Come ricavare numeri primi a partire da numeri quadrati

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Non avete a portata di mano una tabella con la schiera di numeri primi? Niente panico: esiste una tecnica, oltre quella algebrica su carta, per ricarvare e stilare da se i numeri primi e tutto questo senza un grande sforzo cognitivo, ma attraverso semplicissimi passi sfruttando i numeri quadrati per generare una serie formata da una quarantina di numeri primi. Quello che vi occorrerà saranno delle basi solide algebriche, ma l'importante è avere bene in testa dei concetti fondamentali che illustreremo in questa guida. Ecco a voi come ricavare numeri primi a partire da numeri quadrati.

26

Occorrente

  • Numeri primi (0,1,3..)
  • Numeri quadrati (41)
36

Innanzitutto, una regola che dovete ricordare ed è importante esporvi è che esistono numerose possibilità per generare varie sequenze particolari di numeri. Questa regola vale per tutti i numeri ma anche solamente per alcuni primi. I numeri primi scaturiscono da varie tecniche di tipo algebrico o anche soltanto meccanico-manuale. I sistemi costituiscono una conveniente alternativa al semplice test di divisibilità, che potete normalmente operare sulla successione inerente ai numeri interi.

46

Iniziate partendo dal numero zero: se lo elevate al quadrato, otterrete sempre e comunque come risultato di nuovo zero. Fatta questa considerazione, sommatelo a se stesso (cioè zero) e la sua somma sarà sempre uguale a zero. Successivamente, prendete un numero primo relativamente alto, ad esempio 41 e aggiungetelo allo zero. Il risultato dell'addizione sarà 41, che corrisponderà ad un numero primo. Proseguite la vostra operazione adesso con il numero uno, elevatelo al quadrato che resterà uno. Se sommate il quadrato al numero di partenza, cioè fate uno più uno, otterrete due. Se aggiungete 41 al due appena ottenuto, ricavate 43, che sarà un altro numero primo. Continuate con il numero due, lo elevate al quadrato e ottenete il risultato di quattro. Sommate questo al quadrato del numero iniziale (due) e otterrete sei. A questo punto, aggiungete 41 e la somma sarà di 47, cioè un altro numero primo.

Continua la lettura
56

Andate avanti e ripetete queste operazioni tenendo in considerazione come numeri iniziali numeri molto bassi quali tre, quattro, cinque, sei e sette. Applicate lo stesso procedimento che vi ho descritto qui sopra con questi numeri così otterrete come risultati 53, 61, 71, 83 e 97, questi sono sempre numeri primi. Quindi, fermatevi trasformando l'ultimo dei numeri che vi servono agli scopi che vi siete prefissati, cioè il 39. Elevandolo al quadrato otterrete come risultato 1521, che sommato al 39 iniziale avrete una somma di 1560. Quest'ultimo, sommato a 41, vi consentirà di ottenere come risultato 1601: un altro numero primo. Arrivati a 1601 potete fermarvi, poiché avendo preso in considerazione il numero 40 non otterrete più un numero primo, ma 1681, che corrisponde al quadrato di 41. Esercitatevi con questo esercizio cambiando i numeri; col passare delle esercitazioni diventerete molto più scaltri e i passaggi saranno semplici e sistematici.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Esistono varie possibilità per generare varie sequenze particolari di numeri

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Letteratura inglese: John Donne

Decano della Cattedrale di San Paolo, a Londra, compose sermoni, poemi religiosi, epigrammi, sonetti, canzoni ed elegie. John Donne, vissuto fra il 1572 ed il 31 marzo del 1631, ha rappresentato per la letteratura e cultura inglese una singolare e brillante...
Superiori

Come applicare le formule di duplicazione

In trigonometria, la parte della matematica che studia i triangoli e il loro sviluppo a partire dai loro angoli, le formule di duplicazione si applicano per trovare il valore di seno, il coseno e la tangente di 2 α conoscendo il valore iniziale di seno,...
Elementari e Medie

Come fare la prova del nove per la divisione senza resto

Qualora intendiate verificare la correttezza del risultato ottenuto da una qualunque operazione di divisione oppure di moltiplicazione, è possibile utilizzare lo strumento della cosiddetta prova del nove; ovviamente, applicando questa tipologia di sistema,...
Superiori

Come calcolare l'impedenza di un induttore

In questa guida verranno dati utili consigli su come calcolare l'impedenza di un induttore. Come molti di voi sapranno, la corrente elettrica che sia di tipo alternata oppure continua o impulsiva, crea un campo di tipo magnetico durante il proprio passaggio...
Superiori

Appunti di economia aziendale: il bilancio consolidato

Se studi all'Istituto Tecnico Commerciale dove si studia economia aziendale, saprai sicuramente che cos'è un bilancio d'esercizio, ovvero un documento di derivazione contabile, che deve essere redatto al termine di ciascun periodo amministrativo e che...
Elementari e Medie

Come eseguire la prova del nove dell'addizione

Alle scuole elementari si cominciano a studiare tutte le basi della matematica. I primissimi argomenti sono quelli che riguardano le quattro operazioni principali della matematica, cioè l'addizione, la sottrazione, la moltiplicazione e la divisione....
Elementari e Medie

Come spiegare le sottrazioni in colonna

A partire dalla scuola primaria i bambini iniziano ad imparare ad eseguire le sottrazioni in colonna. Non è esattamente un procedimento semplice da spiegare ai più piccoli: mentre è facile capire come si fa ad aggiungere ad una certa quantità un'altra,...
Università e Master

Come trovare i punti critici di una funzione

L’analisi matematica è un campo particolarmente complesso, comprensibile solo grazie a buone basi matematiche e ad uno studio adeguato ed assiduo. Non è facile, infatti, sapersi districare tra i vari calcoli, formule e quesiti. Tramite questo tutorial,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.