Come rappresentare una parabola sul piano cartesiano

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La parabola è un luogo geometrico dei punti di un piano equidistanti da un punto fisso, detto fuoco e da una retta fissa, detta direttrice. Essa può essere rappresentata su un piano cartesiano solo in determinate circostanze.. Infatti, questa operazione si può eseguire soltanto se si conoscono alcuni parametri quali: il vertice, la direttrice, il fuoco e l'asse; questi sono gli elementi che ci permettono di costruire la figura. Leggendo questo tutorial si possono avere delle utili e chiare indicazioni su come rappresentarla.

26

Definire bene i parametri

Cominciamo a definire meglio quelli che rappresentano i parametri per poter effettuare il disegno. Il fuoco è il punto fisso che viene stabilito per eseguire il disegno dell'asse di simmetria che interseca la parabola nel suo vertice. L'equazione che si rappresenta graficamente è: y = ax^2 + bx + c; in essa "a" deve essere diverso da 0. La "a" influenza la concavità della parabola; quest'ultima deve essere rivolta verso l'alto se risulta positiva, mentre va verso il basso se è negativa.

36

Individuare il coefficiente angolare

Per l'esecuzione del disegno bisogna individuare il coefficiente angolare del termine di secondo grado. Se questo termine è positivo vuol dire che il suo vertice è il punto di minimo, cioè quello più basso della figura. In seguito bisogna trovare le coordinate, l'intersezione con l'asse y e presumibilmente anche quella con l'asse delle x. Quest'ultima, insieme agli altri punti ci permette di tracciare le linee.

Continua la lettura
46

Tracciare gli assi del piano cartesiano

Adesso prendiamo un foglio e cominciamo a tracciare gli assi del piano cartesiano. Uno deve essere quello delle y e l'altro quello delle x. In seguito dobbiamo disegnare una retta, ossia la direttrice ed il fuoco; quest'ultimo costituisce il punto fisso esterno alla parabola. Occorre tracciare la perpendicolare alla direttrice che passa per il fuoco (F); in questo modo determiniamo il punto medio del segmento racchiuso tra F e il punto di intersezione che abbiamo ottenuto prima; esso rappresenta il vertice.

56

Disegnare il vertice

Il vertice deve essere equidistante da F e dalla direttrice tracciata; esso rappresenta la parabola stessa. Ora con la matita realizziamo la figura concava, che relativamente al parametro "a" ha un'apertura in alto o in basso. Con queste linee guida si può rappresentare sul piano ogni tipo di parabola. La tipologia dipende dai dati che sono riportati nell'equazione per cui bisogna prestare particolare attenzione. Adesso se vogliamo rappresentare la figura bisogna solo munirci di un foglio e di una matita.

66

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come rappresentare un'equazione lineare sul piano cartesiano

Un'equazione lineare è un'equazione algebrica di primo grado, ovvero che il grado massimo dei termini che le appartengono è uno. Per poter rappresentare qualsiasi genere di curva sul piano cartesiano, è necessario ridurre l'equazione, di qualunque...
Superiori

Come Rappresentare Un'Ellisse Sul Piano Cartesiano

Questa guida ci insegna come rappresentare su un piano cartesiano un'ellisse avente degli assi paralleli al sistema di riferimento, pertanto potremmo così notare la sua equazione (canonica). Per farlo saranno sufficienti delle elementari conoscenze riguardanti...
Superiori

Come calcolare la mediana su un piano cartesiano

Questo tutorial ti insegnerà a calcolare la mediana posta su un piano cartesiano. Prima di inoltrarci nell’argomento, è bene che tu conosca alcune nozioni di base. Il piano cartesiano è caratterizzato da due rette: l'asse - rappresentato dalla X...
Superiori

Come calcolare l'intercetta di una retta nel piano cartesiano

È molto importante saper affrontare ogni tipo di problema matematico o geometrico a seconda della classe che si sta frequentando. Al termine della terza media e a partire dalle superiori si inizia ad effettuare calcoli sul piano cartesiano utilizzando...
Superiori

Come trovare il baricentro di un triangolo nel piano cartesiano

Il sistema di riferimento cartesiano rappresentò un punto di svolta nello studio e nella comprensione della matematica e della geometria. La sua denominazione è dovuta al matematico e filosofo francese René Descartes (italianizzato in Cartesio), che...
Superiori

Come calcolare la distanza tra due punti in un piano cartesiano

Conoscere la distanza tra due punti potrebbe risultare abbastanza utile in numerose applicazioni e molteplici problemi non soltanto di geometria, ma anche di ulteriori materie scientifiche (come, ad esempio, la fisica o la geodesia). Nella seguente elementare...
Superiori

Come calcolare l'angolo tra due rette in un piano cartesiano

In questo tutorial vi spiegheremo come calcolare l'angolo tra due rette in un piano cartesiano. Questo è uno dei problemi mano conosciuti, però importante ugualmente come spesso appare nelle tracce. Continuate la lettura che vi spiegheremo come lo dovrete...
Superiori

Le equazioni delle trasformazioni geometriche nel piano cartesiano

Le trasformazioni geometriche rappresentano una corrispondenza che collega ad ogni punto del piano uno o più punti del piano stesso. È quindi una corrispondenza biunivoca di tutti i punti. Per comprendere le equazioni delle trasformazioni geometriche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.