Come risolvere i problemi di massimo e minimo con le derivate

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Se dovete risolvere problemi relativi alle derivate, riguardanti il massimo e minimo di una funzione, questo tutorial vi aiuterà nell’intento. Il concetto è abbastanza macchinoso, ma con l’adeguata applicazione e il giusto apprendimento delle nozioni di base, la soluzione sarà più semplice di ciò che crediate. Ricordate che, nel campo dell’analisi matematica, si definisce derivata quella grandezza puntuale che misura come e quando il risultato di una funzione f vari al mutare di x. Con il concetto di massimo e minimo, quindi, si intende il valore estremo (positivo o negativo) che x può assumere nel dominio. Ecco come fare.

27

Occorrente

  • Un buon libro di analisi matematica
37

Correlazione tra derivata e massimo e minimo

La derivata aiuta tantissimo nel andamento di una funzione, infatti quando la derivata sarà positiva, la funzione sarà crescente, invece quando la derivata sarà negativa decresce, proprio per questo nel punto in cui è la derivata si annulla, cioè quella in cui è uguale a zero, quel punto sarà di massimo o minimo relativo, poiché la derivata passa da essere positiva a negativa o l'inverso, quindi la funzione da crescente a decrescente o l'incontrario. Quindi in definitiva un punto di massimo o minimo relativo lo si avrà(salvo eccezione in cui ad esempio il punto in questione sarà all'estremo della funzione), quando la derivata della funzione in questione si annullerà cioè sarà uguale a 0, il massimo sarà assoluto quando sarà il maggiore tra i massimi relativi, di conseguenza sarà minimo assoluto quello che sarà il minore tra i minimi relativi.

47

Il concetto di derivata: dal punto di vista geometrico

Ecco un esempio pratico di calcolo: supponete di dover trovare, nell’intervallo -4< y<4, il punto di massimo e di minimo della seguente funzione:
x = 2y³ + 3 y² - 12 y
Calcolatene la derivata e imponete il valore di x’=0
x’=6y² + 6y -12
6y² + 6y -12 = 0
Semplicizzate il tutto, dividendo per 6:
y² + y – 2 = 0
Applicando la formula dell’equazione di II grado, otterrete i seguenti valori, che possono essere presi in considerazione perché compresi tra – 4 e +4:
y1 = (-1 + 3) / 2 =
y1 = 2 / 2 = 1

y2 = (-1 -3) / 2 =
y2 = -4 / 2 = - 2.

Continua la lettura
57

Esempio pratico:1°passo

Non vi rimane che riprendere la funzione x = 2y³ + 3 y² - 12 y e sostituire a y rispettivamente i valori – 4, - 2, 1 e +4, così da ottenere i seguenti risultati:
1) x (-4) = 2 (-4) ³ + 3 (-4) ² - 12 (-4) = -32
2) x (-2) = 2 (-2) ³ + 3 (-2) ² - 12 (-2) = 20
3) x (1) = 2 (1) ³ + 3 (1) ² - 12 •1 = -7
4) x (4) = 2 (4) ³ + 3 (4) ² - 12 • 4 = 128
Il risultato più basso (-32) corrisponde al minimo della derivata, mentre quello più elevato (128) è il suo punto massimo, considerato l’intervallo di – 4 e + 4.
Avrete notato che, avendo chiari determinati concetti, la risoluzione al problema non è poi così complicata: vedrete che, applicandovi costantemente, otterrete sicuramente dei risultati ottimali.

67

2° passo

Vi sia chiaro che il massimo ed il minimo di una derivata possono trovarsi o in un punto relativo del dominio, o ai suoi estremi. Nel primo caso, dovete sempre considerare due opzioni: che la derivata non esiste, oppure che esiste e, conseguentemente, si deve annullare.
Questo concetto deriva dal teorema di Fermat, che enuncia che l’annullamento della derivata di f, in un punto x0, è assolutamente necessaria affinché lo stesso x0 diventi punto minimo (o massimo) della funzione stessa.
Potete, quindi, concludere che il massimo o minimo di una derivata possono sempre trovarsi:
a) in un punto in cui si annulla la derivata
b) in un punto in cui non esiste derivata
c) agli estremi del dominio
Questi concetti sono fondamentali per la risoluzione del problema, quindi vi consigliamo di tenerli bene in mente.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Studio assiduo ed acquisizione del corretto procedimento

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come trovare i punti di flesso di una funzione

In Analisi Matematica, lo studio di funzione è una delle operazioni fondamentali per studiare il comportamento di qualunque funzione, che sia lineare, esponenziale o trigonometrica. Consta di vari passaggi che vanno eseguiti secondo un certo ordine,...
Università e Master

Teorema di Darboux: dimostrazione

La matematica è una materia molto complessa e molto spesso può capitare di non riuscire a comprendere perfettamente un argomento. In questi casi potremo o chiedere aiuto a qualcuno in grado di spiegarci i vari passaggio oppure potremo cercare su internet...
Università e Master

Come calcolare la divergenza di una funzione

La matematica universitaria è un bel po' diversa da quella delle superiori, vero? Sì e no diciamo, molti concetti, anche se all'inizio non sembra, sono semplici ampliamenti di argomenti già visti alle superiori, triti e ritriti. Il segreto per imparare...
Superiori

Come risolvere una derivata con Wolframalpha

L'immagine del matematico che effettua i suoi complicati calcoli a mano, munito di calcolatrice, lavagna e capacità mentali, è affascinante ma, oggigiorno, poco realistica. Attualmente, chi deve "far di conto" ha a disposizione una vasta gamma di strumenti,...
Superiori

Come calcolare le derivate

Il calcolo delle derivate è un potente strumento dell'analisi matematica applicato allo studio delle funzioni. Partiamo dalle basi. Assegnata una funzione f (x) a coefficienti reali e con variabile x reale, la derivata della funzione viene indicata mediante...
Superiori

Derivate: regole di derivazione parziale

La matematica è una materia piuttosto ampia e complessa che racchiude in se moltissimi argomenti, molti dei quali collegati fra di loro. Tra gli argomenti più discussi e spiegati in ogni classe possiamo trovare le derivate parziali. Per imparare al...
Università e Master

Equazioni di Cauchy-Riemann: dimostrazione

Nel campo matematico, ed in particolare, nell'ambito dell'analisi complessa, le Equazioni di Cauchy-Riemann rappresentano elementi di fondamentale importanza. Le equazioni di Cauchy-Riemann costituiscono condizione sufficiente e necessaria affinché una...
Superiori

Matematica: regole fondamentali delle derivate

Quando in matematica si parla di algebra di derivate si fa riferimento ad una base, di natura sia teorica che pratica, attraverso la quale è possibile calcolare la derivata di qualsiasi funzione; chiaramente, per poter procedere, è fondamentale conoscere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.