risultato.

Continua la lettura
45

Naturalmente devi provvedere a risolvere anche le potenze successive, che sono contenute in tutte le altre parentesi, vale a dire le quadre e le graffe. Devi quindi eseguire anche la divisione fra le ultime due, che sarà un passo fondamentale che ti aiuterà a risolvere al meglio l'espressione. Ottenendo l'ultimo numero, dovrai semplicemente lasciare l'esponente che esprime il risultato, per far sì che tu possa comprendere al meglio come è stata effettivamente effettuata questa divisione. Il tutto è dato da una precisa regola, ossia quella che stabilisce che facendo la divisione fra potenze che hanno la stessa base, basta tenere la base e quindi effettuare la sottrazione fra gli esponenti.

55

Nel caso in cui come esponente tu abbia ottenuto il numero 1, non è necessario che tu lo evidenzi come potenza. L'obiettivo che ti rimane ora è quello di ottenere il risultato dell'espressione in questione. Segui quindi l'ordine delle operazioni, come in tutte le altre espressioni, tenendo in considerazione il fatto che va data la precedenza alle moltiplicazioni e alle divisioni, passando successivamente ad addizioni e sottrazioni. Fatte tutte queste operazioni, giungerai al risultato dell'espressione con potenze.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come risolvere i monomi con le potenze

Chiunque abbia frequentato un liceo scientifico saprà sicuramente che i monomi sono essenzialmente delle espressioni algebriche con dei coefficienti e delle moltiplicazioni. Nulla vieta che questi coefficienti possano acquistare qualsiasi valore, naturalmente.In...
Superiori

Come risolvere le operazioni con le potenze

Purtroppo per molti di noi, la matematica è una materia veramente ostica e difficile da capire; più si va avanti negli anni scolastici, più l' insegnamento della matematica diventa ostico e ancora più difficile comprensione soprattutto per coloro...
Superiori

Come risolvere le espressioni con le radici quadrate

Le espressioni aritmetiche si compongono di un insieme di numeri e/o variabili, uniti fra loro da una serie di operatori matematici. Esistono vari tipi di espressioni.In questo tutorial, vi illustreremo come risolvere le espressioni che contengono radici...
Superiori

Come risolvere le espressioni con i numeri relativi

Per numero relativo si intende una qualsivoglia cifra compresa nell’intervallo che va da -∞ a +∞. L’insieme viene generalmente indicato con la lettera Z. In matematica l’uso è davvero frequentissimo e la risoluzioni di espressioni che contengono...
Superiori

Come risolvere un'espressione matematica con potenze

Ci sarà sicuramente capitato, durante lo studio di materie complesse come ad esempio la matematica, la fisica, o la chimica, di non riuscire a comprendere alcuni particolari argomenti, ma sfruttando internet potremo facilmente risolvere questo problema.Sul...
Superiori

Come risolvere le espressioni algebriche letterali

Le espressioni algebriche letterali sono uno schema di calcolo in cui i simboli delle operazioni combinano numeri e lettere (definite variabili). È proprio grazie a queste variabili che i problemi matematici possono essere generalizzabili. Il campo di...
Superiori

Come risolvere le espressioni con i numeri decimali periodici

La matematica è da sempre una delle materie più odiate dagli studenti. Si sa però che con un poco di impegno e buona volontà si riescono a risolvere anche gli esercizi di matematica. Esistono diverse tipologie di espressioni e diversi gradi di difficoltà...
Superiori

Come risolvere le espressioni con le frazioni algebriche

Le operazioni con le frazione sono da sempre state un argomento ostico per quasi tutti gli studenti, figuriamoci se ora, invece che di semplici frazioni, parliamo di frazioni algebriche. La differenza sostanziale risiede nel fatto che le frazioni algebriche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.