Come quotare un disegno tecnico

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Quando si utilizza un grafico per rappresentare un oggetto, quest’ultimo viene definito soltanto in termini qualitativi; tuttavia, per completare il processo risulta necessario aggiungere ad esso tutta una serie di informazioni di tipo quantitativo. Quotare un disegno tecnico significa dunque riportare tutte le indicazioni finalizzate a definire le dimensioni dell’oggetto rappresentato. Questi valori numerici vengono denominate, appunto, quote. In questa guida ci occuperemo di mostrarvi quello che è il procedimento da attuare e come lavorare per quotare correttamente un disegno grafico.

25

Conoscere le linee

Innanzitutto è fondamentale sapere che le quote vengono scritte in prossimità di linee, le quali collegano le dimensioni agli elementi del disegno cui si riferiscono; queste linee si suddividono in linee di misura e linee di riferimento: le linee di misura, come suggerisce il nome stesso, hanno la funzione di definire graficamente le dimensioni, la cui misura numerica è data dal valore della quota; le linee di riferimento, invece, delimitano le linee di misura e collegano queste alla dimensione considerata, consentendo di interpretare il valore numerico proposto. Ad ogni modo bisogna sapere che vi sono altri elementi costitutivi delle quote: le frecce terminali, che spesso terminano le linee di misura, e le linee di richiamo, che invece collegano alcuni elementi del disegno a cui vengono associati informazioni aggiuntive.

35

Scrivere le quote

Come principi generali da seguire, bisogna ricordare che i valori devono poter essere letti dalla base o dal lato destro del disegno; ogni parte o relazioni tra parti necessita quindi di essere quotata una sola volta; infine, tutte dimensioni devono essere espresse nella stessa unità di misura o, se così non fosse, bisogna indicare la discrepanza chiaramente. Mostriamo ora quello che, nelle vecchie norme, viene definito criterio A per definire il valore della quota. Rispetto alle linee di misura le quote devono essere scritte perpendicolarmente, leggermente al di sopra e non devono esistere linee che intersecano o separano il valore della dimensione; i valori, inoltre, si devono poter leggere dalla base o dal lato destro del disegno.

Continua la lettura
45

Quotare gli elementi

Vi sono inoltre dei casi specifici che bisogna approfondire per riuscire ad avere un quadro più definito della situazione. La quotatura di elementi fuori scala, per esempio, è un concetto che deve essere sottolineato. Se la figura da quotare è un angolo, la misura dovrà essere scritta all'esterno dello stesso oppure sovrapposta alla linea di misura, esattamente a metà. Ancora, quando si quota un diametro bisogna precedere il simbolo di una O tagliata al valore se non è ben chiaro che si tratta di un diametro; in caso contrario, invece, non deve essere riportato alcun simbolo. Le quote di raggi dovranno essere precedute dal simbolo R. Queste sono solo le principali quotature di disegni tecnici, per ulteriori approfondimenti e informazioni vi rimandiamo al seguente link http://www.larapedia.com/ingegneria_disegno_tecnico/quotatura_disegno_tecnico.html.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come aiutare i bambini nel disegno

L'attività grafica di una persona si manifesta principalmente attraverso il disegno, espressione autentica e originale sia dei grandi che dei bambini. Non sempre i nostri piccoli sono portati o interessati a quest'arte, magari perché poco indirizzati...
Elementari e Medie

5 tecniche di disegno per bambini facili da apprendere

I bambini, fin dalla più tenera età, dispongono di moltissima creatività, e hanno perciò bisogno di occasioni in cui poterla esercitare. I bambini sono estremamente attratti dall'arte e dal disegno, che rappresenta un mondo in cui possono creare...
Elementari e Medie

Le 5 tecniche di disegno per bambini

I bambini hanno un istinto innato che li porta ad impugnare i colori e rappresentare la loro realtà, ovvero a disegnare. Con la crescita, questa capacità va stimolata e "corretta", con l'insegnamento dell'arte. In questa guida vi spiegheremo le 5 tecniche...
Elementari e Medie

Come inscrivere un triangolo equilatero in una circonferenza

Se state consultando questa guida allora forse avete perso qualche lezione di disegno tecnico, ma non disperate, non occorre essere dei geometri o degli architetti per inscrivere un triangolo equilatero in una circonferenza. Per questo motivo, seguendo...
Elementari e Medie

Come Tracciare Un Poligono Regolare

Si sa che per il disegno tecnico di una figura geometrica occorre molta precisione. Spesso la risoluzione di un esercizio dipende infatti proprio dalla costruzione della figura geometrica di riferimento, che per tale ragione deve essere il più possibile...
Elementari e Medie

Come disegnare una perfetta spirale

La spirale è un simbolo antichissimo. Nella cultura celtica simboleggiava la crescita, lo sviluppo; è simbolo delle vita che continua e di energia. Riuscire a disegnare perfettamente una spirale a mano libera è un'impresa molto difficile; tuttavia,...
Elementari e Medie

Come costruire un ettagono inscritto in una circonferenza

L'ettagono è una semplice figura geometrica, un poligono e la sua caratteristica principale è quella di avere sette angoli e sette lati uguali. Costruire un ettagono inscritto in una circonferenza spesso viene richiesta nei primi anni di disegno tecnico...
Elementari e Medie

Come tracciare un ovale dati gli assi

Geometria è una parola di derivazione greca (geo = terra, metria = misurazione). Essa indica la scienza dello "spazio" che ha origini pratiche, da osservazioni sui metodi impiegati dagli Egizi nelle loro opere di ingegneria. Ma fu in Grecia che la ricerca...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.