Come Pronunciare Correttamente Il Francese

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Dopo l'inglese, la lingua francese è quella più parlata e studiata al mondo. Imparare a parlarla e a leggerla, per noi italiani, è più semplice rispetto all'inglese in quanto le forme e i tempi verbali sono più simili alla nostra madrelingua. Si tratta di una lingua che ha delle umili origini, in quanto nacque un dialetto provinciale del latino per poi svilupparsi man mano come un linguaggio globale che tutt'oggi è parlato ufficialmente in 33 paesi nei 5 continenti del mondo. La più grande differenza tra la lingua italiana e quella francese sta nella fonetica, ovvero nella pronuncia dei suoni. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, come pronunciare correttamente il francese.

27

Occorrente

  • Esercitazione
37

Un incentivo all'apprendimento può sicuramente derivare dall'ascolto quotidiano di materiale in lingua originale. E’ sufficiente navigare in internet o seguire le trasmissioni dei canali francesi sulle tv satellitari: pochi minuti di ascolto passivo al giorno rappresentano comunque un ottimo esercizio. Rintracciate delle analogie tra i suoni più ostici francesi e quelli italiani o leggete ad alta voce testi in madrelingua. Cercate di analizzare le difficoltà che potrete incontrare nello studio della pronuncia francese.

47

La prima categoria è quella del suono della a nasale di enfant; la seconda è quella del suono della o nasale di confondere; la terza è quella del suono della i nasale di une. Le nasali rimangono tali anche se terminano una parola e non acquistano mai sonorità. Se le vocali nasali non diventano sonore quando terminano una parola, alcune lettere non si pronunciano proprio: sono mute le lettere t, d, s, x, p, z, g. Anche la vocale e, se non accentata, non si pronuncia: sarà quindi muta la e finale di rose, mentre si pronuncerà per intero la parola été. Seguono lo stesso ragionamento i verbi coniugati con finale in -e, -es,- ent: mangent si pronuncerà pertanto mang, con la g finale morbida.

Continua la lettura
57

Un paragrafo a parte meritano i dittonghi che riportiamo con la relativa pronuncia:
· Eau si pronuncia ó (ad es. Beaucoup si pronuncia bócup);
· Au si pronuncia ó (ad es. Cadeaux si pronuncia cadó);
· Ou si pronuncia u (ad es. Vous si pronuncia vu);
· Ai si pronuncia e (ad es. Paix si pronuncia pe);
· Ei si pronuncia è (ad es. Plein si pronuncia plèn).

67

Esistono infine alcune regole che riguardano la vocale e. Abbiamo accennato precedentemente alla differenza tra la e accentata e la e non accentata in finale di parola.
Più in generale:
· È si pronuncia aperta è come in italiano (ad es. Frère si pronuncia frèr);
· E’ si pronuncia chiusa (ad es. école si pronuncia ekole)
· Er e ez si pronunciano e.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se le vocali nasali non diventano sonore quando terminano una parola, alcune lettere non si pronunciano proprio: sono mute le lettere t, d, s, x, p, z, g.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come tradurre correttamente gli aggettivi dimostrativi in francese

La grammatica francese come quella italiana è molto vasta, presenta infatti notevoli termini che devono essere analizzati singolarmente, grazie alle diverse analisi, come quella grammaticale, quella logica e quella del periodo. Le particelle che compongono...
Elementari e Medie

I migliori libri per imparare il francese da piccoli

Il francese è una lingua molto importante, in quanto parlata in tantissime parti del mondo. Imparare il francese non è affatto semplice, nonostante sia una lingua neolatina. Coloro che apprendono più velocemente sono di sicuro i bambini, che riescono...
Elementari e Medie

Come rendere le frasi negative in francese senza l'uso del "PAS"

Generalmente nella lingua francese le frasi si rendono nella forma negativa utilizzando la particella "ne", da porre davanti al verbo, e "pas" dopo la forma verbale. Tuttavia, in alcune circostanze l'uso del "pas" risulta sbagliato. Quando si crea una...
Elementari e Medie

Come Formare Il Femminile Di Aggettivi E Sostantivi In Francese

Formare il genere femminile di sostantivi ed aggettivi nella lingua francese è un'operazione semplice per chi conosce una lingua derivata dal latino, come ad esempio l'italiano, e per alcuni aspetti la procedura è simile; bisogna tenere però sempre...
Elementari e Medie

I verbi irregolari in francese

il francese come l'italiano presenta una grammatica abbastanza vasta e articolata, che serve a racchiudere la sintassi nel linguaggio sia scritto che orale. Nella grammatica francese sono presenti i nomi, i pronomi, le congiunzioni, i verbi e gli avverbi,...
Elementari e Medie

I principali eventi della Rivoluzione Francese

La Rivoluzione Francese è, senza ombra di dubbio, uno degli eventi principali della storia moderna e di certo fu il punto di svolta che portò dopo l'Assolutismo settecentesco alla nascita di una coscienza nazionale su cui trovarono fondamento gli Stati...
Elementari e Medie

Come fare il plurale di sostantivi e aggettivi in francese

Dopo l'inglese, la lingua francese è quella maggiormente studiata e parlata al mondo. Originariamente era nata come un dialetto della lingua latina, ma successivamente è andata gradualmente diffondendosi in tutte le regioni della Francia. Al giorno...
Elementari e Medie

Come esprimersi correttamente in italiano

Oggi come oggi l'italiano non viene più parlato e scritto in forma corretta, molto probabilmente perché si è diffuso, soprattutto tra i giovani il linguaggio degli sms e di internet ed anche perché leggere è diventata un'azione obsoleta, sostituita...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.