Come rappresentare il sistema solare

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

All'interno della presente guida, andremo a parlare di scienza e, più specificatamente, come avrete già potuto notare dal titolo rappresentativo della nostra guida, ora andremo a parlarvi di astronomia. Nello specifico, vi spiegheremo Come rappresentare il sistema solare.
Il centro del sistema solare è la sua stella, chiamata Sole, e intorno ad essa, come dimostrato dalla teoria eliocentrica che sostituì l'obsoleta e inesatta teoria geocentrica, ruotano i pianeti appartenenti al sistema stesso, nonché i loro satelliti. I pianeti facenti parte del sistema solare, in ordine dal più vicino al più lontano, sono: Mercurio, Venere, Terra, Marte, Giove, Saturno, Urano, Nettuno, per terminare con Plutone, che tuttavia è stato declassato.
Vi sono numerosissimi satelliti naturali e miliardi di corpi minori: stiamo parlando del Sistema Solare, ovvero di quel sistema composto da corpi celesti tenuti insieme dalla forza gravità esercitata dalla nostra stella, il Sole. Per poter comprendere al meglio le dinamiche presenti all'interno di questo grande schema si è sempre ritenuto fosse utile rappresentare il sistema solare in maniera schematica. Lo schema più logico e di maggior comprensione (soprattutto per dei bambini o dei ragazzini che sono in un primo approccio nei confronti dell'Universo vicino) è quello che vede i pianeti come una serie di sfere, più o meno grandi (in scala), ognuna delle quali simboleggerà un corpo celeste con la sua orbita.

29

Occorrente

  • Pennarelli\Pastelli colorati.
  • Delle forme circolari o un compasso.
  • Un cartone piuttosto grande (un metro per un metro e venti, ad esempio).
39

Il Sole

Come abbiamo appena spiegato lungo tutto il passo che è andato a introdurvi la tematica fondamentale su cui, è proprio il caso di dirlo, ruoterà la nostra guida, ora andremo a spiegarvi Come rappresentare il sistema solare.
Passo dopo passo, andremo a vedere la ricostruzione di uno degli elementi che costituiscono il sistema.
Partiamo dalla stella: il Sole.
Nell'esatto centro del nostro foglio di carta (o di carta spessa), disegniamo, aiutandoci con un compasso o con una forma, una grande sfera gialla che rappresenterà la nostra stella. Tutti sappiamo benissimo che il Sole è il fulcro del Sistema Solare, ed è da lui che provengono la luce e il calore che hanno permesso la nascita della vita sulla Terra. Nella classificazione delle stelle, il Sole è solamente una nana gialla (quindi di dimensioni modeste) ma si stima che la sua luminosità sia in costante crescita. Rispetto al sistema solare, la stella Sole compie una rivoluzione girando intorno al suo stesso asse. Per poter rappresentare questo moto, andiamo a disegnare una freccia curva che indichi il movimento.

49

Mercurio

Ricordate che, anche se cercheremo di mantenere le proporzioni migliori possibili, nella nostra rappresentazione il Sole non avrà le dimensioni "nella giusta scala", ma sarà solo visibilmente più ampio.
Passiamo ora a quello che è il pianeta più vicino al Sole, ma anche il più piccolo: Mercurio. Mercurio è sprovvisto di satelliti, e risulta quindi essere un punto di colorazione azzurra, a una relativamente piccola distanza dal Sole, con un'orbita circolare.

Continua la lettura
59

Venere

Per quanto riguarda le dimensioni, cercate di far sì che abbia un diametro circa 15/20 volte inferiore al nostro "Sole", proprio come nel disegno.
Ora possiamo passare a un altro pianeta: Venere. Durante la notte, Venere è il pianeta più luminoso dell'intera galassia, ed è facilmente riconoscibile anche senza utilizzare il telescopio. Venere è un pianeta per dimensioni molto simile alla Terra, ma al contrario della nostra atmosfera, quella del pianeta rosa è molto più densa e ciò determina una temperatura superficiale davvero alta.

69

La Terra

Per rappresentare Venere con la sua orbita circolare (ogni rivoluzione dura circa 275 giorni) usate un pallino rosa grande circa il doppio del pianeta Mercurio.
Ed eccoci finalmente arrivati al nostro amato pianeta: la Terra. Esso è l'unico pianeta che ospita ancora forme di vita, per lo meno per le conoscenze che fino ad oggi abbiamo acquisito. Anche la Terra ha un'atmosfera e, inoltre, intorno al nostro pianeta ruota un satellite, la famosissima Luna.

