Come rimanere svegli per studiare

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Questa breve, ma molto utile, guida è dedicata a tutti gli studenti. Quante volte vi siete trovati a dover affrontare un'interrogazione o un esame importante ma di non riuscire a studiare nelle ore diurne a causa di altri impegni? E quante altre avete avuto bisogno di approfondire ancora gli studi e di dover sottrarre delle ore al sonno per poterlo fare? Di sicuro la cosa piú complicata è quella di rimanere svegli per studiare. Vediamo come fare per evitare di assopirsi sui libri.

25

Occorrente

  • cene leggere
  • ambiente fresco
  • acqua fredda
35

La temperatura

Una delle cose da evitare, soprattutto nel periodo invernale, è riscaldare troppo la sanza in cui studiate. Creare un ambiente caldo e accogliente non è la cosa migliore per restare svegli, il calore genera torpore ed il rischio di addormentarsi diventa molto alto. Aiutatevi a mantenere la concentrazione bevendo, di tanto in tanto, un sorso di caffè senza esagerare per evitare effetti collaterali. Al contrario, nel periodo estivo, sarebbe bene creare un ambiente fresco e rigenerarsi con qualche sorso di una bevanda energetica. Evitate di usare dosi eccessive di bevande energizzanti o di ricorrere a rimedi come "il caffè dello studente" che finirebbero solo per rendervi ansiosi ed agitati mettendo a dura prova la vostra concentrazione.

45

Il movimento

Durante lo studio, ceracate di non restare troppo a lungo nella stessa posizione, questo puó conciliare il sonno. Alzatevi dalla sedia, ogni tanto. Camminate all'interno della stanza mentre ripetete gli argomenti per sgranchirvi le gambe e rimanere concentrati. Ogni tanto prendetevi una breve pausa per consentire alla mente di distogliersi un attimo dallo studio ed elaborare con calma le informazioni che gli state dando, approfittate di questi momenti per fare un po' di stretching che gioverà ai vostri muscoli intorpiditi. Prima di rimettervi a studiare sciacquate il viso con acqua fredda o uscite qualche istante sul terrazzo a prendere una boccata d'aria.

Continua la lettura
55

L'alimentazione

Se avete intenzione di passare parte della notte a studiare, evitate di appesantirvi a cena. Un pasto abbondante vi affaticherà e vi farà addormentare prima che ve ne rendiate conto. Optate per una insalatona accompagnata da qualcosa di altrettanto leggero. Se vi si presenteranno degli attacchi di fame durante la nottata di studio, potrete sopperire con qualche piccolo snack o un succo di frutta. Non dimenticate che, comunque, al mattino avrete una nuova giornata da iniziare e da portare avanti. Il sonno non deve essere completamente abolito altrimenti non riuscirete a tener fede agli impegni della giornata. Cercate di organizzarvi in maniera tale da riuscire a dormire almeno quattro ore, meglio se riuscite ad estendere questo tempo a sei ore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come studiare senza annoiarsi

Lo studio è un'attività importante che prende, indubbiamente, molto tempo. Oltre ad essere una cosa da fare spesso, è tante volte anche posto come un obbligo. Risulta quindi molto comune che le persone, soprattutto i ragazzi, si possano annoiare nello...
Superiori

Come andare bene a scuola senza studiare

Studiare non è mai una cosa piacevole per i bambini, che, soprattutto quando sono più piccolo, lo fanno molto svogliatamente, ottenendo infatti scarsi risultati. La scuola, da sempre, rappresenta per gli studenti la fonte di maggiori emozioni, sia nel...
Superiori

Come ottimizzare il tempo per studiare

Gli anni scolastici sono i più faticosi, ma se affrontati con metodo, possono rivelarsi un ottimo periodo di formazione e di maturità sia sotto il punto di vista culturale che nella capacità di organizzare i propri spazi e le giornate con razionalità...
Superiori

Come trovare la motivazione per studiare

Ecco una guida, molto interessante, attraverso il cui aiuto poter imparare come trovare ed anche utilizzare, la giusta motivazione, per studiare, nella maniera più efficace ed utile possibile. Studiare è veramente utile perché ci può aiutare a realizzare...
Superiori

Come studiare efficacemente

Studiare efficacemente è sicuramente un qualcosa di fondamentale importanza, non solo per assimilare le varie nozioni della materia che stiamo studiando, ma anche per superare a pieni voti i test che i nostri docenti ci propongono senza doverli ripetere....
Superiori

Come studiare in modo produttivo

Può capitare a tutti di dover studiare tante ma tante pagine di una specifica materia per poter superare un'interrogazione o un compito in classe. Con questa guida vi illustrerò come studiare in modo produttivo. Seguendo questi brevi passi otterrete...
Superiori

Come imparare a studiare meno, studiando meglio

Studiare è, per moltissime persone, una passione ed un hobby, ancora prima di essere un dovere verso sé stessi, la famiglia e gli altri. Studiare è un qualcosa che costa sacrifici e fatica, ma che porta ad enormi soddisfazioni, al di là del voto dell'esame\test\verifica:...
Superiori

5 strategie per studiare senza distrazioni

Nei mesi di giugno e luglio si avvicinano gli esami di maturità e gli esami universitari, quindi, è importante non perdere la concentrazione e dedicare il proprio tempo allo studio. Studiare è fondamentale per ottenere degli ottimi risultati e per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.