Come motivare allo studio della matematica

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'ingresso dei figli nel mondo scolastico rappresenta anche per i genitori una nuova sfida da affrontare. I primi giorni di scuola possono essere molto belli, ma poi via via che si entra nel vivo dello studio iniziano ad affiorare i primi scogli. Uno di questi è sicuramente lo studio della matematica. Molto spesso la difficoltà maggiore non sta nel contenuto stesso della materia, quanto nella modalità di approccio al suo studio. Nella seguente guida, passo dopo passo, vi daremo dei consigli per capire come motivare il bambino allo studio della matematica.

24

Concedere pause durante lo studio

Con l'inizio della scuola, cominciano anche i compiti a casa, e con essi un nuovo stile di vita e nuove abitudini. Fino a poche settimane prima, l'occupazione principale del bambino era il gioco. Ora iniziano gli impegni che non si possono rimandare, sia per il bambino che per i genitori stessi. È necessario per tutti, allora, uno sforzo di adattamento, che tuttavia con i dovuti accorgimenti sarà facile da sostenere e superare. I bambini, a differenza degli adulti, hanno una capacità di mantenere l'attenzione su un compito per una durata inferiore all'adulto, circa 40-45 minuti. È questo intervallo di tempo, allora, che va sfruttato al massimo per ottenere il meglio dal bambino. Trascorsi questi minuti concediamogli una piccola pausa, magari per fare merenda.

34

Far sembrare lo studio un gioco

Per invogliarlo ad avvicinarsi alla matematica potremmo usare diversi metodi. Il primo è quello di far sembrare tutto un gioco. Se il bambino frequenta la prima elementare, per spiegargli il mondo dei numeri possiamo usare i suoi giochi preferiti. Studiamo piccole situazioni di calcolo o di numerazione, adottando ad esempio le sue macchinine, le figurine dei calciatori oppure altri giochi a lui cari, e proponiamole al bambino cercando insieme a lui le soluzioni. Il messaggio che cercheremo di trasmettere è che lo studio può risultare anche divertente. Mai diventare assillanti: non si farebbe altro che allontanare il bambino dallo studio rendendo difficoltoso l'apprendimento anche negli anni a seguire.

Continua la lettura
44

Aiutare il bambino nello svolgimento dei compiti

Se il piccolo è interessato al mondo dei computer, esistono in commercio moltissimi software matematici davvero divertenti che coinvolgono il bambino in una specie di gioco, ma che in realtà è una forma di apprendimento vero e proprio. Ma la cosa più importante di tutte, è la presenza di un adulto che lo affianchi durante lo svolgimento dei compiti e che magari spieghi più volte un argomento non capito alla perfezione. Stargli vicino, ripetere con lui la lezione non capita, non è da considerarsi una perdita di tempo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come affrontare la prova invalsi di matematica per la seconda classe della scuola primaria

Dall'anno accademico 2008-2009, l'Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema dell'Istruzione ha sottoposto a dei test di valutazione nazionale gli studenti di terza media. Essa consiste in una test suddiviso in due parti: una prima prova di italiano...
Elementari e Medie

Come interessare gli alunni alla matematica

La matematica è una materia fondamentale nel percorso scolastico, ma è anche una delle più difficili da affrontare poiché richiede molta pazienza e applicazione costante. Interessare gli alunni a questi argomenti è semplice se conosciamo le strategie...
Elementari e Medie

10 app per insegnare la matematica a bambini e ragazzi

Ai tempi di oggi anche l'insegnamento deve comunque collegarsi a qualcosa di più moderno e funzionale. È possibile infatti aiutare i bambini a capire una materia difficoltosa come la matematica attraverso l'utilizzo di alcune applicazioni molto utili....
Elementari e Medie

Come insegnare matematica ai bambini

La matematica insieme all'italiano è una delle materie fondamentali che bisogna studiare bene e, se capiti i concetti base può diventare anche interessante. Ciò che importa è che venga presentata fin dalle scuole elementari in maniera tale da essere...
Elementari e Medie

Come far migliorare i propri figli in matematica

Dal primo anno della scuola primaria, i bambini si trovano a dover imparare i fondamenti della matematica. L'apprendimento di questa materia può rivelarsi ostico e impegnativo, influendo sulla motivazione e sul rendimento scolastico dell'alunno. I genitori,...
Elementari e Medie

Matematica: come farla amare

Tra le varie materie più complicate da studiare a scuola, vi è sicuramente la matematica. La matematica accompagna il cammino degli studi sin dalle scuole elementari. Spesso questa materia, è vista proprio come un incubo perché è molto difficile...
Elementari e Medie

Come Applicare Le Proprietà Dell'Invertire E Del Permutare In Una Proporzione Matematica

Una proporzione matematica è un'uguaglianza tra due rapporti e anche se nel momento in cui si studia, di solito alla scuola media, si ritiene l'argomento del tutto inutile, le proporzioni hanno invece, nella vita pratica, numerose applicazioni, tra cui...
Elementari e Medie

Come far piacere la matematica: 5 utili consigli

Si sa che la matematica non è la materia più amata dai ragazzi. I motivi possono essere tanti. Innanzitutto il fatto che è ormai diventata una moda odiare questa materia perché considerata da bambini e adulti la materia più difficile esistente al...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.