79

Marte

Per rappresentare bene Marte, dobbiamo disegnare un punto rosso, stando attenti alla sua orbita allungata. Vi ricordo che Marte ha ben due satelliti, denominati Phobos e Deimos.
Per poter riuscire a rappresentare nel miglior modo possibile il sistema solare, dobbiamo necessariamente ricordarci che tra i pianeti di Marte e di Giove sono presenti una serie di asteroidi.

89

Giove

Si tratta prevalentemente di rocce e metalli che probabilmente risalgono alla creazione del Sistema Solare, antichissimi e che orbitano intorno al Sole proprio come tutti gli altri pianeti. Possiamo tranquillamente schematizzarli come un pulviscolo bianco.
È ora il turno di Giove, che è il pianeta del sistema solare più grande. La sua atmosfera per noi sarebbe irrespirabile poiché contiene grandi nubi di ammoniaca. .

99

Nettuno

La sua atmosfera è simile a quella di Giove e di Saturno, con una percentuale di metano più alta. Fra i pianeti esterni è quello meno massiccio e con meno satelliti. Rappresentiamolo con un punto azzurro di medie dimensioni.
Ora disegniamo Nettuno: Nettuno è un pianeta che percorre un'orbita quasi del tutto circolare, in un periodo di circa 164 anni. Attorno al pianeta Nettuno ruotano ben otto satelliti. Irradia più calore interno rispetto ad Urano, ma non tanto quanto Giove o Saturno. Disegniamo anche Nettuno come un pallino viola.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di astronomia: guida ai pianeti

Circa 5 miliardi di anni fa ebbe origine il nostro sistema solare, che deve il suo nome alla stella più grande e luminosa, il Sole. Attorno ad esso ruotano tutti i pianeti ed i rispettivi satelliti, tra cui ovviamente anche la Terra.Del sistema solare...
Superiori

Pianeti terrestri e gioviani: caratteristiche

Oggi, grazie alla tecnologia avanzata e a dei telescopi digitali in grado di scrutare nel profondo universo, è possibile distinguere e classificare pianeti di ogni genere. Tra questi sono costantemente monitorati quelli che orbitano intorno alla Terra...
Superiori

Fisica: il moto dei pianeti

In ordine di distanza dal Sole, i pianeti del Sistema solare sono: Mercurio, Venere, Terra, Marte (chiamati pianeti interni, o terrestri, perché presentano caratteristiche che sono simili a quelle del nostro pianeta), Giove, Saturno, Urano, Nettuno (detti...
Elementari e Medie

Come creare un sistema solare

Il sistema solare non è altro che un'immensa distesa spaziale, costituita da otto pianeti e da una varietà infinita di corpi celesti di vario tipo. All'interno di questo sistema, tutti i pianeti girano intorno al Sole seguendo un percorso ellittico...
Elementari e Medie

Come costruire un modellino del Sistema Solare

Il Sistema Solare è un interessantissimo argomento che si studia fin dalle scuole elementari. Per scoprire in cosa consiste l'universo, bisogna anzitutto saperne di più sulla Terra. E poi occorre studiare anche gli altri pianeti che ruotano attorno...
Superiori

Le leggi di Keplero

Johannes Kepler è ora ricordato soprattutto per aver scoperto le tre leggi del moto planetario. Riportano il suo nome pubblicato nel 1609 e nel 1619. Ha fatto anche un lavoro importante in ottica (1604, 1611). Ha scoperto due nuovi poliedri regolari...
Superiori

Letteratura italiana: guida al "Paradiso" di Dante

Il capolavoro di Dante Alighieri “La Divina Commedia” è composto da tre libri chiamati “cantiche”, ognuno dei quali formato da 33 canti. La metrica è composta da terzine di endecasillabi con rime incatenate. Questa opera, composta presumibilmente...
Superiori

Le Leggi di Keplero e il moto dei pianeti

La Geografia Astronomica è una delle materie scolastiche più belle e interessanti di tutto il percorso: scoprire l'origine dell'Universo, la formazione della Terra ed il motivo della propria rotazione su se stessa sono degli argomenti che si studiano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.