Come Preparare Il P-t-butilfenolo Per Alchilazione Di Friedel-crafts

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tra le materie scientifiche esistenti, la chimica risulta essere tanto affascinante quanto complicata, ma nel corso della vita può tornare utile sapere o per lo più avere le nozioni basi studiate negli anni addietro. Un alchile in un anello aromatico si realizza per reazione di un alogenuro alchilico con un composto aromatico in presenza di un acido di Lewis, ad esempio cloruro di alluminio. Si tratta essenzialmente di una sostituzione elettrofila aromatica. L'elettrofilo è il carbocatione formatosi per reazione tra l'alogenuro alchilico e l'acido di Lewis. Nel procedimento di sintesi proposto i reagenti sono fenolo e cloruro di t-butile. Leggete attentamente la guida qui sotto riportata ed apprenderete al meglio tutto ciò che c'è da fare per preparare il P-T-butilfenolo per alchilazione di Friedel-Crafts. Vediamo come procedere.

26

Occorrente

  • Beuta da 50 mL
  • Cloruro di t-butile
  • Fenolo
  • Becher
  • Bacchetta di vetro
  • Acqua distillata
  • Cartina al tornasole
  • Acido cloridrico concentrato
  • Occorrente per la filtrazione sotto vuoto
36

Per iniziare la procedura di sintesi del p-t-butilfenolo ponete 6,5 mL (5,5 g) di cloruro di t-butilenella beuta da 50 mL, subito dopo aggiungete 4,7 g di fenolo e mescolate la miscela fin quando il fenolo non si sarà solubilizzato. Mettete la beuta sotto cappa e procedete con l'aggiunta di 0,5 grammi di cloruro di alluminio anidro. Potrete notare all'istante lo sviluppo di acido cloridrico gassoso. Se la miscela si scalda, raffreddate la beuta mettendola per qualche minuto in un becher di acqua fredda.

46

È altamente consigliato di agitare di tanto in tanto il contenuto della beuta con l'aiuto di una bacchetta di vetro: in questa maniera consentirete l'esposizione ai reattivi di nuove superfici del catalizzatore. Se avete lavorato con buona precisione, dopo circa 20 o al massimo 30 minuti il contenuto della beuta dovrebbe solidificare. A solidificazione avvenuta, aggiungete 25 mL di acqua distillata e, aiutandovi con una spatola, sminuzzate finemente il solido.

Continua la lettura
56

Effettuate il controllo del pH dell'acqua con una cartina al tornasole: dovrebbe risultare acida. Se così non fosse, aggiungete 2 mL di acido cloridrico concentrato. Dopo aver finemente suddiviso il solido, filtrate sotto vuoto (con un imbuto Buchner). Comprimete il solido servendovi di una spatola o di un tappo, al fine di togliere il più possibile l'acqua. Lasciate asciugare il solido all'aria per almeno 5 minuti. Fatto ciò avete portato a termine quello che c'era da farsi per adempire al vostro compito nel migliore dei modi e questa guida vi sarà stata utile per carpire ancor più su questa materia scientifica che è la chimica. Buon lavoro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Effettuate il controllo del pH dell'acqua con una cartina al tornasole: dovrebbe risultare acida.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come Sintetizzare Il Cloruro Di T-butile

Uno dei metodi più seguiti per sintetizzare gli alogenuri alchilici prevede la sostituzione del gruppo ossidrilico (OH) di un alcol con un alogeno. L'alcol reagisce con un acido alogenidrico formando, appunto, l'acido alogenidrico e acqua. In questa...
Università e Master

come effettuare il t-test per gruppi indipendenti

Il t-test è uno dei più diffusi test statistici utilizzati per confrontare e relazionare fra di loro due gruppi di soggetti che si vogliono andare ad esaminare. Esso permette di verificare se il valore medio di una distribuziine si discosta significativamente...
Università e Master

Come calcolare il pH relativo ad una idrolisi salina

Il pH è una scala di misura dell'acidità, chiamata anche della basicità di una soluzione acquosa. Fu introdotto nel 1909 con il termine "pH", dal chimico danese Søren Sørensen. Il termine "p" sta a significare "operatore", e vuole simboleggiare due...
Università e Master

Come Calcolare il pH

In questa guida ci occuperemo di dare alcune informazioni molto utili su un argomento molto importante: il ph dell'acqua e, nello specifico, vedremo come calcolare questo ph. Questa operazione si rende necessaria molto spesso, soprattutto se si possiede...
Università e Master

Teorema di Hamilton-Cayley: dimostrazione

Il Teorema di Hamilton-Cayley si esprime nella seguente modalità: se "T: V --> V" rappresenta un endomorfismo di uno spazio vettoriale su "R", il polinomio caratteristico "p (T)" è nullo. Ciò significa che, qualora si consideri una matrice quadrata...
Università e Master

Come dimostrare l'equazione di stato dei gas

L'equazione di stato dei gas perfetti, nota anche come legge dei gas perfetti, descrive le condizioni fisiche di un "gas perfetto" o di un gas "ideale", correlandone le funzioni di stato: quantità di sostanza, pressione, volume e temperatura. Venne formulata...
Università e Master

Endomorfismo di Frobenius: dimostrazione

La guida che svilupperemo attraverso i tre passi che completeranno questa guida, ora andremo a occuparci di scienza. Nello specifico, come indicato già nel titolo della nostra guida, ora andremo a spiegarvi Endomorfismo di Frobenius, attraverso una dimostrazione....
Università e Master

Come spiegare la legge di Ohm

Questo articolo ha lo scopo di spiegare come funziona la legge di Ohm e la resistenza elettrica. In un regime stazionario la carica elettrica Q che attraversa una sezione S del circuito nel tempo t è: Q = I*t. La relazione relativa all'energia ceduta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.