Come risolvere i problemi di trigonometria

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

I problemi che la matematica si pone di risolvere sono molteplici e riguardano tutti i campi, sia strettamente matematici, come la geometria o l'algebra, sia di materie che della matematica hanno fatto un fondamentale alleato, come l'economia. Partendo da questa base fondamentale ora possiamo affrontare il sistema di regole, che si cercherà di rendere nel modo più semplice possibile, per comprendere come risolvere i problemi di trigonometria.

25

Occorrente

  • Conoscenza matematica di livello medio/alto
35

Gli elementi del problema

Prima di iniziare a risolvere i problemi di trigonometria, è fondamentale capire e riconoscere tutti gli elementi del problema. Consideriamo, ad esempio, un problema di trigonometria che riguardi un triangolo con un angolo acuto alfa di vertice V e di lati a e b; prendiamo su uno dei suoi lati, per esempio il lato a, i punti P, P primo, P secondo, ecc. Tracciamo da questi punti le linee perpendicolari all'altro lato, il lato b, che lo incontrano nei punti Q, Q primo, Q secondo, ecc. I triangoli V P Q, V P primo Q primo, V P secondo Q secondo sono tutti simili fra loro e perciò il rapporto fra i lati omologhi, e quindi fra le loro misure, si mantiene costante. Ciascuno di questi rapporti non dipende dal punto P scelto su un lato, ma solo dall'angolo alfa considerato. Questo significa che in un triangolo rettangolo il rapporto fra un cateto e l'ipotenusa, o fra i cateti, dipende solo dall'angolo acuto che essi formano.

45

La somma e la sottrazione

Altre formule trigonometriche principali per i problemi di trigonometria sono poi quelle per la somma e la sottrazione di archi e per la duplicazione di archi. Per queste formule è bene avvalersi di un libro di testo di Algebra e trigonometria per poterle applicare ed enunciare correttamente ed in modo completo ed esaustivo. Naturalmente, una volta imparate, le formule vanno utilizzate per risolvere equazioni e disequazioni goniometriche e quindi anche per i problemi di trigonometria.

Continua la lettura
55

Equivalenze tra il sistema sessagesimale

Alcuni tipologie di problemi di trigonometria riguardano poi le equivalenze tra il sistema sessagesimale e quello circolare, i sistemi più importanti per la misura degli angoli. Quest'ultimo, quello circolare, è quello utilizzato dalla trigonometria e si basa sulla misura di radianti degli angoli. Il sistema circolare utilizza quindi come unità di misura il radiante, definito come l'arco di una circonferenza lungo quanto il raggio. All'angolo di 360 gradi corrisponde l'angolo di 2 pi greco, all'angolo di 180 gradi corrisponde l'angolo di pi greco e così via. Per trasformare un angolo da radianti in gradi e viceversa si usa la proporzione: 180 gradi: pi greco = x gradi: x radianti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Introduzione alla trigonometria

Grazie alla scuola, ognuno di noi è riuscito in qual modo a capire termini e sistemi: matematici, d'italiano, o altre materie, ognuna importante, per entrare nel mondo del lavoro. In questa guida cercheremo di capire: introduzione alla trigonometria,...
Superiori

Appunti di trigonometria: funzioni goniometriche derivate da sin e cos

La trigonometria, il cui nome deriva dal greco e significa "risoluzione del triangolo", è quella branca della matematica destinata appunto allo studio dei triangoli, partendo dai loro angoli. Tramite delle particolari funzioni, dette goniometriche o...
Superiori

Come calcolare il coseno di un angolo

In trigonometria, dato un triangolo rettangolo, il coseno di uno dei due angoli interni adiacenti all'ipotenusa è definito come il rapporto tra le lunghezze del cateto adiacente all'angolo e dell'ipotenusa. Più in generale, il coseno di un angolo alpha,...
Superiori

Come semplificare seno e coseno

La trigonometria è una parte della matematica piuttosto interessante che ci consente di studiare in maniera approfondita e scientifica la costruzione di varie figure geometriche. Grazie allo studio di particolari funzioni e formule è possibile risalire...
Superiori

Trigonometria: grafici delle principali funzioni

In un primo momento, durante lo studio della trigonometria i rapporti trigonometrici riguardano solo i triangoli rettangoli. Poi si imparano a trovare i rapporti tra qualsiasi angolo, con tutti e quatto i quadranti. Successivamente si parla di cerchio...
Superiori

Come tracciare il grafico di una funzione trigonometrica

La trigonometria è quella scienza matematica che ha per oggetto lo studio dei triangoli, partendo proprio dagli angoli che li compongono. Grazie alle regole e alle funzioni della trigonometria dunque, è possibile calcolare le misure dei vari elementi...
Superiori

Come trovare seno e coseno avendo la tangente

Uno dei primissimi obiettivi della trigonometria, consiste nello studio delle funzioni goniometriche, ossia particolari funzioni costruite a partire dalla circonferenza geometrica. Tra queste, le prime e più importanti, sono il seno e il coseno. Se dovete...
Superiori

Come applicare le formule di duplicazione

In trigonometria, la parte della matematica che studia i triangoli e il loro sviluppo a partire dai loro angoli, le formule di duplicazione si applicano per trovare il valore di seno, il coseno e la tangente di 2 α conoscendo il valore iniziale di seno,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.