Come risolvere la potenza di un monomio

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Sui banchi di scuola, durante le ore di matematica, prima o poi si viene a conoscenza dei monomi. Di cosa si tratta? Il monomio è una parte importante dell'algebra. Più esattamente consiste in un'espressione algebrica. In questa, abbiamo a sinistra un coefficiente numerico, formato da un qualunque numero. A destra c'è invece la parte letterale. Essa può contenere una o più lettere, ciascuna con un esponente. Esiste un solo tipo di operazione ammissibile nella parte letterale: la moltiplicazione. I monomi si raggruppano in uguali, simili e opposti. I primi sono identici, i secondi contengono la stessa parte letterale così come i terzi. Questi ultimi hanno però come coefficienti due numeri relativi opposti. Un monomio si considera ridotto a forma normale se contiene un solo fattore numerico (messo al primo posto), e potenze con basi letterali diverse tra loro. Questa si ottiene elevando il coefficiente numerico all'esponente indicato e applicando la regola per il calcolo della potenza, alla parte letterale. In generale, i monomi con contemplano addizioni e sottrazioni. Bene, con la premessa ho terminato. Nel seguito vi spiegherò come risolvere la potenza di un monomio.

27

Occorrente

  • Testo di algebra
37

Potenza di un monomio: definizione

Ora che sapete cos'è un monomio, vi sarà facile capire il concetto di potenza di un monomio.
In effetti è semplice. Tale definizione indica il prodotto di monomi uguali fra loro. Non è difficile, vero? Scendendo in dettaglio, nella potenza di un monomio il coefficiente è il prodotto del numero elevato alla potenza data, ossia quella da calcolare. La parte letterale è il prodotto delle singole parti letterali. In tali fattori (letterali, stiamo parlando di questi) ciascun esponente è la moltiplicazione dei singoli esponenti. Riassumendo le cose da rammentare sono due. Uno: nella potenza di un monomio i coefficienti si elevano a potenza. Due: l'esponente di ciascun fattore letterale invece si moltiplica.

47

Potenza di un monomio: calcolo

Ora passiamo al calcolo. Facciamo conto di dover risolvere una potenza elevata alla terza. È la seguente: (-4a b^2 c^3)^3. Il primo passaggio per risolvere la potenza di un monomio richiede di
isolare il numero e le componenti letterali. Fermo restando, ovviamente, che per ogni valore dovete mantenere l'elevazione a potenza "^3". Risolvete, innanzitutto, la parte numerica. In questo caso essa consiste nel coefficiente -4. Occorre quindi elevarlo al cubo. Otterrete ovviamente -64. Adesso occupatevi dei fattori letterali. Dei medesimi in sostanza occorre moltiplicare ciascun esponente per il numero della potenza. Ricordate che in questo caso non si tratta di elevazione a potenza però.

Continua la lettura
57

Potenza di un binomio: risultato

Detto in altre parole, ogni singolo esponente è il risultato del prodotto tra l'esponente "diretto" e quello che si trova fuori dalla parentesi. Questo significa ch, nel caso di "a" avrete, ad esempio, "1x3", ovvero "3". Procedete in modo analogo per i seguenti. Al termine, avrete il risultato della potenza richiesta, ovvero "-64a^3b^6c^9". Ecco come risolvere la potenza di un monomio.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Comprendere bene il concetto di monomio prima di procedere con le operazioni
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come risolvere la potenza di un radicale

Uno dei problemi che i ragazzi incontrano nello studio della matematica durante la loro carriera scolastica, è sicuramente lo svolgimento della potenza di un radicale: appena la si incontra, infatti, può sembrare un'operazione molto difficile, ma in...
Superiori

Come risolvere una potenza con esponente fratto

La matematica è senza ombra di dubbio la materia che più preoccupa alunni e genitori, in quanto è la più ostica e di conseguenza anche la meno amata dagli studenti di qualsiasi età, a partire da quelli dalle scuole elementari fino ad arrivare agli...
Superiori

Come calcolare il prodotto tra un monomio e un polinomio

Nel presente esplicativo tutorial funzionale andiamo a spiegare come calcolare facilmente il prodotto tra un monomio ed un polinomio. Questa moltiplicazione viene adoperata quando bisogna risolvere le equazioni e le disequazioni algebriche, che rientrano...
Superiori

Come Moltiplicare Un Polinomio E Un Monomio

I polinomi e i monomi sono un prodotto tra numeri e lettere; essi quindi non sono altro che il risultato di una oppure più moltiplicazioni. I polinomi sono una somma algebrica di monomi, cioè sono il risultato di addizioni, sottrazioni e moltiplicazioni...
Superiori

Come Dividere Un Polinomio Per Un Monomio

Quando si ha a che fare con le materie matematiche è fondamentale non dimenticare neanche un argomento, in quanto tutto risulta piuttosto dipendente da quanto studiato in precedenza. Tuttavia, è di enorme aiuto ogni tanto riuscire a ripassare nozioni...
Superiori

Come risolvere le espressioni algebriche letterali

Le espressioni algebriche letterali sono uno schema di calcolo in cui i simboli delle operazioni combinano numeri e lettere (definite variabili). È proprio grazie a queste variabili che i problemi matematici possono essere generalizzabili. Il campo di...
Superiori

Come semplificare una funzione di potenza

Nelle espressioni matematiche, si possono riscontrare potenze con risultati molto elevati. Ciò potrebbe complicare i calcoli. Pertanto, bisogna semplificare la funzione di potenza, semplificando il calcolo. In questo modo, sarà più semplice effettuare...
Superiori

Come calcolare la potenza minima

Spesso, nelle applicazioni di fisica, ingegneria e scienza dei materiali, le prestazioni delle apparecchiature possono essere massimizzate riducendo al minimo la potenza necessaria per il loro funzionamento. Piuttosto che accendere e spegnere in continuazione,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.