Come realizzare un cartellone per l'aula

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In ogni aula scolastica da sempre sono indispensabili i cartelloni. Su questi solitamente gli insegnanti, con l'aiuto dei loro studenti raffigurano una tematica di loro interesse. Successivamente articolano il contenuto del tema in oggetto con disegni, grafici, a seconda dell' argomento. Purtroppo da un po' di anni, con l'avvento delle nuove tecnologie, questo utilizzo sembra un po' superato. In realtá però nulla potrá mai superare la creativitá e la manualitá. Per cui ecco alcuni pratici consigli su come realizzare agevolmente un cartellone che sia quanto più possibile incisivo per chi lo guarda.

24

Innanzitutto come già detto è necessario comprendere il tema che si vuole affrontare. Infatti lo scopo del cartellone è proprio quello di rendere semplice e comprensibile all'osservatore, un argomento ostico. Per cui sarà necessario semplificare al massimo l'argomento in oggetto, tanto da renderlo chiaro a chiunque, anche a chi non conosce proprio la materia.

34

Altro passo importante è quello di creare una mappa concettuale, ossia un percorso logico ed argomentativo col quale portare facilmente il lettore a comprendere non solo la tematica, ma anche l'iter argomentativo che ha portato alle soluzioni indicate. Sicuramente però la parola chiave rimane quella della chiarezza e della semplicità. Per cui bisogna prima comprendere come semplificare ai minimi termini l'argomento in oggetto.

Continua la lettura
44

Utile ancora sarà sicuramente l'uso dei colori. Infatti studi dimostrano che l'effetto cromatico incide fortemente sulla nostra memoria. Usare colori diversi qualora si decide di introdurre un nuovo argomento, porta anche a comprendere e memorizzare visivamente il nuovo passaggio che si vuole affrontare. Dunque porta la nostra mente a sforzarsi per comprendere quanto meglio ciò che vede, e non solo, anche a memorizzarlo. Ancora un pratico consiglio può essere sicuramente quello di utilizzare simboli per collegare gli argomenti. Ad esempio le frecce sono il simbolo per eccellenza della consecutivitá. In questo caso infatti esprimere un concetto e poi collegarlo visivamente con una freccia non vuol dire altro che ci troviamo di fronte ad un argomento che è la conseguenza logica di un altro. O ancora l'utilizzo di parole scritte in stampatello e possibilmente colorate, tende ad evidenziare quanto meglio il tema di cui si discorre e non solo da fortemente nell'occhio per le tonalità cromatiche che rimarranno subito impresse nella nostra memoria, grazie all'impatto visivo. Allora diamoci da fare e prepariamone subito uno. Infatti metterci in gioco creando manualmente qualcosa con la propria intelligenza, supera qualsiasi tecnologia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come decorare un'aula scolastica

L'aula scolastica è il posto in cui uno studente passa buona parte della propria giornata. L'aula è un posto di apprendimento e di condivisione e sarebbe bello per gli studenti avere un'aula che sia ben decorata. Un'aula colorata renderebbe più vivaci...
Elementari e Medie

Come allestire un'aula multimediale

Se abbiamo un ufficio ed intendiamo utilizzarlo per impartire lezioni o fare corsi di formazione professionale, con l'utilizzo di nuove e moderne tecnologie, possiamo allestire un'aula multimediale, partendo da cifre minime a quelle più elevate, a seconda...
Elementari e Medie

Come accogliere i bambini il primo giorno di scuola

Se le vacanze estive stanno giungendo al termine e l'inizio della scuola è alle porte, le maestre dovranno adoperarsi a rendere entusiasmante l'avvio del nuovo anno scolastico e creare un clima quanto più possibile piacevole e allegro. Per un primo...
Elementari e Medie

Come Insegnare La Ciclicità Del Tempo Ai Bambini

A cominciare dalla prima classe è necessario preparare i bambini con adeguate strategie, a comprendere che la successione di determinati eventi si ripete sempre. Tuttavia bisogna far capire che il giorno e la notte, i mesi dell'anno, i giorni della settimana...
Elementari e Medie

Come realizzare un'unità didattica

Generalmente quando si parla di unità didattica ci si riferisce all'unità di apprendimento. Essa rappresenta un modello psicopedagogico, fatto di azioni sequenziali, rivolto al processo di apprendimento. L'unità didattica ha come obiettivo di quello...
Elementari e Medie

Come gestire una classe

Oggigiorno, la professione di insegnante è tutt'altro che semplice, perché si tratta di un lavoro pagato in modo insufficiente e sicuramente trascurato, come se insegnare e far crescere i giovani di oggi e, successivamente, proiettarli verso il loro...
Elementari e Medie

Come creare una mappa geografica per aiutare i bambini

La geografia, è un'importante materia da studiare sin dalle scuole elementari. Spesso però, non tutti i bambini amano memorizzare nomi di luoghi, mappe e caratteristiche di una regione o di un luogo perché per loro, può risultare parecchio complicato....
Elementari e Medie

Come insegnare matematica ai bambini

La matematica insieme all'italiano è una delle materie fondamentali che bisogna studiare bene e, se capiti i concetti base può diventare anche interessante. Ciò che importa è che venga presentata fin dalle scuole elementari in maniera tale da essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.