Come Ottenere L'Anidride Succinica

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In chimica, attraverso la combinazione di diverse componenti, si possono ottenere moltissime reazioni, e spesso una nuova sostanza di risulta. Ad esempio, l'anidride succinica è un composto organico, con composizione C4H4O3, di stato solido e nessun colore. Per ottenere questa anidride, si deve partire dal suo acido, il cosiddetto acido succinico, che si trova in natura ed ha formula HOOC (CH2)2COOH. La procedura di sintesi per ottenere l'anidride succinica a partire dall'acido succinico prevede l'utilizzo di un'altra anidride in qualità di agente disidratante. Ecco quindi come riuscire ad ottenere l'anidride succinica

26

Occorrente

  • acido succinico
  • anidride acetica
  • pallone da 50 ml
  • refrigerante per riflusso
  • bagno di ghiaccio
  • occorrente per la filtrazione sotto vuoto
  • imbuto di Hirsch
  • etere etilico
  • carta da filtro
36

Come regola generale, vale l'assunto per cui attraverso la disidratazione di un acido carbossilico è possibile ottenere l'anidride corrispondente. Un avvertimento preliminare invece consiste nell'usare sempre la massima attenzione nel maneggiare l'anidride acetica, che è l'agente disidratante che deve essere usato per ottenere l'anidride succinica. L'anidride acetica infatti è irritante per la pelle e per gli occhi, e reagisce violentemente a contatto con l'acqua. A questo punto, si può iniziare la trasformazione chimica. I materiali necessari sono l'acido succinico e l'anidride acetica; occorrono inoltre un pallone, un imbuto di Hirsch e un refrigerante.

46

La prima operazione consiste nel pesare 3 grammi di acido succinico, per poi metterli in un pallone asciutto da 50 ml. Si aggiungono poi 4 ml di anidride acetica e si collega il pallone ad un refrigerante per il riflusso. A questo punto, si lascia scorrere l'acqua all'interno del refrigerante, mentre la miscela di reazione deve essere portata ad ebollizione. Si noterà come i cristalli di acido si sciolgano velocemente. Si continua a riscaldare la miscela, a riflusso moderato, per almeno quindici minuti. Trascorso questo tempo, si fa raffreddare la soluzione a temperatura ambiente.

Continua la lettura
56

Ora non resta che procedere alla cristallizzazione del prodotto, facendolo raffreddare in un bagno di ghiaccio. Il prodotto va raccolto per filtrazione sotto vuoto usando un imbuto di Hirsch. Una volta effettuata la filtrazione, si possono usare piccole porzioni di etere etilico per risciacquare il pallone di reazione e lavare i cristalli di anidride ottenuti. Il prodotto ottenuto deve essere messo su carta da filtro per farlo asciugare. L'ultima azione consiste nel pesare il prodotto asciutto e procedere quindi alla determinazione del suo punto di fusione. Il risultato finale dovrebbero essere 2 grammi di anidride succinica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come ottenere l'acetato di cellulosa

In ogni sua unità strutturale, la cellulosa ha tre gruppi di ossidrile (OH) che forniscono le reazioni caratteristiche degli alcool. L'acetato di cellulosa, uno dei polimeri maggiormente adoperati nell'industria tessile, si ottiene per reazione della...
Università e Master

Come Determinare La Composizione Di Miscele Gassose Con Il Metodo Di Assorbimento

I metodi di cui la chimica analitica si avvale per determinare la composizione di miscele gassose sono sostanzialmente due: il metodo di assorbimento e il metodo di combustione. Generalmente i gas inerti, quali l'azoto e i gas nobili (ad esempio elio,...
Università e Master

Come convertire l'acido maleico in acido fumarico

Riscaldato a riflusso con acido cloridrico (HCl) acquoso, l'acido maleico si trasforma nel suo isomero trans: l'acido fumarico. Visto che l'acido fumarico possiede una solubilità in acqua molto minore in confronto al suo isomero cis, via via che la reazione...
Università e Master

Come determinare il numero di formolo nelle bevande

Nella seguente guida proverò a spiegarti tramite una serie di passi guida come determinare il numero di formolo nelle bevande, cioè a dire il numero complessivo di amminoacidi riscontrabili in una bevanda o in un succo di frutta. Tale calcolo è stato...
Università e Master

Come calcolare il grado di dissociazione di un gas

Si definisce grado di dissociazione, simboleggiato dalla lettera greca α, il rapporto tra le moli di sostanza dissociata (nd) e le moli iniziali (n0) della stessa sostanza. Il grado di dissociazione è funzione della temperatura e della pressione e può...
Università e Master

Come sintetizzare l'acido acetilsalicilico

Sintetizzare l'acido Acetilsalicilico sappiamo bene che non è un'operazione facile e potremmo aver bisogno di aiuto nel farlo. Questo è ciò che si propone questa guida, infatti. Darvi degli aiuti e dei consigli per rendere quest'operazione nel modo...
Università e Master

Come Eseguire La Carbossilazione Con I Reagenti Di Grignard

Come forse non saprete, qualunque preparazione degli acidi carbossilici, ovvero dei composti organici contenenti il gruppo carbossile (-COOH), è quasi sempre una tappa veramente fondamentale per la sintesi organica, ossia la costruzione delle molecole...
Università e Master

Come dare la Nomenclatura Tradizionale Agli Ossidi

Nella seguente semplice e rapida guida che vi andrò ad enunciare immediatamente nei passaggi successivi, vi spiegherò molto brevemente, ma comunque dettagliatamente, come bisogna dare oppure applicare la nomenclatura tradizionale agli ossidi. Specificatamente,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.