Come Osservare La Composizione Dell'Acqua

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

L'acqua è uno degli elementi chimici più diffusi in tutta il nostro globo terrestre. Esso è unito fisicamente da due atomi di idrogeno ed uno di ossigeno. L'idrogeno è l'elemento chimico più diffuso in tutto l'universo. Difatti è presente addirittura come elemento principale di tutte le stelle e delle nova, le stelle più grandi di tutto l'universo. L'acqua, come tutti sapranno, può assumere diversi stati di forma. Infatti può essere liquida, che è lo stato di forma più diffuso in tutta la crosta terrestre. Gassosa, quando si forma il vapore, che poi si trasformano in nuvole, che a sua volta ritornano in stato liquido con le piogge. E l'ultimo stato di forma è quello solido, che non è nient'altro che il ghiaccio. Difatti l'acqua, quando si trova in un ambiente circostante che è al di sotto della temperatura zero, comincia a trasformarsi in ghiaccio. Tutti questi stati di forma, sono resi possibili, da tutte le leggi fisiche che compongono il nostro universo. Ma andiamo ad osservare la composizione dell'acqua più da vicino.

25

Occorrente

  • Microscopio, vetrini portaoggetti e coprioggetti, un contagocce, acqua prelevata da uno stagno, un vaso di vetro, qualche piantina acquatica per ossigenare bene l'acqua.
35

Le sostanze che all'interno del disco di gas si trovano allo stato solido, formano dei grani di polvere; unendosi tra loro grazie alle forze di attrazione elettrostatica e alla forza di gravità, le polveri si accrescono fino a formare dei corpi, detti "planetesimi", le cui dimensioni possono raggiungere un diametro di centinaia di chilometri. Nell'acqua stagnante vivono una moltitudine di microrganismi animali e vegetali invisibili, che a occhio nudo è impossibile osservare, ma solo con un buon microscopio.

45

Per prima cosa versate dell'acqua stagnante in un vaso di vetro, insieme a delle piantine acquatiche. Prelevate una goccia di acqua e ponetela sul vetrino portaoggetti; coprite con il coperchio, facendo attenzione che non si formino delle bolle d'aria (sia i vetrini porta-oggetti che quelli copri-oggetti si acquistano presso i rivenditori di microscopi). Osservate al microscopio prima a piccolo e poi a maggiore ingrandimento.

Continua la lettura
55

Probabilmente vedrete un brulicare di esseri microscopici, per lo più protozoi e alghe unicellulari, che si spostano inizialmente con una certa vivacità di movimento, poi rallentano fino a cessare del tutto. I movimenti terminano perché il calore della luce non permette a lungo la loro sopravvivenza e fa evaporare la sottile pellicola d'acqua in cui essi nuotano. Le alghe producendo ossigeno permettono la respirazione degli animali nell'ambiente acquatico. Se le osservazioni non sono perfette si deve al fatto che i microrganismi si muovono e il loro corpo risulta essere quasi trasparente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come Fare Osservare Ai Bambini Clorofilla E Amido

La clorofilla è un pigmento verde presente in quasi tutte le piante, nelle alghe e in alcuni batteri, che ha lo scopo di assorbire la luce necessaria alla sintesi dei carboidrati, che avviene a partire dall'acqua e dall'anidride carbonica (fotosintesi...
Elementari e Medie

Come Separare Il Sale Dall'Acqua

Separare il sale dall'acqua è uno dei primi esperimenti che si preparano, sia alla scuola secondaria di primo grado, che alle superiori. Il processo di rimozione e quindi di distinzione del sale dall'acqua salata si chiama distillazione. Questa procedura...
Elementari e Medie

Come funziona il ciclo dell'acqua

Il ciclo dell'acqua, chiamato anche idrologico, identifica il processo continuo grazie al quale avviene lo scambio di acqua tra la terra e l'atmosfera. Circa i 2/3 del pianeta sono costituiti da acqua ed essa è indispensabile per la sopravvivenza di...
Elementari e Medie

3 esperimenti da fare con l'acqua

Qualche volta, durante il tempo libero, si può decidere di fare con l'acqua degli esperimenti abbastanza semplici. In questo modo si crea un momento ludico ed al tempo stesso istruttivo. Quando si sceglie di fare questi esperimenti è consigliabile far...
Elementari e Medie

Le caratteristiche dell’acqua

L'acqua è il bene principale per la sopravvivenza sul pianeta terra, assieme al sole; essa infatti ricopre il 70% della superficie e grazie al suo ciclo continuo di trasformazione tra molecole di vapore acqueo, in stato liquido, permette di risanare...
Elementari e Medie

Esperimenti con l'acqua: l'evaporazione

L'evaporazione è un fenomeno fisico attraverso cui l'acqua passa dallo stato liquido allo stato aeriforme. Il processo avviene sopra la temperatura di ebollizione che coinvolge l'intero volume del liquido. In natura sono moltissimi gli esempi da poter...
Elementari e Medie

Come Verificare I Fattori Di Crescita: Temperatura, Luce E Acqua

Riuscire a curare i vari tipi di piante, in modo che possano crescere sempre forti e rigogliose, non è mai un'impresa semplice, sopratutto se non siamo degli esperti in questo campo ed è la prima volta che proviamo a curare il nostro verde. Tuttavia...
Elementari e Medie

Come rilevare ossigeno nell'aria

L'aria è l'involucro che compone l'atmosfera terrestre, si compone di un miscuglio di gas di cui 4/5 di azoto e 1/5 di ossigeno. In quantità minore, sono presenti altri gas e minuscole particelle solide come polveri, microrganismi e acqua. L'efficacia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.