Come Quantificare Il Grado Di Diversità Tra Oggetti

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Nell'eterogeneo contesto della rappresentazione dei fenomeni, in ambito tipicamente informatico, assume rilevanza lo studio numerico della relazione tra oggetti diversi, che consente di definire una metrica precisa e utile, non solo a livello accademico. Quantificare la diversità tra gli oggetti è, infatti, un utilissimo metodo per studiare le relazioni tra oggetti di natura diversa.
Vediamo quindi, con questa guida, come quantificare il grado di diversità tra oggetti.

26

Occorrente

  • Carta e penna
  • Eventualmente, calcolatrice
36

Per capire come quantificare il grado di diversità tra oggetti, puoi partire considerando un gruppo di calciatori e per ognuno di essi puoi elencare una serie di proprietà, in base alle quali puoi esprimere delle valutazioni. Per esempio l'elenco dei calciatori esaminati prevede: Pato, Quagliarella, Del Piero e Pandev. Ora devi decidere le proprietà da valutare. Puoi pensare alle seguenti: velocità, potenza, correttezza e resistenza. Adesso valuta i calciatori secondo le proprietà ipotizzate.

46

Per Alex Del Piero proponi invece i seguenti quattro giudizi 7, 7, 10 e 8. Infine per Pandev le medesime qualità le puoi quantificare nei valori 8, 9, 8 e 8. Ora per valutare il grado di diversità tra i diversi elementi dell'insieme studiato devi selezionare ciascuna coppia confrontabile, prendere in considerazione i valori di ciascun giudizio e farne la differenza. La somma dei valori assoluti delle differenze ti fornisce la misura del grado di diversità di ogni coppia. Un esempio: tra Pato e Quagliarella la differenza stimata nella velocità è uno (non importa a favore di chi). Per quanto riguarda la potenza la distanza numerica delle tue valutazioni è zero. Prosegui con la differenza riguardante la correttezza, che vale ancora zero (9 per tutti e due) e concludi con la resistenza, in cui essi differiscono di uno (è ininfluente chi sia stato stimato più resistente). Ora per quantificare la diversità totale tra loro devi sommare il valore assoluto di tutte e quattro le differenze: 1+0+0+1=2. Il valore ottenuto, in questo caso 2, rappresenta la diversità tra gli oggetti esaminati.

Continua la lettura
56

Considera una scala che prevede come valore minimo 1 e come valore massimo 10. Assegna, ad esempio, a Pato un valore di velocità pari a 9, uno di potenza pari a 8, correttezza valutata 9 e, infine, resistenza quantificata con un 7. Prosegui con Quagliarella, valutato con il seguente gruppo di giudizi numerici: 8 (velocità), 8 (potenza), 9 (correttezza) e 8 per la resistenza. Per le stesse caratteristiche sopra elencate completa le valorizzazioni giudicando Del Piero e Pandev.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizza lo stesso ragionamento per calcolare il grado di diversità di oggetti di diversa natura.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come calcolare il grado di dissociazione di un gas

Si definisce grado di dissociazione, simboleggiato dalla lettera greca α, il rapporto tra le moli di sostanza dissociata (nd) e le moli iniziali (n0) della stessa sostanza. Il grado di dissociazione è funzione della temperatura e della pressione e può...
Università e Master

Come Calcolare Il Grado Di Insaturazione Di Una Molecola

Calcolare il grado di insaturazione di una molecola o un composto chimico è una procedura essenziale e primaria per il primo approccio conoscitivo della sostanza con cui stiamo operando. Infatti questa operazione viene fatta subito dopo l'acquisizione...
Università e Master

Come Determinare Il Grado Alcoolico Mediante L'Ebulliometro Di Mulligand

L'ebulliometro di Malligand consiste in uno strumento di misura del grado alcolometrico approssimativo di un vino. Si basa sull'esecuzione della misura della temperatura di ebollizione, che varia a seconda della pressione e del quantitativo di alcool...
Università e Master

Come determinare sperimentalmente il grado di acidità di un olio d'oliva

Quando si parla di olio extravergine di oliva molto spesso si fa riferimento all’acidità ed in effetti tale parametro è probabilmente l’indicatore che meglio di qualsiasi altro riesce a sintetizzare una valutazione complessiva sulla qualità chimica....
Università e Master

Modi per esprimere la concentrazione di una soluzione

Nel campo della chimica, una soluzione deriva dall’unione uniforme di una o più sostanze. Il suo volume è omogeneo, perché le particelle si dispongono in maniera regolare. Una soluzione si compone di due elementi. Il soluto si disperde nella soluzione...
Università e Master

Come convertire un numero binario in esadecimale

I numeri sono degli strumenti fondamentali, nati già nell'antichità, che ci permettono di quantificare degli elementi di vario tipo. Tuttavia è comunque possibile convertire i numeri di un sistema numerico, in quelli di un altro e per farlo dovremo...
Università e Master

Come usare il Pattern Observer

II pattern Observer rappresenta per definizione, nell'ambito della programmazione orientata agli oggetti, uno schema progettuale estremamente semplice che fornisce una soluzione concettuale, già pronta al nostro uso, ad un problema ricorrente. Quindi...
Università e Master

Esercizi di statistica e probabilità

La statistica è una scienza che si occupa del modo in cui si distribuisce un determinato aspetto in un campione di popolazione. Discorso diverso per il calcolo delle probabilità. Esso, infatti, si prefigge di quantificare la possibilità che un certo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.