Come realizzare un geopiano

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

In questa breve guida impareremo a realizzare uno strumento didattico molto utile, il geopiano. Questo oggetto consente di costruire la maggior parte delle figure geometriche piane. Fu ideato dal professor Gattengo dell'Università di Londra. Creare questo aggeggio da zero è molto semplice ed intuitivo. Seguendo le indicazioni qui di seguito riusciremo a fare tutto ottimizzando al meglio il nostro tempo. Vedrete che anche i più inesperti riusciranno con successo in questo lavoro. Tutto ciò che serve è una tavoletta di legno e alcuni chiodini. Vediamo, passo passo, tutto il procedimento su come realizzare un geopiano.

26

Occorrente

  • Tavoletta di compensato
  • Chiodini
  • Foglio di carta
  • Matita e squdrette
  • Colla a caldo
36

Per prima cosa procuriamoci una tavoletta di compensato e ritagliamola con l'ausilio di un apposito seghetto. Cerchiamo di ottenere un rettangolo dalle dimensioni 80 centimetri per 60 centimetri. Il passo successivo è levigare i bordi della tavoletta appena ritagliata. Per farlo possiamo usare della normale carta vetrata a grana fine. Ora entrano in gioco i chiodini. Ne serviranno approssimativamente 266. Per sicurezza prendiamone di più dato che qualcuno potrebbe andare perso o potrebbe piegarsi durante il lavoro. Ora procediamo col prossimo passo.

46

Prendiamo un foglio di carta delle stesse dimensioni della tavoletta di compensato ed incolliamolo direttamente sopra utilizzando della normale colla a caldo. A questo punto prendiamo delle squadre ed una matita e, sul foglio appena incollato, disegniamo una semplice griglia. La griglia è necessario che sia composta da quadratini della dimensione di un centimetro. Se il lavoro dovesse essere troppo lungo ed articolato possiamo anche utilizzare un'immagina scaricata direttamente da internet.

Continua la lettura
56

Ora inseriamo tutti i chiodini sulla griglia così come riportato in figura. Possiamo farlo aiutandoci con un piccolo martelletto affinché ciascun chiodino possa penetrare bene all'interno del compensato. Una volta completata l'opera prendiamo degli elastici di vari colori e realizziamo delle figura geometriche utilizzando i chiodini come vertici. Se vogliamo possiamo incollare un gancetto dietro la tavoletta di compensato utilizzando colla a caldo. In questo modo possiamo anche appenderla al muro. Così facendo possiamo esercitarci e costruire tantissime figure geometriche piane differenti. Come avete potuto constatare i materiali necessari, così come il lavoro di per sé, non è assolutamente complicato e chiunque può realizzare un perfetto geopiano.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Potete scaricare l'immagine della "griglia" direttamente dalla rete internet

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come calcolare area e perimetro di figure piane semplici

Saper calcolare l'area e il perimetro delle figure geometriche piane risulta essere sempre molto utile se, ad esempio, bisogna aiutare qualcuno (cugini, fratelli e sorelle minori) a risolvere dei problemi di geometria, anche semplici, ma queste conoscenze...
Superiori

Il piano euclideo e le sue trasformazioni geometriche

La geometria euclidea è la geometria che si basa sui cinque postulati di Euclide e in particolar modo sul postulato delle parallele che afferma che date due rette parallele e tagliate da una trasversale: la somma degli angoli è pari a 180°. Sul piano...
Elementari e Medie

Come sviluppare un parallelepipedo

Chiamiamo geometria la parte della matematica che si occupa dello studio delle figure geometriche: queste possono essere piane o solide. Chiamiamo piane quelle figure che sono dotate di due sole dimensioni, ovvero lunghezza e larghezza: di esse possiamo...
Superiori

Come calcolare l'area della superficie del CUBO

La geometria è un ramo della matematica in cui vengono applicate diverse formule per lo studio dell'area, del perimetro e del volume delle figure geometriche; le figure geometriche possono essere piane e solide. Delle figure piane ricordiamo: il quadrato,...
Elementari e Medie

Come disegnare una ellisse, una spirale e un pentagono

Il disegno geometrico è quel tipo di disegno che consente di rappresentare la forma e le dimensioni esatte degli oggetti reali. Infatti tutti gli oggetti che ci circondano si possono ricondurre a figure geometriche piane o solide, semplici o complesse....
Superiori

Come calcolare la distanza tra due rette parallele in un piano

La geometria è un ramo della matematica, in cui vengono studiate le figure piane geometriche oppure le figure solide e tridimensionali. Attraverso la geometria si studiano anche i perimetri, le aree e i volumi delle figure geometriche. Un altro studio...
Superiori

Come calcolare l'area e il volume di un solido

Quando parliamo di un solido facciamo riferimento ad una figura geometrica costituita da più piani e dunque tridimensionale. Il solido avrà così oltre l'altezza e la larghezza tipiche delle figure geometriche piane, anche la profondità. In questa...
Superiori

Come Calcolare il volume di una piramide

La matematica è una delle poche discipline che spesso provoca confusione ed incomprensione nella mente degli alunni, soprattutto quando si affronta il capitolo inerente la geometria. Niente paura! Nella seguente guida vi illustreremo posso passo tutto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.