Come organizzare lo studio universitario

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il passaggio dalle scuole superiori all'università segna un vero e proprio traguardo: il raggiungimento dell'autonomia. Ma ogni traguardo ha un prezzo da pagare e, spesso, porta con sé maggiori responsabilità. Ogni studente universitario dovrà sapersi organizzare in tutto, dalla scelta dei corsi, ai tirocini, alle attività extra portatrici di crediti, allo studio. Migliore sarà il proprio metodo, migliori saranno i risultati. Ecco perché è importante organizzare lo studio con anticipo, non farsi cogliere dall'affanno e affrontare con serenità ogni nuovo esame. Vediamo come fare.

25

L'organizzazione di un piano di studi richiede una prima fase preparatoria. È molto importante avere ben chiara la mole di lavoro da affrontare per ogni singolo esame, quindi occorrerà raccogliere davanti ai propri occhi tutto il materiale di studio: appunti, libri, dispense e quant'altro. La quantità di inchiostro accumulata non dovrà spaventare, bensì avrà lo scopo di chiarificare lo sforzo. Solo così sarà possibile prevedere il tempo necessario e organizzarlo in modo tale da non essere impreparati in caso di imprevisti. Calendario alla mano, si procederà alla stesura di un piano di lavoro il più dettagliato possibile. Questo compito potrà sembrare arduo le prime volte, ma pian piano l'esperienza porterà utili aggiustamenti.

35

La seconda fase richiede un vero e proprio computo matematico. Occorrerà conteggiare con precisione le pagine di tutto il materiale di studio raccolto, quindi i giorni disponibili fino alla data dell'esame. A questo computo lordo verranno sottratti i weekend, a disposizione per recuperare eventuale lavoro arretrato, per ripetere o riposare; mezza giornata per ogni settimana, che potrebbe rivelarsi utile in caso di imprevisti; i cinque giorni precedenti la data dell'esame, necessari per affinare la propria preparazione ripetendo le lezioni o per fare approfondimenti. L'ammontare delle pagine di studio verrà quindi suddiviso per la somma netta dei giorni ottenuta.

Continua la lettura
45

Completato il piano di lavoro, non rimane che iniziare a studiare. La quantità di informazioni da memorizzare e approfondire richiede una grande costanza e concentrazione. Per mantenere attivo il cervello occorre evitare periodi di studio troppo lunghi e cercare, invece, di concedersi piccole pause durante la giornata per evitare sovraccarichi difficili da superare e mantenere accesa l'attenzione.

55

Questo metodo garantisce una buona distribuzione del lavoro e la possibilità di superare eventuali imprevisti senza grandi perdite di tempo sulla tabella di marcia. Per maggiore sicurezza, almeno per i primi esami, potrebbe essere una buona idea impiegare lo stesso metodo anche per la ripetizione finale prima dell'esame.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

5 trucchi per organizzare lo studio di una materia

Trovare un buon metodo per organizzare lo studio può essere certamente un modo per semplificare di molto una materia. Ognuno ha un proprio metodo, con cui si trova meglio, tuttavia esistono alcuni trucchi più universali che si adattano ad ognuno di...
Università e Master

Come organizzare le ore di studio se si è lavoratori

Sempre più studenti tentano di non pesare sulle spalle dei propri genitori durante il periodo universitario. Alcuni riescono a trovare lavoretti nel weekend o online risparmiando tempo prezioso che possono così riservare allo studio, ma molti si trovano...
Università e Master

Come organizzare lo studio in vista degli esami

La fase iniziale di preparazione allo studio di una materia d'esame è quella più delicata e importante. È infatti in questa fase che si gettano le basi delle proprie conoscenze, e quindi della buona riuscita dell'esame. Sapere di avere organizzato...
Università e Master

Come organizzare un gruppo di studio

Uno dei metodi di studio oggi ritenuti piú efficaci è quello di riunirsi in gruppo per condividere ed approfondire gli argomenti da studiare. In altri Stati europei e soprattutto negli Stati Uniti la cosiddetta "peer education" è considerata la nuova...
Università e Master

Come organizzare l'ambiente ideale per lo studio

Organizzare l`ambiente in cui si studia è molto importante, se non indispensabile, per riuscire a concentrarsi nella maniera ottimale. Studiare in ambienti rumorosi, caotici, affollati, così come con la televisione accesa, abbassa notevolmente la qualità...
Università e Master

Cose da non fare prima di un esame universitario

Sappiamo quanto sia importante e faticoso prepararsi bene per un esame universitario. Ma per ottenere ottimi risultati, senza compiere salti mortali, sarebbe utile evitare una serie di pratiche sbagliate o controproducenti. Vediamo allora quali sono queste...
Università e Master

Come preparare un esame universitario con ottimi risultati

Durante il percorso scolastico si tende sempre a sottovalutare quanto sia importante trovare un giusto metodo di studio. Questo va preso in considerazione e sopratutto rivisto quando si va avanti con il percorso formativo. Il passaggio dal liceo al mondo...
Università e Master

Come prepararsi a sostenere un esame universitario

Nella seguente semplice e rapida guida che enuncerò nei passaggi successivi, vi indicherò brevemente i migliori consigli che vi aiuteranno nello studio e, quindi, vi consentiranno di sostenere, brillantemente e con una maggiore tranquillità, un qualsiasi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.