Come Misurare Una Resistenza Elettrica Con Un Tester

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il tester (o multimetro) è un dispositivo elettronico che racchiude varie funzioni in un'unica unità, una versione base permette infatti di misurare tensione, corrente e resistenza elettrica. Proprio grazie alla semplicità di utilizzo è molto importante che un qualsiasi tecnico elettronico ne abbia sempre uno a disposizione, sia esso digitale o analogico. In questa guida approfondiremo una delle sue funzioni principali, ovvero quella della misurazione della resistenza elettrica. Vediamo insieme di che si tratta.

26

Occorrente

  • Multimetro
  • Resistore
36

Al giorno d'oggi le resistenze elettriche si possono trovare in due formati: SMD (Surface Mounting Device) oppure tradizionali. In entrambi i casi è possibile risalire al valore in Ohm ad occhio nudo, le resistenze SMD (ad eccezione di misure inferiori a 0603) presentano una dicitura sul corpo del componente che indica il valore (ad esempio 223 indica una resistenza da 22kOhm), mentre quelle tradizionali sono distinguibili dal codice dei colori, che indica inoltre la tolleranza. Il tester in questo caso ci viene in aiuto poiché, nel caso in cui l'utente non sia a conoscenza del codice dei colori, oppure non riesca a leggere ad occhio nudo il codice scritto sulla piccola resistenza SMD, fornisce certamente una misura precisa in tempi rapidissimi.

46

Supponiamo ora di voler misurare un resistore di tipo tradizionale. Accendete il tester selezionando il tipo di misura per resistenze (Ohm, indicato dalla lettera greca Omega), inserendo il cavo che fa riferimento al puntale nero in COM mentre quello che fa riferimento al puntale rosso in Ohm/V. Toccate i due reofori della resistenza con i puntali del multimetro e leggete il valore sul display; il resistore non ha polarità, quindi è indifferente il verso in cui è girata la resistenza.

Continua la lettura
56

Se si tratta di un tester di tipo digitale sul display la misura sarà comprensiva di unità di misura corretta (ad esempio k, o M, che indicano rispettivamente Kilo o Mega), se invece si tratta di un tester analogico molto probabilmente sarà necessario variare la scala fino a leggere la misura corretta. Per quanto riguarda le moderne resistenze di tipo SMD, il procedimento è il medesimo, l'unica differenza è dovuta al fatto che questo tipo di resistore non ha i reofori ben visibili come uno tradizionale, avendo una minuscola forma rettangolare, pertanto sarà leggermente più complicato posizionarsi in modo corretto con i puntali del tester per leggere il valore in Ohm.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se si tratta di un tester di tipo digitale sul display la misura sarà comprensiva di unità di misura corretta (ad esempio k, o M, che indicano rispettivamente Kilo o Mega), se invece si tratta di un tester analogico molto probabilmente sarà necessario variare la scala fino a leggere la misura corretta.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come Effettuare l'analisi dei polifenoli dell'olio extravergine di oliva

L'olio extravergine d'oliva, è il condimento più sano che esiste in natura. Difatti è consigliato ed inserito in tutti i piani alimentari, a scapito di altri meno nobili. Per altro, la nostra nazione ha il vanto di averne la maggiore produzione sia...
Superiori

Appunti di elettronica: le resistenze

Quando gli elettroni si muovono attraverso un materiale, trovano lungo la loro traiettoria una serie di ostacoli costituiti dai nuclei degli atomi di cui è composto il materiale stesso. In questa guida vi forniremo appunti di elettronica, e in particolare...
Superiori

Come calcolare l'amperaggio di un circuito in serie

In un circuito in serie, ogni dispositivo è collegato in modo tale che vi sia un solo percorso attraverso cui la carica può attraversare il circuito esterno. Ogni carica che passa attraverso l'anello del circuito esterno passa attraverso ciascun resistore...
Università e Master

Come leggere i colori delle resistenze elettriche

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori che sono dei veri appassionati di elettronica, o che anche ne hanno bisogno di studiarla a scuola, a capire come poter leggere, con estrema attenzione, i colori delle resistenze elettriche. In...
Università e Master

Come misurare i potenziali di riduzione

In questo tutorial vengono date delle corrette informazioni su come misurare i potenziali di riduzione. Per riuscire a comprendere il funzionamento di una pila bisogna basare l'esperimento su delle reazioni chimiche di ossidoriduzione. Per fare questa...
Superiori

Come calcolare la caduta di tensione su una resistenza

In elettronica la parola 'resistenza' viene erroneamente utilizzata per identificare il 'resistore'... Ovvero quel componente che "si oppone" al passaggio della corrente elettrica... E di conseguenza provoca una d. D. P. (differenza di potenziale) e quindi,...
Superiori

Come calcolare l'impedenza di un induttore

In questa guida verranno dati utili consigli su come calcolare l'impedenza di un induttore. Come molti di voi sapranno, la corrente elettrica che sia di tipo alternata oppure continua o impulsiva, crea un campo di tipo magnetico durante il proprio passaggio...
Università e Master

Come risolvere un circuito col metodo potenziali nodali

Per risolvere un circuito col metodo potenziali nodali, è necessario utilizzare la legge di Ohm, in moda da rilevare le correnti sconosciute dai potenziali nodi e dalle fonti di tensioni quando è necessario. Per tutte le correnti sconosciute, bisogna...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.