Come Riconoscere I Pronomi Della Lingua Italiana

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
19

Introduzione

Arriva prima o poi per tutti il momento di affrontare gli elementi della grammatica italiana. Nonostante l'acquisizione strutturale e mnemonica dei pronomi possa sembrare ardua, quest'ultimi sono presenti nelle nostre conversazioni quotidiane. Il pronome è la parte variabile del discorso, nel senso che può cambiare, essere sostituita, sostituire o persino sotto intesa - che può essere utilizzata al posto di altre particelle grammaticali. Come ad esempio un nome, un verbo, un altro pronome, un aggettivo o un'intera frase. Tuttavia i pronomi non sono tutti quali fra loro, possono essere pronome personale, pronome possessivo, pronome dimostrativo, pronome indefinito, pronome esclamativo, pronome interrogativo e per concludere il pronome relativo. Nella seguente guida, passo dopo passo, ne elencheremo le caratteristiche per aiutarvi a riconoscere tutti i pronomi della lingua italiana.

29

Pronomi personali

I pronomi personali sono i più utilizzati nella lingua italiana. Si chiamano così perché si riferiscono alle persone relative al verbo della frase, ossia colui che agisce o viene agito. Spesso vengono utilizzati per sostituire nomi propri. (ad esempio: "Lui (pronome personale) è andato al mare." invece di "Marco (nome proprio) è andato al mare.". I pronomi personali sono variabili nelle persone e nel numero. Nella frase cambiano a seconda della funzione e possono avere funzione di soggetto (Io studio la lingua italiana -io è pronome personale,1° persona singolare, con funzione di soggetto) o di oggetto (Mi vuoi bene? - mi è pronome personale,1° persona singolare, con funzione di complemento).
I pronomi personali con funzione di soggetto sono i seguenti:
io, tu, lui/lei, egli, ella, esso, noi, voi, loro, esse, essi
I pronomi personali con funzione di oggetto sono, nella forma tonica:
me, te, lui, esso, lei, essa, egli, ella, noi, loro, sè (stessi), sè (stesse), essi, esse,


Questi pronomi sono spesso sotto intesi nel linguaggio parlato, infatti possono essere sotto intesi perché la persona è già evidente dalla desinenza del verbo (Ad esempio: "Sono andati", è sotto inteso che il pronome sia "Loro") .

39

Pronomi possessivi

Riconoscere i pronomi possessivi è abbastanza facile. Solitamente sono preceduti dall'articolo o dalla preposizione e indicano l'appartenenza. Ossia l'oggetto posseduto e contemporaneamente il possessore. Tuttavia c'è un tranello nel quale è facile cadere per quanto riguarda i possessivi, infatti quest'ultimi hanno le stesse forme degli aggettivi. Per riconoscerli è semplice: basta assicurarsi che dopo il pronome non ci sia un nome. (Ad esempio: "Questa è casa mia, non la sua." mia in questo caso è aggettivo e sua pronome.) I pronomi infatti in questo caso invece di essere accompagnati da un nome ne fanno le veci. È importante ricordare che, mentre l'aggettivo possessivo in alcuni casi può fare a meno dell'articolo, il pronome possessivo la maggior parte delle volte è preceduto dall'articolo, soprattutto quando si vuol far rilevare un contrasto e quando il pronome ha valore di sostantivo.

I pronomi possessivi sono i seguenti:
Mio, tuo, suo, nostro, vostro, loro, proprio, altrui

Continua la lettura
49

Pronomi dimostrativi

Per riconoscere Il pronome dimostrativo basta pensare alla sua funzione: quest'ultimo ha lo scopo di determinare, appunto, le caratteristiche spaziali, temporali e discorsive del nome. Per i dimostrativi vale la stessa regola dei pronomi possessivi, anche loro possono essere scambiati per aggettivi:
I pronomi dimostrativi sono:
questo, questa, questi, queste, codesto, codesta, codesti, codeste, quello, quella, quelli, quelle, stesso, medesimo, tale, ciò, costui, costoro, colei, colui, coloro

