Come riconoscere un verbo irregolare

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

I verbi vengono definiti irregolari quando presentano delle difformità nella loro coniugazione, e in particolare possono mutare la radice o la desinenza in uno o più tempi. Nella lingua italiana i verbi irregolari sono tanti, e gran parte di loro appartengono alla cosiddetta seconda coniugazione. Nei passi successivi in merito a questo argomento, vediamo nel dettaglio come riconoscere un verbo irregolare.

24

Com'è noto, i verbi sono composti da una radice e da una desinenza che può terminare in are, ere ed ire. Per coniugarli basta soltanto togliere la desinenza dell'infinito e aggiungere quella del tempo richiesto, mentre per gli irregolari purtroppo non è così. Ci sono infatti, dei verbi che non seguono le regole della grammatica al passato remoto, e cambiano la radice in una o più persone, come ad esempio vincere che si trasforma in "vinsi". Altri invece cambiano la radice solo per il futuro, quindi ad esempio godere si trasforma in "godrò".

34

Ci sono poi degli altri verbi che addirittura stravolgono la loro radice nell'ambito dello stesso tempo. Un esempio specifico è il verbo andare; infatti, al presente propone la radice "vad" e "and" per le prime due persone plurali, ed in questo caso siamo in presenza di un verbo sovrabbondante e come lui si comportano anche tutti gli altri che sono suoi composti, e cioè quelli del tipo riandare e trasandare. Da come si evince da quanto sin qui elencato, saper coniugare nel modo giusto i verbi italiani non è affatto semplice neppure per un madrelingua, il che rappresenta indubbiamente un ostacolo quasi insormontabile per uno straniero. Tutti i libri di grammatica riportano a margine elenchi dei principali verbi irregolari, con i mutamenti delle loro radici e delle loro desinenze nei vari modi e tempi, tuttavia ci si può aiutare nello studio ricordando che possono essere raggruppati secondo il loro comportamento. Il verbo fare ad esempio, si coniuga nello stesso modo di tutti i suoi composti e derivati, quindi una volta appreso come coniugarlo si devono seguire le stesse regole anche per verbi del tipo strafare, disfare, soddisfare, putrefare, sopraffare, ecc.

Continua la lettura
44

A questo punto dopo averli studiati in modo approfondito, l'ideale è consultare un dizionario della lingua italiana. Questa ulteriore analisi ci consente infatti di conoscere altri importanti dettagli; infatti, accanto al vocabolo vi è l'indicazione "irregolare", seguita ad esempio dalla dicitura "forte", che significa la mutazione solo al passato remoto e al participio, oppure dalla dicitura "anomalo" cioè quando le variazioni si presentano in diverse voci e persone.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come insegnare il verbo essere con una filastrocca

All'inizio delle scuole elementari, tutti i bambini vengono messi davanti a parecchie difficoltà, soprattutto quando sono costretti ad imparare la lingua italiana costituita da verbi complessi come il verbo essere e il verbo avere. Questi due verbi basilari,...
Elementari e Medie

Come fare l'analisi grammaticale di un verbo

La grammatica italiana è abbastanza complessa rispetto alle altre lingue come l'inglese; infatti, sono presenti varie particelle che devono essere analizzate singolarmente, come ad esempio: i nomi, i verbi, gli aggettivi, gli avverbi o le preposizioni....
Elementari e Medie

Come Utilizzare Il Verbo Like In Inglese

In inglese, l'espressione "to like" è uno dei costrutti maggiormente impiegati per indicare interesse, gradimento o convenienza verso una determinata cosa od azione. Saper utilizzare questo verbo ha un'importanza fondamentale. Non soltanto il verbo "to...
Elementari e Medie

Come Costruire Short Answers E Question Tags Con Il Verbo To Be

La lingua inglese, come tutte le altre lingue, ha delle specifiche regole grammaticali che devono essere seguite alla lettera per esprimersi nel migliore dei modi, sia nel caso della lingua scritta sia per la lingua parlata. Non solo è necessario sapere...
Elementari e Medie

Come Riconoscere I Pronomi Della Lingua Italiana

Il pronome è la parte variabile del discorso che puo' sostituire un nome, un verbo, un altro pronome, un aggettivo o un'intera frase. Possiamo distinguere 7 tipi di pronomi: pronome personale, pronome possessivo, pronome dimostrativo, pronome indefinito,...
Elementari e Medie

Come riconoscere il complemento di specificazione e di denominazione

Le frasi sono composte da più componenti ed è attraverso l' analisi logica che è possibile individuare la loro funzione all' interno della frase stessa. I primi elementi da individuare in una frase sono: soggetto, predicato verbale o nominale, (a...
Elementari e Medie

Come Riconoscere I Phrasal Verbs Nella Lingua Inglese

Saper parlare bene la lingua inglese oggi è di fondamentale importanza, poiché è diventato uno dei requisiti minimi richiesti da molte aziende per l'assunzione di nuovi dipendenti. Per questo motivo, sono sempre di più i giovani che, pur di apprendere...
Elementari e Medie

Come riconoscere un numero primo

La matematica è da sempre considerata una tra le materie tanto amate ed odiate dagli studenti. Tra le sue difficoltà, vi è senza dubbio quella di riconoscere un numero primo, cioè quel numero che è divisibile solo per uno e per se stesso. Riconoscerli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.