Come ridurre gli angoli al primo quadrante

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Tutti coloro che conoscono bene la matematica, sanno che la trigonometria è un ramo della matematica che si occupa delle relazioni tra gli angoli e i lati di un triangolo. Tuttavia per poter studiare la trigonometria occorre conoscere gli elementi di goniometria. In questa guida ci occuperemo di imparare un facile metodo per poter ricondurre angoli grandi ad un angolo corrispondente al primo quadrante. Leggete, dunque la guida per saperne di più su come ridurre gli angoli al primo quadrante.

26

Nel campo della goniometria spesso capita di dovere studiare angoli molto ampi o non conosciuti. Proprio per questo motivo è possibile procedere in una maniera particolare per trovare l'angolo. Questo si può ottenere riducendo il nostro angolo al primo quadrante, ovvero, capire a quale angolo (compreso tra 0° e 90°, appunto gli angoli del primo quadrante) corrisponde l'angolo dato. In sostanza troveremo un angolo noto che si trova sul primo quadrante e che ha le stesse caratteristiche del nostro angolo. Ecco quindi come procedere.

36

Se siamo alle prese con angoli superiori a 360° bisogna procedere nel modo seguente. Per trovare a quale angolo, compreso tra 0° e 360°, corrisponde un determinato angolo, superiore a 360° dobbiamo fare secondo l'esempio proposto: abbiamo l'angolo di 3668°, vogliamo trovarne uno che abbia le stesse caratteristiche di questo angolo, ma che sia compreso tra 0° e 360°. È sufficiente dividere l'angolo per 360 (3668:360=10,1888). Prendiamo adesso le cifre intere (in questo caso 10) e moltiplichiamolo per 360 (10x360=3600). A questo punto sottraiamo il numero di partenza a questo (3668-3600=68). L'angolo corrispondente a 3668° sarà 68°.

Continua la lettura
46

Se si tratta di angoli compresi fra 90° e 180° bisogna fare 180° meno l'angolo che ci serve. Riportiamo un esempio: se ci serve calcolare l'angolo di 120°, bisogna procedere con la seguente sottrazione, 180-120=60. Quindi l'angolo corrispondente a 120°, sul primo quadrante, sarà 60°.
Se invece si tratta di angoli compresi fra 180° e 270° bisogna sottrarre la misura dell'angolo che abbiamo a 180°. Riportando un esempio, se ci serve calcolare l'angolo di 225°, bisogna fare la seguente sottrazione: 225-180=45. Quindi l'angolo corrispondente a 225°, sul primo quadrante, sarà 45°.

56

Se invece siamo alle prese con angoli compresi tra 270° e 360° bisogna sottrarre 360° all'angolo che ci serve. Riportando un esempio, se ci serve calcolare l'angolo di 330°, bisogna fare la seguente sottrazione: 360-330=30. Quindi l'angolo corrispondente a 330°, sul primo quadrante, sarà 30°. Come vedete, conoscendo questi trucchi l'operazione è molto semplice.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Aiutatevi sempre con la circonferenza goniometrica

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

La misurazione degli angoli convessi e concavi

In questo articolo vorrei parlarvi della misurazione degli angoli convessi e concavi. La misurazione degli angoli convessi e degli angoli concavi è una valutazione quantitativa che permette di valutare l'ampiezza degli angoli stessi. Bisogna conoscere...
Superiori

Come calcolare l'ampiezza degli angoli di un quadrilatero

La geometria piana tratta delle figure geometriche nel piano: assumono importanza i concetti di lunghezza, angolo e area che molti teoremi mettono in relazione. In particolare, la trigonometria studia le relazioni tra angoli e lunghezze. Tuttavia, la...
Superiori

Come Disegnare Gli Angoli Con Le Squadrette

Per poter disegnare degli angoli, molto spesso possiamo fare a meno del goniometro; possiamo infatti utilizzare i differenti angoli delle squadrette per tracciare molto semplicemente angoli di gradi differenti, sfruttando la conformazione diversa delle...
Superiori

Come si calcola la somma degli angoli interni di un esagono regolare

È risaputo che la matematica e la geometrica sono importanti e costituiscono le basi per capire meglio il ragionamento logico. Entrambe sono composte da regole fisse che è necessario rispettare, affinché si possano risolvere dei problemi; non tutti...
Superiori

Come calcolare l'ampiezza degli angoli del rombo

In geometria, il rombo è un quadrilatero (costituito da 4 lati e 4 angoli) ed un parallelogramma, in quanto i suoi lati opposti sono paralleli tra loro e congruenti. Se dovete calcolare l’ampiezza degli angoli di un rombo e non sapete proprio come...
Superiori

Come calcolare l'ampiezza degli angoli di un triangolo rettangolo

Si definisce triangolo una figura geometrica avente tre lati e, di conseguenza, tre angoli: esistono diversi tipi di triangolo (equilatero, isoscele, etc...) e, in particolar modo, terremo oggi in considerazione il triangolo rettangolo, ovvero avente...
Superiori

Goniometria e trigonometria: angoli, archi e loro misura

In questa guida, vogliamo parlarvi di un po' di gonometria e trigonometria, ed in particolar modo di angoli, archi e della loro misura, in maniera da poterne sapere qualcosa in più e poter applicare tutte queste nozioni quando siamo a scuola, o quando...
Superiori

Ampiezze di angoli particolari

Si definisce angolo lo spazio compreso tra un vertice e due lati. Pertanto l'angolo non è altro che la parte di piano, illimitata, compresa fra due semirette aventi la stessa origine. Le due semirette sono definite lati dell'angolo e la loro origine...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.