Come parlare ai bimbi di scuola materna

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se siete qui è perché dovrete cimentarvi in un'impresa apparentemente ardua: come parlare ai bimbi di scuola materna. Per quanto possa sembrare strano, relazionarsi con un bambino è più difficile che farlo con un adulto, e questo dipende da diversi fattori. Tra questi, sicuramente è da considerare che i bambini sono istintivi, privi di filtri sociali, e con una forte emotività, che varia da bambino a bambino. Possiamo trovarci, infatti, di fronte ad un bambino vivace, o ad un bambino introverso. Bisogna tenere conto di tutte le dinamiche, e questa guida vi aiuterà a capire i parametri fondamentali, necessari per una buona comunicazione con i bimbi di scuola materna.

26

Occorrente

  • Pazienza
  • Serenità
36

Per poter parlare con i bimbi di scuola materna, bisogna innanzitutto attirare la loro attenzione. Potreste, infatti, parlare di qualcosa di molto interessante, ma che per varie ragioni non ha catturato la loro attenzione. I bambini sono, spesso, attirati dalla semplicità. Per catturare la loro attenzione, quindi, siate semplici, e giocate con la vostra voce: fate delle pause, alzate e abbassate la voce frequentemente. Mostrate sempre il sorriso, siate pazienti, e presto avrete gli occhi di tutti i bimbi puntati su di voi.

46

Arrivati a questo punto, bisogna anche considerare, purtroppo, gli imprevisti spiacevoli. Nonostante tutti i vostri tentativi di catturare l'attenzione, potrebbe succedere che qualche bimbo faccia i capricci, e rifiuti di interagire con voi. Niente panico! In questi casi delicati, bisogna tenere conto della della situazione specifica. Un capriccio, un rifiuto, o qualsiasi segno di disapprovazione, è una richiesta di attenzione, oppure una manifestazione di un disagio. Cercate di scavare a fondo, per capire quale sia la causa. Fate delle domande, e mantenete sempre la calma. Mai alzare la voce, anche per i bimbi più capricciosi, perché otterrete un risultato controproducente. Se avete capito che il bambino si sente a disagio, per qualche ragione, cercate di risolvere il problema, mettendolo a proprio agio.

Continua la lettura
56

Come abbiamo detto inizialmente, ogni bimbo è diverso, sopratutto dal punto di vista emotivo. Per i bambini più vivaci, mantenere la calma è la soluzione migliore. Quando la situazione sta degenerando, non abbiate il timore di rimproverare i bimbi. Quando il bambino avrà capito l'errore commesso, potrete allora acquistare la sua fiducia, premiandolo (ad esempio con una caramella, o anche con parole gratificanti), e attirare la sua attenzione per parlare anche con lui. Se si tratta, invece, di un bambino introverso, dovrete ottenere la sua fiducia. Senza di essa, difficilmente il bambino presterà ascolto a ciò che dice, e sarà pronto a dialogare con voi.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ogni bambino è unico: parla con lui, tenendo conto di ogni particolare e personale situazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come preparare una recita per la scuola materna

All'interno della presente guida ci occuperemo di recitazione. Lo faremo da un punto di vista davvero divertente e formativo, in quanto l'obiettivo che ci porremo sarà quello di dedicarci alle recite dei più piccoli. Andremo a spiegarvi Come preparare...
Elementari e Medie

Come preparare i bambini all'inizio della scuola elementare

Ormai ci siamo. I nostri bambini stanno per iniziare la scuola elementare. È un passaggio molto importante per loro. Dalla scuola materna, dedicata per lo più al gioco, si passa ora alla primaria, in cui si inizia a concentrarsi maggiormente sull'apprendimento....
Elementari e Medie

Come facilitare l’inserimento dei figli a scuola

La preoccupazione di ciascun genitore che ha dei figli in età scolare è soprattutto che loro percepiscano l'importanza dell'istruzione, dell'insegnamento, della cultura, della vita sociale e di tutto quello riguardante la didattica. Un buon inserimento,...
Elementari e Medie

Come parlare di dislessia ai bambini

La dislessia è un problema dell'apprendimento molto diffuso che generalmente colpisce 4 bambini su 100. Il bambino dislessico comincia a manifestare evidenti problemi durante i primi anni di scuola, presentando notevoli difficoltà nel leggere, nello...
Elementari e Medie

Come Incoraggiare Il Bambino Ad Andare A Scuola

Può capitare a tutti i bambini, anche ai più grandicelli, di lasciarsi cogliere dalla pigrizia o dalla paura per un'interrogazione e, inventare pretesti per rimanere a casa. Tuttavia, se è un caso sporadico, noi genitori potremo anche essere clementi...
Elementari e Medie

Come funziona la scuola in Germania

I sistemi scolastici nei vari paesi della comunità europea sono differenti: infatti in Europa possiamo distinguere tre diversi modelli organizzativi dell'istruzione obbligatoria. Se, per esempio, dovessimo trasferirci in Germania ed abbiamo dei figli...
Elementari e Medie

10 regole per parlare bene l'italiano

Si possono fare tante affermazioni sulla lingua italiana: è poetica, è ricca di vocaboli, è interessante, è composta, è antica e bella. Ma non si può sicuramente affermare che l'italiano sia una lingua semplice: tutt'altro. Infatti, nonostante sia...
Elementari e Medie

Come sostenere i bambini il primo anno di scuola Elementare

Il primo anno di scuola elementare segna il passaggio dall'età infantile all'età che precede l'adolescenza. Spesso l'ingresso al nuovo ciclo di studi crea dei veri e propri traumi. In questo periodo avvengono numerosi cambiamenti nella vita del piccolo....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.