Come organizzare i compiti delle vacanze dei bambini

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I compiti delle vacanze devono essere suddivisi in periodi determinati, in modo da non poter né sovraccaricare il bambino e né renderlo in un certo senso svogliato; è indicato far studiare il bambino dalla prima settimana di luglio e lasciarlo dalla chiusura della scuola fino a fine giugno libero, in modo tale che possa rilassarsi. In commercio esistono libri già suddivisi in settimane, che spiegano con molta facilità come poter far studiare i bambini. Ecco dunque come organizzare in maniera adeguata e alla perfezione i compiti delle vacanze dei bambini.

25

Metodologia

Con i bambini abbiamo sempre bisogno di mantenere la pazienza e la calma, soprattutto quando si tratta di fare i compiti nel periodo estivo. Non tutti possono essere così collaborativi e interessati, per questo occorre seguire una giusta metodologia. Obbligare non è mai una bella cosa; imponendo, urlando perdendo la pazienza in genere rischiamo di ottenere il risultato contrario. In questo caso bisognerà studiare una strategia.

Una buona strategia potrebbe essere quella di vedere nel loro insieme quali sono i compiti da svolgere, dividerli per materia e per i giorni della durata delle vacanze, naturalmente togliendo i sabati e le domeniche.

35

Materie

Suddividerli ancora una volta per materie in modo che tutti i giorni i piccoli abbiano a che fare con qualcosa di nuovo che catturi la loro attenzione.

Per quanto riguarda il momento della giornata migliore per eseguire i compiti, potremmo variare in base alle esigenze quotidiane della famiglia. Naturalmente per ottenere bisogna anche essere riconoscenti, quindi se il bambino realizza che facendo i compiti, in cambio gli viene riconosciuto un piccolo premio, questo non potrà essere che un ulteriore incentivo a collaborare.

Continua la lettura
45

Premio

Il premio in questione non deve affatto essere una cosa grande, basta semplicemente un piccolo riconoscimento tanto per farlo sentire importante.


Un gelato, una passeggiata fuori programma, la visione di un cartone animato, insomma qualcosa di utile. Uno sbaglio che invece dovremmo evitare, sarà quello di cedere davanti ai piccoli rifiuti che nel corso delle vacanze si potranno manifestare. Se cediamo una volta, poi saremmo costretti a farlo sempre. Applicando questi semplici consigli, abbinati ad un polso fermo, arriveremo alla fine dell'estate, non solo ad aver fatto svolgere tutti i compiti, ma i nostri bambini non saranno minimamente stressati da questa esperienza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come organizzare i compiti durante il Natale

Le vacanze di Natale si avvicinano anche per i piccoli studenti delle scuole elementari e medie: il periodo di silenzio didattico è indispensabile per bambini e ragazzi per riposarsi e svagarsi, ma non si devono tralasciare i compiti delle vacanze. Questi...
Elementari e Medie

5 motivi per non aiutare i bambini a fare i compiti

Tornati a casa i nostri bambini hanno sempre una marea di compiti da fare. Spesso ci vogliono diverse ore perché finiscano e non rimane il tempo per giocare. C'è la tentazione di aiutarli per alleggerire il carico. Magari alcuni glieli facciamo fare...
Elementari e Medie

Come organizzare i compiti del pomeriggio

Le attività didattiche che i bambini svolgono in classe, non sono sufficienti per cementare nozioni ed informazioni, perciò gli insegnanti assegnano dei compiti per casa. Purtroppo, non sempre gli alunni accettano di buon grado tali lavori ed i genitori...
Elementari e Medie

Compiti a casa: vantaggi

Tante volte i compiti lasciati in classe dalle maestre da fare a casa sembrano essere soltanto un peso. I bambini li fanno senza voglia, i genitori devono sedersi vicino loro per poterli seguire e non farli sbagliare, pur non avendo tempo per questioni...
Elementari e Medie

Come organizzare un corso di inglese per bambini

Se vi state chiedendo come organizzare un corso di inglese per bambini in un modo semplice ma efficiente, divertente ma proficuo, siete capitati nella pagina giusta. Non è semplice creare un contesto adatto all'apprendimento per i più piccini, poiché...
Elementari e Medie

Come rendere i compiti divertenti

Difficilmente i bambini si divertono quando devono assolvere alle loro incombenze scolastiche, specialmente per quanto riguarda i compiti da svolgere a casa. Per motivarli allo svolgimento dei compiti è bene mettere in atto qualche strategia che possa...
Elementari e Medie

Scuola primaria: come aiutare il bimbo nei compiti

Durante lo svolgimento dei compiti è molto importante seguire il bambino, soprattutto i primi due anni di scuola primaria, poiché una volta acquisito il metodo di studio riuscirà autonomamente a studiare gli altre tre anni. In questa guida sarà illustrato...
Elementari e Medie

Come affrontare il rientro a scuola dopo le vacanze estive

Le vacanze sono agli sgoccioli e i vostri bambini ancora devono abituarsi all'idea di dover tornare a scuola? In effetti le vacanze estive sono il periodo dell'anno preferito sia dai bambini che dagli adulti, poiché segnano la fine dell'anno scolastico...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.