Come risolvere le equazioni con il secondo principio di equivalenza

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nelle scuole non sempre viene preso in considerazione il fatto che i ragazzi di oggi sono sempre più difficili da gestire. Ci sono alcuni alunni che non sono in grado di studiare e capire tutti gli argomenti matematici che un programma scolastico ha da offrire. Per questo molte volte si è costretti a delle misure di sicurezza per aiutare il ragazzo a passare l'anno scolastico. Alcuni genitori ricorrono a delle lezioni extra scolastiche, chi si fa aiutare da dei professori per delle lezioni fuori orario e chi invece prende ripetizioni da persone che hanno finito da poco la scuola. Ma anche noi possiamo aiutarvi, mettendo per iscritto e con qualche esempio il metodo su come risolvere le equazioni con il secondo principio di equivalenza.

26

Occorrente

  • Libro di matematica
36

Capite il funzionamento di un'equazione

Per prima cosa è importante sapere di cosa stiamo parlando effettivamente. Un'equazione non è altro che un calcolo matematico interposto da un segno di uguaglianza, ovvero un uguale. Questi dati servono a trovare un coefficiente o un numero che è ignoto, nascosto da una x. Tramite dei principi fondamentali siamo in grado di riuscire a svolgere la suddetta equazione così da capire il reale quantitativo numerico dell'incognita, svolgendo del tutto il calcolo matematico. Niente di più semplice detto a parole, ma vediamo insieme qualche esempio.

46

Calcolate il valore dell'incognita

Se per esempio abbiamo una semplice equazione di primo grado, con solo un'incognita da trovare quindi, non ci serve nulla di così difficile per capire come fare. Mettiamo che ci sia un sei più un due, rivolto tutto uguale a x. Semplicemente basta sommare i due numeri che sappiamo e troviamo l'incognita. In questo caso sarà un semplice otto. Potete anche esercitarvi con delle equazioni un pochino più complesse, magari con qualche numero in frazione o qualche potenza. Impegnatevi ed esercitatevi spesso, così da essere sempre più sicuri e più bravi nel risolvere questi semplici calcoli matematici.

Continua la lettura
56

Applicate il secondo principio di equivalenza

L'ultima cosa da sapere adesso è come applicare il secondo principio di equivalenza all'interno di una equazione. Per fare questo dovete sapere che il principio in questione prende in considerazione l'utilizzo delle frazioni. In pratica non è altro che mettere un denominatore sia alla parte sinistra dell'equazione che alla parte destra. In questo modo sarete in grado di semplificare il numeratore noto e quindi riuscirete a trovare l'incognita data in frazione. A questo punto non vi resta che sostituire i dati e avrete finito il calcolo matematico.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate sempre tanti esercizi

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come risolvere un sistema di primo grado col metodo di addizione e sottrazione

Gli alunni delle scuole superiori, si troveranno ben presto a dover fare i conti con le tanto odiate equazioni. In questa guida vedremo come risolvere un sistema di primo grado col cosiddetto metodo di addizione e sottrazione. Tramite questo procedimento,...
Elementari e Medie

Come Svolgere Un'Equazione Con Il Principio Di Equivalenza

L'equazione è un uguaglianza tra due espressioni letterali, le cui lettere si chiamano variabili o incognite. Il grado dell'equazione rappresenta il numero massimo di soluzioni che si possono avere da una data equazione. Le incognite posso essere determinate,...
Superiori

Appunti di matematica: le equazioni e le disequazioni

Equazioni e disequazioni sono un argomento spesso ostico ma con i giusti appunti di matematica può essere davvero facile comprenderle. Le equazioni sono una uguaglianza numerica tra due espressioni contenenti una o più incognite. Queste possono essere...
Superiori

Le equazioni delle trasformazioni geometriche nel piano cartesiano

Le trasformazioni geometriche rappresentano una corrispondenza che collega ad ogni punto del piano uno o più punti del piano stesso. È quindi una corrispondenza biunivoca di tutti i punti. Per comprendere le equazioni delle trasformazioni geometriche...
Superiori

Come risolvere un sistema a due incognite

In matematica, per sistema di equazioni a due incognite si intende un insieme di due equazioni contenenti due incognite le cui soluzioni devono contemporaneamente soddisfarle tutte. Per risolvere un sistema di equazioni si intente riuscire a trovare l'insieme...
Superiori

Come discutere un'equazione parametrica di primo grado con il metodo diretto

Un'equazione è l'equivalenza tra due espressioni letterali. La soluzione o radice si ottiene attribuendo alle incognite dei particolari valori numerici. Se i coefficienti di un'equazione di primo grado sono funzioni di una o più variabili, anche le...
Superiori

Come utilizzare le operazioni inverse per isolare una variabile

Per utilizzare un'espressione inversa ed ottenere una variabile, occorre sapere prima di tutto che cosa sia un'uguaglianza tra due espressioni. Per esempio, 3a - C alla seconda = d- a. In quest'espressione le lettere si chiamano variabili. Se si assegna...
Superiori

Come ottenere la forma canonica di un sistema

Vuoi sapere come ottenere la forma canonica di un sistema? Per risolvere questa domanda dovete continuare la lettura che è stata integrata con parti di teoria ed esempi pratici risolti passo per passo. Sono necessarie nozioni di base sulle equazioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.