Come rappresentare un grafico di una funzione matematica

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In questa guida andrete a scoprire come rappresentare un grafico di una funzione matematica. Ebbene sì, le funzioni nascondono degli indizi, in particolare delle linee su un grafico. Si potrebbe trattare ad esempio della frequenza del vostro battito cardiaco o di un logo di un cartone. Ma come risalire al grafico tramite un insieme di numeri che compongono una funzione? A tal proposito esiste lo studio della funzione. Lo studio della funzione prevede infatti una serie di fasi per cui è possibile rappresentare l'andamento. Man mano che si va avanti con lo studio della funzione, la rappresentazione sul grafico prende forma. Le prime fasi riguardano i limiti e gli asintoti. Successivamente si va a vedere se la funzione è crescente o decrescente. Quindi si va a vedere quante curve concave e convesse ci sono. Ecco quindi come fare passo dopo passo.

24

Trovare la retta

La tipologia di funzione più semplice o elementare è quella costante. La forma di queste funzioni è f (x) = y = k, con k opportuna costante reale. In questo caso il grafico è una retta orizzontale parallela a quella delle ascisse. Un altro tipo di funzione è la retta. La forma generale è f (x) = y = ax + b, con a e b numeri reali. Se troviamo due punti per i quali la retta passa, possiamo tracciare univocamente il grafico. Nel nostro esempio se prendo x = 0 e x = 1 troviamo rispettivamente valori di y pari a b e ad a+b. Quindi due punti per cui passa l' equazione generale della retta sono (0, b) e (1, a+b). Nel piano tracciamo una retta che collega questi due punti e abbiamo tracciato il grafico della funzione.

34

Rintracciare il vertice

Abbiamo visto, per ora, solo funzioni di primo grado. Esistono tuttavia anche funzioni di secondo grado o quadratiche. Il caso più semplice di funzione quadratica è la parabola, la cui equazione generale è della forma y = ax^2 + bx + c, con a, b e c reali. Per tracciare il grafico della parabola non basta trovare due punti da cui essa passa. Esistono formule per trovare il vertice, il fuoco e la direttrice che potete trovare in un libro di testo scientifico.

Continua la lettura
44

Verificare l'iniettiva

Da un grafico di una funzione, come abbiamo accennato in precedenza possiamo osservare diverse caratteristiche dell' applicazione. Ad esempio possiamo vedere se la funzione è iniettiva. Per definizione di iniettività si ha che se f (x1) = f (x2) allora x1 = x2. Prendendo in esame il grafico della parabola notiamo che esistono due valori delle x che hanno lo stesso valore in termini di y. Dunque possiamo quindi dedurre che la parabola non è una funzione iniettiva. Mentre una retta è sempre iniettiva. Altre proprietà interessanti possiamo capire dal grafico di una funzione, ma per queste rimandiamo a libri di testo più approfonditi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come fare il grafico probabile di una funzione

La guida che vi andremo a proporre andrà a occuparsi di grafici e funzioni. Come potrete comprendere facilmente tramite la lettura del titolo stesso che accompagna questa piccola guida, ora vi spiegheremo, passo dopo passo, come fare il grafico probabile...
Superiori

Come disegnare il grafico di una funzione omografica

Una funzione omografica si definisce tale quando è individuata da una funzione che possiede la forma di y = (ax + b) / (cx + d). Le lettere a, b, c, e d appartengono all'insieme dei numeri reali e tutta la formula permette di arrivare all'individuazione...
Superiori

Come disegnare il grafico di una funzione esponenziale

Come avrete già notato tramite la lettura stessa della nostra guida, ora andremo, in quattro passi, a spiegarvi come poter riuscire a disegnare il grafico di una funzione di tipologia esponenziale. Cominciamo immediatamente a valutare questa tematica...
Superiori

Come disegnare il grafico di una funzione trigonometrica

La Trigonometria è una branca della disciplina della matematica. Tramite la Trigonometria, si possono calcolare le misure sia degli angoli che dei lati di un triangolo. Il tutto è possibile con la conoscenza dei valori di almeno tre di questi dati....
Superiori

Matematica: la funzione lineare

Nell'equazione di primo grado, si prendono in considerazione tutti i valori possibili della "x" per un determinato valore "a", si ottiene che la quantità varia al variare del valore che si assegna ad x, il valore di a, una volta assegnato, caratterizza...
Superiori

Appunti matematica: studio della funzione a una variabile

Si avvicina il tempo degli esami e diventa opportuno fare un po' di ripasso dei principali argomenti di matematica. Un argomento che vediamo spesso nelle prove di esame è quello dello studio di funzione, dove, partendo da un'equazione data, lo studente...
Superiori

Come tracciare il grafico di una funzione trigonometrica

La trigonometria è quella scienza matematica che ha per oggetto lo studio dei triangoli, partendo proprio dagli angoli che li compongono. Grazie alle regole e alle funzioni della trigonometria dunque, è possibile calcolare le misure dei vari elementi...
Superiori

Come trovare la gamma di una funzione in matematica

Le regole matematiche sono infinite, e innumerevoli sono anche le soluzioni per il loro svolgimento. Vedremo in questa sede come fare per trovare la gamma di una funzione matematica. Prima di tutto dobbiamo sapere che la funzione è un concetto estremamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.