Come rappresentare un'equazione lineare sul piano cartesiano

Tramite: O2O 09/03/2016
Difficoltà: media
16

Introduzione

Un'equazione lineare è un'equazione algebrica di primo grado, ovvero che il grado massimo dei termini che le appartengono è uno. Per poter rappresentare qualsiasi genere di curva sul piano cartesiano, è necessario ridurre l'equazione, di qualunque grado e tipologia essa sia, ai minimi termini.
Sul piano cartesiano tutte le equazioni lineari si rappresentano come una retta che varia la sua inclinazione al variare del suo coefficiente angolare. È bene, però, prima fare un distinguo tra le varie tipologie di equazioni che potremo incontrare sul nostro percorso.

26

Occorrente

  • penna
  • righello
36

L'equazione lineare più comune, nonchè quella più completa, è l'equazione classica del tipo "y= mx+q" in cui "m" rappresenta il coefficiente angolare (coefficiente di inclinazione della retta) e "q" la costante (distanza che l'origine del piano cartesiano ha dal punto di intersezione tra la retta e l'asse delle "y"). Per questo genere di equazioni lineari ci sono due semplici passaggi da seguire. Come prima cosa da fare dobbiamo assegnare due volte un valore arbitrario ad una delle incognite. A questo punto bisognerà calcolare il valore dell'altra ottenendo così due coppie ordinate del tipo (x'; y') e (x''; y''). Ad esempio, nell'equazione lineare "y= 2x+1", assegnando i valori arbitrari 1 e 2 alla lettera "x", otterremo le coppie (1; 3) e (2; 5). Il secondo e più semplice passaggio è individuare nel piano cartesiano le coordinate appena ricavate. Unirle con il righello avvalendosi del Primo Postulato di Euclide che afferma: "per due punti passa una ed una sola retta".

46

Potreste, però, trovarvi in qualche caso particolare in cui una delle due incognite è assente. Nel caso in cui vi doveste trovare davanti un'equazione lineare del tipo "y= q" non lasciatevi prendere dal panico. Qualunque valore decidiamo di assegnare alla "x" (che sottintesa con coefficiente 0), quello della "y" resta invariato. Avremo quindi la possibilità di individuare dei punti di coordinate (x'; q) e (x''; q) sul piano cartesiano. Se volete evitare di individuare i punti sul piano basterà individuare quella retta parallela all'asse delle "x" passante per il punto (0; q).

Continua la lettura
56

Nel caso in cui, invece, l'incognita assente fosse la "y" e ci trovassimo davanti un'equazione lineare del tipo "x= q", l'incognita costante al variare della "y" sarebbe, questa volta, la "x". Individueremmo, quindi, le generiche coppie (q; y') e (q; y''). Volendo ancora una volta tracciare la retta senza l'individuazione dei punti sul piano cartesiano, basterà disegnare una retta parallela all'asse delle "y" passante per il punto (q; 0).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare l'intercetta di una retta nel piano cartesiano

È molto importante saper affrontare ogni tipo di problema matematico o geometrico a seconda della classe che si sta frequentando. Al termine della terza media e a partire dalle superiori si inizia ad effettuare calcoli sul piano cartesiano utilizzando...
Superiori

Come calcolare la distanza tra due punti in un piano cartesiano

Le materie scientifiche come geometria, fisica e geodesia ci permettono di lavorare con il piano cartesiano e le sue caratteristiche. Effettuando dei calcoli ben precisi, si arriva a determinare una serie di elementi tipici dello spazio delimitato dalla...
Superiori

Come calcolare la mediana su un piano cartesiano

Questo tutorial ti insegnerà a calcolare la mediana posta su un piano cartesiano. Prima di inoltrarci nell’argomento, è bene che tu conosca alcune nozioni di base. Il piano cartesiano è caratterizzato da due rette: l'asse - rappresentato dalla X...
Superiori

Come calcolare l'angolo tra due rette in un piano cartesiano

In questo tutorial vi spiegheremo come calcolare l'angolo tra due rette in un piano cartesiano. Questo è uno dei problemi mano conosciuti, però importante ugualmente come spesso appare nelle tracce. Continuate la lettura che vi spiegheremo come lo dovrete...
Superiori

Come calcolare il perimetro in un piano cartesiano

Il piano cartesiano è un piano geometrico dotato di un sistema di riferimento. Esso è composto da due rette, l’asse x (ascisse) e l’asse y (ordinate), la prima orizzontale e la seconda verticale. Queste due rette si incontrano perpendicolarmente...
Superiori

Le equazioni delle trasformazioni geometriche nel piano cartesiano

Le trasformazioni geometriche rappresentano una corrispondenza che collega ad ogni punto del piano uno o più punti del piano stesso. È quindi una corrispondenza biunivoca di tutti i punti. Per comprendere le equazioni delle trasformazioni geometriche...
Superiori

Come trovare il baricentro di un triangolo nel piano cartesiano

Il sistema di riferimento cartesiano rappresentò un punto di svolta nello studio e nella comprensione della matematica e della geometria. La sua denominazione è dovuta al matematico e filosofo francese René Descartes (italianizzato in Cartesio), che...
Superiori

Come trovare l'equazione della retta nel piano

Partendo da due degli elementi primitivi della geometria, come retta e piano, vedremo come trovare l'equazione di una retta nel piano, poiché per poterlo fare abbiamo bisogno di degli elementi. Inoltre a corredo della guida, sarà possibile consultare...