Come risolvere i rapporti trigonometrici

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I rapporti trigonometriche possono essere utilizzati non solo per trovare la lunghezza dei lati di un triangolo rettangolo, ma anche per trovare la misura dei relativi angoli. I passi sono gli stessi di quelli che utilizziamo per risolvere un lato, ma il processo apparirà leggermente diverso. Per svolgere e semplificare queste operazioni, è possibile servirsi di una calcolatrice scientifica. Vediamo allora come risolvere i rapporti trigonometrici.

26

Il seno e il coseno sono funzioni periodiche, di periodo T=2kπ con k intero. I grafici di queste due funzioni si chiamano rispettivamente sinusoide e cosinusoide. I valori di seno e coseno vengono calcolati in funzione di angoli, misurati in gradi. Ci sono degli angoli importanti in cui è bene conoscere i valori delle due funzioni in modo da agevolare i calcoli successivi.

36

Gli angoli da ricordare sono 0°, 30°, 45°, 60° e 90°. Cominciamo ad esaminare la funzione seno in corrispondenza di tali angoli. Come si può osservare dalla tabella il seno assume un valore nullo per 0° e un valore unitario per 90°. Possiamo quindi dedurre che tale funzione ha 1 come valore massimo. Il coseno invece si comporta in 0° e 90° in modo "opposto" al seno, acquistando per tali angoli rispettivamente i valori 1 e 0.

Continua la lettura
46

Nel risolvere un triangolo rettangolo ci si potrebbe trovare in uno dei seguenti 4 casi: si conoscono due angoli e un lato; si conoscono tutti e tre i lati; si conoscono due lati e l'angolo compreso fra loro; si conoscono due lati e un angolo opposto ad uno di essi. Esistono alcuni teoremi utili nella risoluzione dei triangoli rettangoli.

56

Il 1° teorema afferma che in un triangolo rettangolo, la misura di un cateto è uguale al prodotto della misura dell' ipotenusa per il seno dell' angolo opposto oppure per il coseno dell'angolo adiacente. Il 2° teorema afferma che in un triangolo rettangolo la misura di un cateto è uguale a quella dell' altro cateto per la tangente dell' angolo opposto al primo o per la cotangente dell' angolo adiacente. La tangente e la cotangente sono funzioni derivate dalle funzioni seno e coseno. La tangente è data dal rapporto fra seno e coseno mentre la cotangente è data dal rapporto fra coseno e seno.

66

Poiché i rapporti di seno e coseno comportano la divisione tra uno dei due lati e l'ipotenusa, i valori saranno mai maggiori di 1; questo perché un numero diviso per un altro numero più grande è sempre inferiore a 1. Di conseguenza, tutti i triangoli opposti e adiacenti possono avere valori molto diversi. Questo indica che il rapporto della tangente può avere valori molto grandi e molto piccoli, a seconda delle dimensioni del triangolo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come risolvere i problemi di trigonometria

I problemi che la matematica si pone di risolvere sono molteplici e riguardano tutti i campi, sia strettamente matematici, come la geometria o l'algebra, sia di materie che della matematica hanno fatto un fondamentale alleato, come l'economia. Partendo...
Superiori

Come risolvere un sistema a due incognite

In matematica, per sistema di equazioni a due incognite si intende un insieme di due equazioni contenenti due incognite le cui soluzioni devono contemporaneamente soddisfarle tutte. Per risolvere un sistema di equazioni si intente riuscire a trovare l'insieme...
Superiori

Come risolvere un problema del tre semplice diretto

Il problema del "tre semplice diretto" rappresenta un quesito logico, di tipo matematico, che viene molto spesso posto agli studenti delle scuole medie e superiori. Questa tipologia di calcolo aritmetico è caratterizzata dalla presenza di tre variabili...
Superiori

Come risolvere un limite con forma indeterminata infinito/infinito

Al fine di risolvere una funzione matematica a volte è necessario risolvere uno o più limiti.In generale i limiti possono essere di: una successione, una funzione (il caso che andremo a considerare in questa trattazione), un ultrafiltro e insiemistico.Nello...
Superiori

Come Risolvere I Casi Particolari Della Divisione Con I Numeri Relativi

I numeri relativi fanno parte di una categoria di numeri certamente molto utilizzata in matematica. Molti, infatti, sono gli ambiti in cui essi trovano applicazione. Tra le operazioni fondamentali che possono essere fatti con i numeri relativi si colloca...
Superiori

Come risolvere una proporzione con due incognite

Quando sentiamo il termine matematico "proporzione" significa che siamo in presenza di un uguaglianza fra due rapporti i quali a loro volta presentano le stesso identico risultato. Per fare un esempio pratico, supponiamo di avere a nostra disposizione...
Superiori

Come risolvere la potenza di un numero relativo

I numeri relativi sono numeri preceduti dal segno + o dal segno -. Quelli preceduti dal segno + sono detti positivi, quelli preceduti dal segno - sono detti negativi. La parte numerica di un numero relativo si chiama valore assoluto. Elevare a potenza...
Superiori

Come risolvere le funzioni quadratiche impostate a zero

Risolvere le funzioni quadratiche può sembrare difficile ma nello stesso tempo particolare nelle loro immense logiche, che, al momento della soluzione, possono apparire di gran lunga facili ed efficienti calcolando così, quelli che sono i loro determinati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.