Come raccordare due archi di circonferenza con due rette incidenti in un punto tra i due centri

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Raccordare due archi di circonferenza con due rette incidenti in un punto tra i due centri non è difficile come si può pensare ma si può risolve molto facilmente e rapidamente c'è bisogno di prestare solo molta attenzione nel seguire i passi indicati qui di seguito. Se vuoi raccordare due archi di circonferenza aventi diametri diversi, con due rette incidenti in un punto situato fra i due centri, ti basta seguire attentamente questa guida. Per far si che il vostro lavoro possa avere un buon verificate di avere tutti gli strumenti adatti per lavorare, prima di tutto temperare molto attentamente la punta della vostra matita 2H in modo da avere una punta molto appuntita in tal modo avrete un disegno molto raffinato e di una pulizia estrema. Per disegnare un raccordo è molto importante capire che cos’è un raccordo. Un accordo è la congiunzione di punti senza nessuna interruzione grafica, con fluidità.

26

Occorrente

  • foglio
  • matita
  • compasso
  • squadrette
36

Prima di qualunque altra cosa iniziate col prendere tutti gli strumenti che vi serviranno per svolgere il lavoro subito dopo dovrete prendere un compasso con una punta molto ben temperata e iniziate a disegnare le due circonferenze di diverse dimensioni. Successivamente indicare i due centri con C e C’ e aiutandovi con una squadretta o un righello preferibilmente in ottime condizioni senza crepe o piccoli pezzi mancanti e con una matita 2H ben temperata tracciate un segmento che unisce i punti C e C’. Saprete molto bene che le rette hanno un punto che segna l'inizio e un punto che segna una fine, per tanto hanno un inizio e una fine ben delineati.

46

Una volta eseguito il passo 1 unite con la vostra squadretta i punti A e B in modo tale che si intersechi con il segmento CC’ nel punto O. Eseguite il fissaggio dei punto D e E che saranno i vostri P. M (Punti Medi) di CO e OC’. Prendete nuovamente il compasso e fissare la punta nei punti D e E con apertura della stessa lunghezza delle distanze DC e EC’.

Continua la lettura
56

Come ultimo passo per completare il raccordo di due archi di circonferenza con due rette incidenti in un punto tra i due centri tracciate le vostre circonferenze che andranno ad intersecarsi con gli archi iniziali nei punti di raccordo F, G, H ed I. Eseguito anche questo passo siete quasi giunti alla fine del vostro raccordo, dovrete per ultima cosa congiungere i punti F e I ed il punto G con H a questo punto avrete descritto le vostre due rette richieste all’inizio. Seguendo questi tre semplici passi potrete avere un perfetto raccordo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Tracciate sempre le linee molto delicatamente
  • Temperate sempre la punta della vostra matita 2H in modo da fare delle linee molto precise.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come trovare le rette tangenti ad una circonferenza in geometria analitica (metodo del delta)

La geometria analitica o cartesiana è una disciplina molto importante della matematica, e si riferisce allo studio delle figure geometriche attraverso il sistema di coordinate cartesiane. Ogni punto del piano cartesiano si indica con P (x, y), in quanto...
Superiori

Come trovare le rette tangenti a una circonferenza

In questa guida troverete, dato un cerchio, le rette tangenti a una circonferenza con pendenze specificate. Quindi dato un cerchio e un punto al di fuori dal cerchio, troverete l'equazione della retta tangente al cerchio da quel punto. Questa lezione...
Superiori

Come tracciare un raccordo tra due rette perpendicolari

La geometria è una parte della matematica che studia le figure piane e solide. Tracciare un raccordo tra due rette perpendicolari è uno dei primi argomenti trattati e studiati durante durante un corso di geometria o di disegno: in questa semplice e...
Superiori

Teorema sugli archi congruenti: dimostrazione

Il teorema sugli archi congruenti è un teorema che afferma che "ad archi congruenti corrispondono corde parallele". Per farne una dimostrazione abbiamo bisogno di un' ipotesi, ossia i dati forniti dallo stesso teorema e una tesi, ossia quello che va...
Superiori

Come raccordare due segmenti perpendicolari

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori, a capire, come poter raccordare circa due segmenti perpendicolari. Cercheremo di eseguire il tutto, mediante il classico metodo del fai da te, in modo da essere in grado di mettere in pratica...
Superiori

Come verificare se due rette sono complanari

Tra i vari esercizi di matematica o di geometria che possono svolgersi in classe o durante alcune verifiche, è possibile che possa essere richiesta una dimostrazione o la verifica legata alle due rette complanari. Per molti ragazzi svolgere esercizi...
Superiori

Come dimostrare che due rette sono perpendicolari

In geometria analitica, una delle prime curve che viene trattata appena si inizia a lavorare con i piani cartesiani è la retta. La retta, ente geometrico fondamentale, è la base sia della geometria piana che dell'analisi matematica. Per affrontare,...
Superiori

Come costruire una spirale a quattro centri

Una spirale è una curva piana che si avvolge attorno a uno o più punti fissi (centri), allontanandosi o avvicinandosi sempre più da essi, a seconda del verso di percorrenza. Per costruire una spirale si adottano diverse tecniche geometriche. In questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.