Come riconoscere i metalli dai non metalli

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il titolo che accompagna la guida è molto chiaro, e ci fa comprendere immediatamente la tematica che verrà trattata nei prossimi passi. Andremo, infatti, a spiegarvi in pochi passi come poter riuscire a riconoscere i metalli dai non metalli. Cominciamo subito a ragionare su questi due concetti.
Imparare a riconoscere i vari tipi di metalli da tutti gli altri materiali non metallici può risultare molto utile e vantaggioso allo scopo di scoprire le varie proprietà di un certo tipo di materiale. Tutti i metalli appartengono a una particolare categoria che esiste nella tavola periodica degli elementi e quindi hanno delle specifiche proprietà che li distingue dagli altri materiali.

26

Occorrente

  • tavola periodica se possibile
36

Gli elementi della tavola periodica

Tutti gli elementi che compongono la tavola periodica, osservandoli bene, sono sostanzialmente tutti dei metalli, fatta eccezione per i gas nobili, per gli attinidi, per l'idrogeno e per alcuni elementi appartenenti sia al sesto che al settimo gruppo di elementi.
Questi metalli, come ho già detto precedentemente, possono essere riconosciuti abbastanza facilmente rispetto agli altri materiali.

46

Gli elementi metallici

L'aspetto fondamentale è quello di riuscire a riconoscere le varie proprietà che devono necessariamente avere gli elementi metallici. La prima proprietà degli elementi metallici che prendiamo in considerazione è quella della duttilità, e quindi della possibilità di poterlo deformare in maniere differenti andando ad applicargli una specifica forza. Ma non solo. I metalli hanno anche un'altra caratteristica, che è quella della malleabilità. Infatti, un metallo può essere tagliato, con opportuni macchinari, in sottilissime lamine. Inoltre tutti i metalli sono dei buoni conduttori sia di energia elettrica che di calore. Infine i metalli riescono a riflettere più di tutti la luce.
Tutti i metalli, ad eccezione del mercurio che si presenta in natura allo stato liquido, a temperatura ambiente sono allo stato solido. Infine tutti i metalli, tranne l'oro che si presenta giallo e il rame che si presenta verde, hanno un tipico colore grigio.

Continua la lettura
56

Gli elementi non metallici

All'interno dei due passi che abbiamo sviluppato, abbiamo elencato una serie di specifiche proprietà dei metalli, che vanno a distinguerli dagli elementi non metallici. Di conseguenza, qualora volessimo andare a scoprire se un elemento sia o meno non metallico, dovremo applicare a esso delle prove di taglio, in modo tale da poter comprendere se esso sia o meno duttile. Per scoprire se possiede oppure non possiede le proprietà che ho elencato precedentemente al passo 2, che come abbiamo visto sono solo caratteristiche degli elementi metallici.
Inoltre nella tavola periodica degli elementi di solito tutti i metalli vengono contrassegnati con un altro colore rispetto agli altri elementi e adesso sappiamo il perché.
Eccovi un link utile su questa tematica:.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Caratteristiche e proprietà dei metalli

Se fate parte della schiera di studenti che dovranno studiare durante il periodo estivo perché sono stati rimandati in qualche materia di sicuro non vi invidio.Senz'altro tra di voi ci sarà chi è costretto a studiare la chimica. So cosa starete pensando:"...
Superiori

Come studiare la conducibilità termica dei metalli

La chimica e la fisica sono due discipline che consentono di conoscere e di studiare i vari fenomeni che accadono ogni giorno in natura e tramite esse è possibile anche riprodurli in laboratorio o attraverso dei semplici esperimenti. Tra le tante nozioni...
Superiori

Fisica: conduttori e isolanti

Le sostanze nella materia di fisica, vengono sempre suddivise in due categorie, quelle isolanti e quelle conduttori. Con l'evolversi degli studi, i matematici e gli scienziati, sono arrivati alla conclusione soltanto i metalli non potevano essere conduttori...
Superiori

Grammatica greca: come riconoscere e tradurre il genitivo assoluto

Il genitivo assoluto è un costrutto della grammatica greca molto difficile da riconoscere e da tradurre. Dal punto di vista logico non appare complicato. Quando lo hanno spiegato in classe, infatti, pensavamo di averlo capito perfettamente. Il soggetto,...
Superiori

Come riconoscere un'epifora

La lingua italiana conta numerose regole grammaticali. Tra queste si riscontrano le figure retoriche. Per non fare confusione, si distinguono forme espressive sintattiche, sonore e di significato. L'epifora, desitio, reversio, conversio o epistrofe, appartiene...
Superiori

Come si calcolano le moli di ioni

La chimica è una materia che richiede molta tenacia e attenzione. È molto importante conoscere tutte le nozioni fondamentali per potere procedere con i vari esercizi. Se fatta bene e specialmente se viene spiegata in modo molto semplice, è possibile...
Superiori

Come riconoscere le rocce sedimentarie

Di passioni nella vita ce ne sono moltissime, tutte per ogni gusto ed interesse. Tra le passioni e gli interessi più particolari c'è quello della conoscenza dei diversi tipi di roccia, e riconoscerne l'origine è alla base di questa passione. Le rocce...
Superiori

Come riconoscere una prosopopea

I testi letterari presentano un inizio, una vicenda e una conclusione; inoltre è presente il soggetto e a volte anche l'antagonista. Nei testi poetici e nei linguaggi letterari, sono presenti delle figure retoriche, delle metafore e delle onomatopee....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.