Come organizzare lo studio in vista degli esami

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La fase iniziale di preparazione allo studio di una materia d'esame è quella più delicata e importante. È infatti in questa fase che si gettano le basi delle proprie conoscenze, e quindi della buona riuscita dell'esame. Sapere di avere organizzato bene lo studio, senza lasciare nulla al caso, ci renderà anche più sicuri di noi stessi e ci sarà d'aiuto nel controllare la fatidica ansia da esame. Di seguito si analizzerà come organizzare lo studio in vista degli esami.

27

Individuare gli argomenti

Per prima cosa occorrerà avere ben chiaro quali saranno gli argomenti oggetto d'esame. Questo ci permetterà di concentrare tutti gli sforzi all'apprendimento di argomenti specifici, per evitare di trovarsi impreparati di fronte a tematiche che non ci si aspettava di dover discutere, oppure di impiegare energie a studiarne altre che non si richiede si debbano conoscere. Sebbene non si possa considerare nociva una conoscenza più vasta della materia, i dovuti approfondimenti potranno sempre essere fatti a posteriori. Si può venire a conoscenza degli argomenti oggetto di studio in vari modi, per esempio seguendo le lezioni o consultando la scheda di trasparenza della materia.

37

Organizzare il materiale

Successivamente si passerà alla fase in cui si organizza tutto il materiale, ovvero i quaderni, i libri e le dispense da cui si studierà. Questa fase prevede di effettuare una cernita del materiale, scartando quello superfluo e reperendo quello eventualmente mancante.

Continua la lettura
47

Stilare una scaletta di lavoro

In seguito si passerà alla stesura di una scaletta di lavoro. Avendo contezza della quantità di materiale da studiare, e in base alla conoscenza dei nostri tempi di apprendimento, si potrà decidere quante dovranno essere le ore di studio settimanali e giornaliere.

57

Esplorare il testo

Si passerà poi all'esplorazione del testo. In questa fase si leggerà tutto il materiale di lavoro. Si tratta di una lettura superficiale che ha lo scopo più che altro di offrire una panoramica generale della materia. Sara possibile adesso cominciare a sottolineare i passi ritenuti più importanti.

67

Effettuare una lettura approfondita

Successivamente verrà condotta una lettura più attenta, in cui verranno argomentati i passi più difficili con delle note a margine, e si segneranno degli eventuali dubbi irrisolti. Questi dovranno essere discussi inevitabilmente col professore della materia, prima dell'esame. In questa fase si passerà anche ad evidenziare le parole chiave del testo. Queste saranno d'aiuto nella fase di ripasso, infatti permettendo di capire a colpo d'occhio qual è il contenuto del testo, minimizzeranno i tempi di lettura.

77

Ripetere

L'ultimo passo prevede di argomentare a voce alta, o a mente, ciò che si è studiato. In questi si potrà essere sicuri di aver capito bene tutto e di riuscire a spiegarlo in sede di esame. È questa la fase in cui faremo nostro anche il linguaggio tecnico necessario. Non resta infine che augurare a tutti un buono studio!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come organizzare lo studio al primo anno di giurisprudenza

L' università è il luogo in cui si entra veramente nell'età adulta per questo organizzare il primo anno di giurisprudenza è ostico quasi per tutti. I professori non sono costretti ad inseguirti per interrogarti, le assenze non sono calcolate e attività...
Università e Master

Come organizzare un gruppo di studio

Uno dei metodi di studio oggi ritenuti piú efficaci è quello di riunirsi in gruppo per condividere ed approfondire gli argomenti da studiare. In altri Stati europei e soprattutto negli Stati Uniti la cosiddetta "peer education" è considerata la nuova...
Università e Master

Come organizzare lo studio universitario

Il passaggio dalle scuole superiori all'università segna un vero e proprio traguardo: il raggiungimento dell'autonomia. Ma ogni traguardo ha un prezzo da pagare e, spesso, porta con sé maggiori responsabilità. Ogni studente universitario dovrà sapersi...
Università e Master

Come organizzare le ore di studio se si è lavoratori

Sempre più studenti tentano di non pesare sulle spalle dei propri genitori durante il periodo universitario. Alcuni riescono a trovare lavoretti nel weekend o online risparmiando tempo prezioso che possono così riservare allo studio, ma molti si trovano...
Università e Master

Come organizzare l'ambiente ideale per lo studio

Organizzare l`ambiente in cui si studia è molto importante, se non indispensabile, per riuscire a concentrarsi nella maniera ottimale. Studiare in ambienti rumorosi, caotici, affollati, così come con la televisione accesa, abbassa notevolmente la qualità...
Università e Master

Come recuperare gli esami arretrati in poche mosse

Gli studenti che sono alle prese con esami arretrati, spesso si trovano coinvolti in un vortice di emozioni negative: infatti si sentono demoralizzati e in imbarazzo soprattutto nei confronti dei familiari. L'università rappresenta un nuovo percorso...
Università e Master

Come pianificare gli esami universitari

Quando un giovane decide di proseguire il suo percorso di studi iscrivendosi ad una facoltà universitaria, sa che si troverà davanti una modalità didattica molto diversa da quella prettamente scolastica. Se a scuola i ritmi sono scanditi dai professori,...
Università e Master

Come calcolare la media degli esami universitari

Tenere sotto controllo la propria media esami è di vitale importanza durante tutto il percorso di studi universitario, poiché è indice del rendimento accademico dello studente. Spesso, per trascuratezza, negligenza o per la volontà consapevole di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.