Come riconoscere un disturbo dell'apprendimento

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I Disturbi Specifici dell'Apprendimento, siglati come DSA, sono un gruppo di disturbi che riguardato aree circoscritte dell'apprendimento del bambino. Essi infatti non sono pervasivi o generici, ma ricoprono un dominio specifico di una o più abilità utili al bambino per progredire nel suo apprendimento scolastico. Questo gruppo di disturbi include: Dislessia, Disgrafia, Disortografia e Discalculia. Vediamo insieme come riconoscerli.

25

Riconoscere la Dislessia

La Dislessia, chiamata anche disturbo della lettura, è una difficoltà che il bambino riscontra dal momento in cui si approccia alla vita scolastica. Infatti, i primi segni sono già visibili a cavallo dell'età scolare del bambino. Solitamente essa si manifesta con errori ripetuti nella lettura di una parola o di un testo scritto, Questi errori possono riguardare l'inversione di lettere in una frase (es. "utinevi" al posto di "unitevi"), difficoltà generica nella memorizzazione di sequenze di lettere (come l'alfabeto) e l'errata discriminazione tra la corrispondenza grafema - fonema.

35

Riconoscere la Digrafia

La Disgrafia è una complicatezza che riguarda l'ambito della scrittura. Essa si manifesta quando il bambino ha già acquisito le principali regole grammaticali e alfabetiche che gli consentono di formulare brevi testi. In questo periodo (7 - 8 anni circa) il bambino comincia a personalizzare la propria scrittura ed è qui che insorge la difficoltà. Spesso l'impugnatura della penna è scorretta, il bambino ha difficoltà a regolare l'intensità della pressione della penna sul foglio, lascia spazi irregolari tra le parole e ha difficoltà a trascrivere sia le singole lettere che le figure spigolose e geometriche.

Continua la lettura
45

Riconoscere la Disortografia

La Disortografia riguarda l'abilità di scrittura, in particolare come essa viene costruita. Qui, il bambino ha difficoltà a tradurre il linguaggio parlato in quello scritto. Potrebbe infatti presentare difficoltà principalmente nella stesura di dettati, con conseguenti omissioni di lettere, sostituzioni e inversioni. A questa, spesso viene affiancata la Disgrafia anche se non sempre si presentano entrambe.

55

Riconoscere la Discalculia

La Discalculia è un disturbo che riguarda l'area di apprendimento del sistema numerico. Bisogna precisare, che questa non riguarda difficoltà di ragionamento logico, in quanto il bambino con questo problema solitamente presenta diffocoltà notevoli in compiti di seriazione e quantificazione, rendendo poco o per nulla automatico l'operazione di calcolo. Anche la scrittura dei numeri e il loro incolonnamento possono risultare compiti gravosi per il bambino. Si presenta quasi sempre accompagnato dalla Dislessia, ma in alcuni rari casi, può comparire anche da solo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come insegnare a riconoscere le monete ai bambini

Insegnare a riconoscere le monete ai bambini è un concetto che non è difficile da imparare. Capire il valore monetario è tutto ciò che ogni singola moneta o carta indica. Ogni paese insegna il sistema monetario che si riferisce alla propria vita....
Elementari e Medie

Come comportarsi con un alunno dislessico

John Lennon, Tom Cruise, Milton Erickson. Persino Leonardo Da Vinci. Questi sono esempi, seppur molto superficiali rispetto al tema che andremo a breve a trattare, di personaggi famosi affetti da un disturbo di apprendimento. Coloro i quali soffrono del...
Elementari e Medie

Come riconoscere le diverse funzioni del CHE in italiano

Nella lingua italiana, la particella "che" può svolgere tre diverse funzioni principali: aggettivo, congiunzione o pronome. Imparare a riconoscere queste tre funzioni è importante per poterne fare un uso corretto, sia nell'italiano parlato che scritto....
Elementari e Medie

Come riconoscere le sequenze in un testo

Il sequenziamento è una delle tante competenze che contribuiscono alla capacità degli studenti di comprendere ciò che leggono. Le sequenze si riferiscono all'identificazione dei componenti di una storia, come: l'inizio, il contenuto e la fine; inoltre...
Elementari e Medie

Come riconoscere il complemento distributivo

L'analisi logica viene insegnato ai bambini sin dalle elementari. Questo serve per far capire a loro la corretta suddivisione delle parole in una frase e il corretto utilizzo di tutti gli elementi che la compongono. Fra i complementi più ostici, riconoscere...
Elementari e Medie

Come riconoscere il complemento di specificazione e di denominazione

Le frasi sono composte da più componenti ed è attraverso l' analisi logica che è possibile individuare la loro funzione all' interno della frase stessa. I primi elementi da individuare in una frase sono: soggetto, predicato verbale o nominale, (a...
Elementari e Medie

Come riconoscere il complemento partitivo

La lingua italiana è una delle lingue più complesse da imparare, perché possiede molte regole grammaticali che risultano molto importanti per riuscire a formulare delle frasi di senso compiuto. Per riuscire ad imparare la nostra lingua più facilmente,...
Elementari e Medie

Come Riconoscere I Pronomi Della Lingua Italiana

Il pronome è la parte variabile del discorso che puo' sostituire un nome, un verbo, un altro pronome, un aggettivo o un'intera frase. Possiamo distinguere 7 tipi di pronomi: pronome personale, pronome possessivo, pronome dimostrativo, pronome indefinito,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.