Come realizzare uno spot a scuola

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Voi studenti avete avuto l'incarico di realizzare uno spot di un qualche prodotto, magari per qualche progetto, a scuola? Bene, se avete già richiesto tutti i diversi permessi al/la preside e ai vari insegnanti, ecco come fare. Grazie a questa guida imparerete a realizzare uno spot a scuola. Anche se non siete studenti, ma qualche azienda vi ha incaricato di fare uno spot a scuola. Magari dovete sponsorizzare una marca di matite. Assicuratevi che vi acconsentano di fare le varie riprese. Mettetevi d'accordo per organizzarvi nelle diverse ore. Infatti, potrete richiedere delle ore a diversi insegnanti, oppure eseguire lo spot durante la ricreazione o nelle ore buche. Ecco quindi come realizzare uno spot a scuola.

26

Occorrente

  • Permessi del/la preside
  • Idee
  • Telecamera
  • Microfono
  • Software per il montaggio
36

Fase di scrittura

La prima fase per realizzare uno spot a scuola, prevede la scrittura. Infatti, dovrete realizzare lo spot a scuola seguendo la stesura di un copione. Questa fase di scrittura si divide in tre sotto-fasi: lo script, la sceneggiatura e lo story-board. La prima sotto-fase, ovvero lo script, consiste nella realizzazione di una bozza dello spot a scuola. Dovrete buttare giù qualche idea. Scrivete brevemente la trama dello spot a scuola. Successivamente si passa alla stesura della sceneggiatura. Questa consiste nell'estendere lo script scrivendo dei dettagli riguardo alle varie inquadrature e ai vari dialoghi. Infine, a queste due sotto-fasi si accompagna lo story-board. Questo non è altro che la trama dello spot a scuola sotto-forma di disegno. Dovrete, infatti, realizzare degli schizzi a matita o in digitale in cui rappresentate i vari movimenti fondamentali del protagonista e della camera.

46

Fase di riprese

Questo secondo passo per realizzare uno spot a scuola è il più interessante. Infatti, basandovi su ciò che avete scritto riguardo alla trama dello spot a scuola, dovrete realizzare le rispettive riprese. Innanzitutto, scegliete il dispositivo con cui riprendere le scene. Potrete utilizzare gli smartphone di ultima generazione. Infatti, questi hanno un comparto fotografico davvero eccezionale. Se, invece, volete realizzare uno spot a scuola davvero professionale, munitevi di una Reflex o Mirrorless. Esistono anche degli ibridi, chiamati compatte. Se avete intenzione di fare delle riprese in movimento, attrezzatevi anche di steady-cam per ottenere delle riprese fluide e non traballanti. Per i dialoghi vi consiglio di utilizzare un microfono per esterni oppure le cosiddette cimici da nascondere sotto le magliette dei protagonisti. Infine vi ricordo di oscurare i vari volti dei non partecipanti allo spot. In caso contrario chiedete loro la liberatoria.

Continua la lettura
56

Fase di montaggio

La fase del montaggio dello spot a scuola è sicuramente la più divertente. In questo step dovrete mostrare le vostre abilità da videomaker. Munitevi pertanto di software relativi al montaggio. Giocate con i tagli, effetti e transizioni varie. Ricordate di associare uno specifico tipo di montaggio al genere trattato nello spot a scuola.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se filmate persone minorenni richiedete il permesso ai genitori
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come Fare Un Protocollo Osservativo

All'interno della guida andremo a parlare di protocollo osservativo. Più specificatamente, come avrete già potuto capire dalla lettura del titolo, ora andremo a spiegarvi i passaggi per comprendere Come Fare Un Protocollo Osservativo.Il protocollo osservativo...
Elementari e Medie

Come organizzare una recita per le scuole elementari

Se siete delle maestre delle scuole elementari e per fine anno vorrete organizzare una recita per i vostri ragazzi, siete nel posto giusto. In questa semplice guida, troverete dei consigli utili su come preparare una bella recita da fare piacere, oltre...
Università e Master

Guida all'uso di Matlab: introduzione

Ecco un bello ed interessante articolo, attraverso il cui aiuto, poter essere in grado di avere a portata di mano una vera e propria guida, all'uso di Matlab. Sarà questa una sorta d'introduzione, a questo argomento molto attuale ed anche molto utile,...
Lingue

Come e quando usare i verbi say e tell

La lingua Inglese è considerata lingua franca internazionale, è lingua madre ufficiale per oltre 60 tra paesi e territori indipendenti (in alcuni casi al pari di altre lingue come accade ad esempio a Singapore, dov'è considerata lingua ufficiale assieme...
Superiori

Appunti di letteratura latina: Terenzio

Terenzio occupa un posto di notevole importanza tra gli scrittori di letteratura latina grazie alle importanti novità che introdusse nel genere teatrale. Egli nacque probabilmente intorno al 190-185 a. C. A Cartagine e fu di razza non punica, ma afra....
Superiori

Come riassumere un testo

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori ad i. Parare come poter riassumere in testo, senza rischiare d'incorrere in errori e sbagli, che finirebbero con il compromettere la stessa buona riuscita del riassunto del testo. Iniziamo subitoquesta...
Superiori

Come scrivere i dialoghi in una storia

Un testo narrativo di elevata qualità costituisce un insieme fluido e omogeneo di parti varie quali dialoghi, descrizioni, narrazioni, legate dall'intreccio. Scrivere i dialoghi di una storia vuol dire interrompere il flusso del racconto per apportare...
Lingue

I 10 errori più comuni che gli italiani commettono in inglese

L'inglese è una lingua ricca di storia e di facile apprendimento. La sua grammatica presenta certo delle particolarità, ma in misura minore rispetto alla lingua italiana. Questa semplicità, se da un lato è apprezzata dagli studenti, a volte può trarli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.