Come risolvere le equazioni di secondo grado

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La matematica è senza ombra di dubbio la materia che più preoccupa alunni e genitori, in quanto è la più ostica e di conseguenza anche la meno amata dagli studenti di qualsiasi età, a partire da quelli dalle scuole elementari fino ad arrivare agli universitari. Questa difficoltà sta soprattutto nel fatto che ogni concetto matematico è strettamente collegato a tutti gli altri, pertanto è necessario comprenderli ed approfondirli tutti nel migliore dei modi onde evitare di riscontrare ulteriori problemi negli studi futuri. Nella seguente guida parleremo delle equazioni di secondo grado, che vengono studiate immediatamente dopo quelle di primo grado e la cui difficoltà può variare a seconda del numero delle incognite. Vediamo allora come risolvere le equazioni di secondo grado.

25

Tipologie di equazioni

Ricordo che per il teorema fondamentale dell'algebra le soluzioni della nostra equazione devono essere sempre 2 (eventualmente coincidenti) oppure nessuna. Un'equazione di secondo grado è detta "pura" se b=0 (ax^2+c=0); "spuria" se c=0 (ax^2+bx=0); "monomia" se b e c=0 (ax^2=0). Nel primo caso si trova la radice quadrata del termine noto (non ammette soluzioni se c<0); nel secondo si raccoglie la x e si risolve per la legge di annullamento del prodotto ottenendo due soluzioni di cui un nulla e infine nel terzo le due soluzioni sono nulle e coincidenti.

35

Risoluzione delle equazioni complete

Adesso guardiamo insieme come risolvere le equazioni Complete. Il metodo da seguire è il seguente: si calcola il discriminante dell'equazione con formula Δ=b^2-4ac. Il Δ è solo un numero ma ci consente di dire se l'equazione ha soluzioni o meno, infatti se il Δ<0 l'equazione non ha soluzioni; se il Δ>0 l'equazione ha 2 soluzioni distinte; se Δ=0 l'equazione ha 2 soluzioni coincidenti. Adesso calcoliamo i due possibili valori dell'incognita x in questo modo: x1/2 = (-b ± √Δ)/ 2a. Una volta trovate le soluzioni non ci resta che sostituirle nell'equazione originaria per verifica, e se abbiamo svolto bene i calcoli l'ugualianza dovrebbe essere verificata!

Continua la lettura
45

Metodo della somma e prodotto

Un altro metodo alternativo alla risoluzione è quello della "somma e prodotto" (s= x1+x2 e p= x1·x2). Infatti basta trovare due numeri che sommati diano un numero e moltiplicati un'altro, ma che appartengono sempre all'equazione in questione. Facciamo un esempio: l'equazione x^2+5x+4=0 può essere risolta con questo metodo trovando 2 numeri che soddisfino la relazione precedente. Questi 2 numeri sono 1 e 4, infatti 1+4=5 e 1·4=4. A questo punto possiamo dire che le soluzioni dell'incognita sono x1=1 e x2=4.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come risolvere un'equazione di secondo grado

La matematica non è un’opinione. Ciò significa che le regole matematiche in essa contenute non sono soggette a modifiche e adattamenti da parte degli utenti che ne fanno uso, motivo per cui tale disciplina viene spesso vista in maniera ostica da coloro...
Superiori

Come risolvere le equazioni di 1 grado

La matematica è una materia importantissima che va studiata con molta attenzione. Non bisogna tralasciare nessun argomento e occorre imparare le formule necessarie a svolgere l'argomento trattato. Tra gli argomenti più importanti in assoluto vi sono...
Superiori

Come trovare l'intercetta nelle equazioni di secondo grado

Le equazioni di secondo grado vengono espresse nella forma ax^2+bx+c=0, dove i coefficienti a, b e c sono diversi da 0. Detto questo, immaginiamo di dover rappresentare l'equazione in un grafico cartesiano bidimensionale, avremo quindi l'ascissa x e l'ordinata...
Superiori

Come risolvere le equazioni con il secondo principio di equivalenza

Nelle scuole non sempre viene preso in considerazione il fatto che i ragazzi di oggi sono sempre più difficili da gestire. Ci sono alcuni alunni che non sono in grado di studiare e capire tutti gli argomenti matematici che un programma scolastico ha...
Superiori

Come risolvere equazioni lineari di ordine superiore al secondo

Normalmente, in qualsiasi posto del mondo, ci sono dei ragazzini che non sono in grado di capire e calcolare le varie sfumature della matematica generale. Non perché non sono intelligenti, ma semplicemente poiché hanno bisogno di un approfondimento...
Superiori

Come risolvere le disequazioni di grado superiore al secondo

La matematica è da sempre l'incubo per gran parte degli studenti delle scuole medie superiori. In special modo, equazioni e disequazioni rappresentano uno scoglio difficile da superare. In questa guida spiegheremo come risolvere le disequazioni di grado...
Superiori

Come risolvere i sistemi simmetrici di secondo grado

Per risolvere il sistema elementare introduciamo la variabile ausiliaria {\displaystyle t} e scriviamo l'equazione {\displaystyle t^{2}-st+p}. Le due soluzioni {\displaystyle t_{1}} e {\displaystyle t_{2}} sono le soluzioni del sistema. Possiamo utilizzare...
Superiori

Guida alle equazioni di grado superiore al primo riducibili al primo grado

Le equazione rappresentano un argomento della matematica che, non sempre, risulta di facile comprensione per tutti gli alunni. Il motivo di tale difficoltà risiede, essenzialmente, nel numero elevato di regole, formule e teoremi. Attraverso i passi di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.