59

Pronomi indefiniti

I pronomi indefiniti sono molti e più difficili da riconoscere in quanto le loro forme spesso coincidono con quelle degli aggettivi corrispondenti. Inoltre i pronomi indefiniti possono fungere anche da sostantivo e questo li rende ancor più difficili da stanare. Tuttavia anche in questo caso vale la regola precedente. I pronomi indefiniti indicano in modo generico la quantità, pluralità e unità della persona, dell'animale, della cosa indicati dal nome che sostituiscono.
I pronomi indefiniti sono molti, appunto, cercheremo qui di elencarne alcuni: poco, tanto, altrettanto, molto, troppo, tutto, nessuno, alcuno, ciascuno, altro, certo, taluno, tale, alcuno, qualche, altrettanto, alquanto, nessuno, qualsiasi e così via

69

Pronomi esclamativi e interrogativi

I pronomi esclamativi ed interrogativi hanno la stessa funzione, ma opposta. L'esclamativo serve per introdurre un'esclamazione e l'interrogativo per introdurre la domanda. (Ad esempio. "Chi è stato?" pronome interrogativo "Quanto tempo è passato!")Sono pronomi esclamativi: che! Quale! Quanto!
Sono pronomi interrogativi: che? Chi? Quale? Quanto?

79

Pronomi relativi

Infine abbiamo il pronome relativo. Quest'ultimo generalmente sostituisce un nome mettendo in relazione due frasi. (Ad esempio: Ho parlato con Gianluca che mi ha detto di venire qui.) Ovviamente quest'ultimi vengono utilizzati per evitare le ripetizioni. Sono pronomi relativi: che, chi, il quale, la quale, le quali, i quali, cui.

89

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come Riconoscere I Phrasal Verbs Nella Lingua Inglese

Saper parlare bene la lingua inglese oggi è di fondamentale importanza, poiché è diventato uno dei requisiti minimi richiesti da molte aziende per l'assunzione di nuovi dipendenti. Per questo motivo, sono sempre di più i giovani che, pur di apprendere...
Elementari e Medie

Pronomi personali: guida all'uso

Un pronome è quella parte del discorso che si utilizza per sostituire un elemento citato nella stessa frase. I pronomi possono essere: possessivi, dimostrativi, relativi ed indefiniti. Quelli personali possono avere una successiva classificazione: personali...
Elementari e Medie

Come Usare I Pronomi Indefiniti "Personne" E "Rien" In Francese

Ecco una guida breve e semplice che ti aiuterà sicuramente a migliorare il tuo francese! Leggi attentamente le regole base che ti verranno fornite per usare i pronomi indefiniti "personne" e "rien", memorizzale ed esercitati quanto più possibile per...
Elementari e Medie

Come riconoscere le diverse funzioni del CHE in italiano

Nella lingua italiana, la particella "che" può svolgere tre diverse funzioni principali: aggettivo, congiunzione o pronome. Imparare a riconoscere queste tre funzioni è importante per poterne fare un uso corretto, sia nell'italiano parlato che scritto....
Elementari e Medie

Come riconoscere un verbo irregolare

L'italiano è una lingua che deriva per la gran parte dal latino, ma ha subito contaminazioni dal greco antico, il francese, lo spagnolo, l'inglese e da molte altre lingue. Di conseguenza la sua grammatica, già abbastanza complessa nella sua derivazione...
Elementari e Medie

Come usare il pronome personale soggetto in inglese

È ormai risaputo che la lingua inglese non consente di omettere il pronome personale soggetto nelle frasi. Tutto questo è causato dal fatto che a differenza della coniugazione italiana nei verbi, omettendo il pronome personale in inglese, non si capisce...
Elementari e Medie

Come riconoscere il complemento partitivo

La lingua italiana è una delle lingue più complesse da imparare, perché possiede molte regole grammaticali che risultano molto importanti per riuscire a formulare delle frasi di senso compiuto. Per riuscire ad imparare la nostra lingua più facilmente,...
Elementari e Medie

Come insegnare una lingua straniera ai bambini

Imparare una lingua straniera è utile sia agli adulti che ai bambini. Nei bambini è maggiormente utile non solo per il fine pratico, ma anche perché, imparare una lingua straniera, aiuta la concentrazione e permette un'apertura culturale verso gli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.