Come redigere un PEI

Tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Redigere un PEI potrebbe sembrare all'inizio molto complicato ma in realtà è più semplice di quanto si pensi. Certo occorre conoscere bene il ragazzo che si segue e per questa ragione è bene stillarlo dopo almeno un mese di conoscenza del proprio assistito in ambiente scolastico, in modo da valutarne le capacità, i limiti, i punti di forza da consolidare e le debolezze da colmare. Solitamente un ragazzo con disabilità che ha bisogno del Piano Educativo Individuale presenta sicuramente delle potenzialità che per essere raggiunte necessitano di un determinato percorso didattico e di alcuni strumenti compensativi, da questo nasce per l'appunto il PEI. In questa breve guida spiegheremo come redigere un PEI in maniera semplice ed efficacie.

24

Trattare gli spetti sociologici

Il primo punto del PEI riguarda la diagnosi, che viene redatta in base al fascicolo ASL, e successivamente si passa al lato comportamentale e sociale, ovvero alla parte relazionale che l'alunno ha con gli insegnanti e con gli studenti. Si tratta di un punto focale dove si può notare immediatamente se il ragazzo ha bisogno di una guida psicologica per accettare la sua situazione e non deve quindi essere trascurata. Dal rapporto con gli altri e dal grado di amicizia che ha con i compagni su può notare quanto l'alunno sia integrato nel gruppo classe e cosa si può fare per consolidare tale legame o per migliorarlo.

34

Trattare la parte cognitiva

La seconda parte del PEI riguarda il lato cognitivo diviso per le varie aree di conoscenza. Occorre vedere se il ragazzo è in grado di fare collegamenti tra le varie materie e con gli argomenti passati, successivamente si passano in rassegna le capacità linguistiche sia nella lingua madre (quindi la grammatica italiana) sia in quelle straniere (a seconda della lingua studiata) Successivamente si passa all'area logico matematica e a quella pratica riguardanti materia come musica, tecnologia e arte. Conclude l'esame per materia la parte motoria che è spesso un ulteriore occasione di socializzazione per il ragazzo.

Continua la lettura
44

Trattare gli strumenti compensativi

Alla fine del PEI si deve trattare la parte riguardante gli strumenti dispensativi e compensativi, specificando quali cose del programma il ragazzo è in grado di fare e quelle da cui è dispensato. La parte dei compensativi è cruciale perché in essi devono essere specificati tutti gli strumenti volti a permettere all'alunno di poter sostenere le prove alla pari con gli altri. Questi strumenti devono in pratica servire per recuperare il distacco con il resto della classe e possono essere le mappe concettuali, la calcolatrice, il formulario, il computer, il tablet e altre vie trovate dal docente di sostegno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come fare un riassunto di storia

Riuscire a riassumere un testo a parole proprie può sembrare un gioco da ragazzi, ma in realtà è più complicato di quanto possa sembrare. Molto spesso gli insegnanti richiedono ai propri studenti di scrivere dei riassunti affinché possano essere...
Elementari e Medie

Come verificare la divisione con la prova del nove

La prova del nove viene utilizzata in matematica per controllare l'esattezza del risultato della moltiplicazione e della divisione. Nel caso di divisione con il resto, il procedimento presenta qualche piccola variante. Questa semplicissima e pratica guida...
Elementari e Medie

Come scrivere un tema sulle vacanze estive

Al rientro da scuola, nella maggior parte dei casi, dai maestri delle scuole elementari viene proposto agli alunni di redigere un tema sulle vacanze estive. In questo articolo, passo dopo passo, vedremo tutte le indicazioni utili su come scrivere nel...
Elementari e Medie

Le funzioni del coordinatore di classe

All'interno della scuola c'è un'organizzazione gerarchica ben determinata. In particolare c'è il consiglio di classe che si presenta come un organo collegiale costituito dal Dirigente scolastico, due rappresentanti dei genitori e il corpo docente, tra...
Elementari e Medie

Come fare la certificazione delle competenze

La certificazione delle competenze è un documento che affianca la pagella, ed è stato adottato sperimentalmente ed in maniera ufficiale dal sistema scolastico nazionale a partire dal febbraio del 2015, per mezzo della C. M del 03/ febbraio 2015. Essa...
Elementari e Medie

Regole d'uso dell'apostrofo

Utilizzare correttamente la lingua italiana è davvero molto importante. Bisogna rispettare tutte le regole grammaticali se si vuole scrivere e parlare bene questo linguaggio. Un uso corretto della lingua aiuta ad ottenere valutazioni positive in ambito...
Elementari e Medie

Appunti di storia: il trattato di Lisbona

Il trattato di Lisbona è un documento (o meglio un trattato internazionale) firmato da tutti gli stati membri dell' Unione Europea (UE), che definisce il funzionamento dell' Unione stessa. Infatti esso contiene un insieme di articoli, i quali definiscono...
Elementari e Medie

Come scrivere un tema sul Natale

Un testo scritto non nasce già perfettamente definito, ma è il risultato di un processo che si articola in tre momenti fondamentali: pianificazione, stesura e revisione. Nel momento in cui si scrive per esprimere stati d'animo, sentimenti o idee improvvise,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.